L’OMS non investigherà il laboratorio di Wuhan

 

 

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha annunciato lunedì che non visiterà l’Istituto di Virologia di Wuhan durante le sue indagini sulle origini del coronavirus, nonostante il fatto che il laboratorio contenesse campioni di coronavirus che erano quasi esattamente gli stessi di quelli che hanno causato una pandemia globale.

 

L’OMS ha dichiarato che la sua missione cercherà solo di «far progredire la comprensione degli ospiti di animali per Covid-19 e accertare come la malattia sia saltata tra animali e umani».

 

Come osserva il giornale inglese The Independent, l’annuncio suggerisce che la teoria del virus che viene modificato o che fuoriesce dal laboratorio di Wuhan è già stata completamente scartata dall’OMS.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha annunciato lunedì che non visiterà l’Istituto di Virologia di Wuhan durante le sue indagini sulle origini del coronavirus

 

Inoltre, l’organismo ha rifiutato di fornire tutti i dettagli delle località che visiterà durante le sue indagini in Cina.

 

Come osserva l’articolo dell’Independent, “In precedenza era emerso che il laboratorio aveva tenuto per quasi un decennio un campione di coronavirus che era al 96,2% lo stesso del COVID-19. Questo ha spinto a speculare sull’origine del virus».

 

Numerosi ricercatori e scienziati di spicco hanno anche notato che il laboratorio deve essere indagato alla luce di questo fatto.

 

L’annuncio suggerisce che la teoria del virus che viene modificato o che fuoriesce dal laboratorio di Wuhan è già stata completamente scartata dall’OMS

In precedenza era anche emerso che l’Istituto di Virologia di Wuhan aveva spedito alcuni dei patogeni più mortali del mondo poche settimane prima dello scoppio del coronavirus. È altresì noto che il laboratorio stava manomettendo i patogeni naturali e li stava mutando per diventare più infettivi.

 

Esperti di intelligence di tutto il mondo hanno anche richiesto di indagare sul laboratorio di Wuhan, scrive Summit News.

 

L’ultimo sviluppo arriva tra le notizie secondo cui i virologi cinesi sono  fuggiti da Hong Kong e hanno effettivamente disertato riparando in Occidente con prove contro il Partito Comunista Cinese in merito al suo ruolo nella pandemia di COVID-19.

 

Esperti di intelligence di tutto il mondo hanno anche richiesto di indagare sul laboratorio di Wuhan

È arcinoto che l’OMS sotto Tedros Adhanom ha preso una piega filocinese perfino imbarazzante. Gli ufficiali OMS non rispondono ai giornalisti riguardo alle domande di Taiwan (fanno finta di non aver sentito), e il favore verso il Paese untore – che ha perfino ricevuto i complimenti dall’OMS – è tale da essere stigmatizzato dalla Casa Bianca di Donald Trump, che ha effettivamente tolto i fondi USA all’ente transnazionale.

 

Cosa può restare della credibilità dell’OMS?

 

Potete leggere l’articolo di Renovatio 21 «Vaccini e conflitti di interessi: possiamo fidarci dell’OMS?». Riceverete decisamente una risposta a questa domanda.

Cosa può restare della credibilità dell’OMS?

 

 

 

 

Immagine di Chatham House via Wikimedia pubblicata su licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 2.0 Generic (CC BY-SA 2.0)