Il nuovo capo della NASA dice che il coronavirus è scappato dal laboratorio

 

 

L’ex senatore Bill Nelson, il nuovo amministratore della NASA, ha fatto alcune osservazioni insolite sulla Cina, la pandemia e la sicurezza nazionale durante un evento virtuale.

 

Nello specifico, Nelson ha citato rapporti non ufficiali secondo cui il coronavirus che causa il COVID-19, il SARS-CoV-2, potrebbe essere fuggito da un laboratorio del celeberrimo Istituto di virologia di Wuhan. Lo ha riportato il giornalista della testata tecnologica  The Verge Joey Roulette.

«Dobbiamo essere preoccupati… non c’è niente su cui sonnecchiare o da ignorare»

 

Insomma: perfino il capo dell’ente spaziale americano, che di fatto dovrebbe interessarsi di altro ma è pur sempre a capo di un organo scientifico centrale per lo sviluppo del Paese e ultra-finanziato dal governo, dice che il virus non è arrivato direttamente all’uomo da pipistrelli, pangolini, o altre leccornie del mercato degli animali di Wuhan, ora distrutto.

 

Nelson avrebbe altresì dichiarato che la Cina «sta iniziando a diventare molto aggressiva» nell’ambito spaziale

 

Come noto, la rivalità tra USA e Cina ora si esprime anche proprio nel settore di cui si occupa la NASA.