Vaccino, grave reazione allergica di un medico di Boston a pochi minuti dall’iniezione

 

 

 

Un medico di Boston ha affermato di aver sviluppato una grave reazione allergica pochi minuti dopo aver ricevuto il vaccino contro coronavirus di Moderna lo scorsa giovedì, nella prima settimana del lancio a livello nazionale per il farmaco dell’azienda. Lo riporta il New York Times.

 

Il caso è stato il primo del suo genere segnalato per essere collegato al vaccino di Moderna. Le agenzie federali stanno indagando su almeno sei casi che coinvolgono persone che hanno sofferto di anafilassi (la reazione allergica che nelle forme gravi è chiamata «shock anafilattico») dopo aver ricevuto il vaccino Pfizer-BioNTech, che contiene ingredienti simili, durante le prime settimane della sua distribuzione negli Stati Uniti.

 

Il caso è stato il primo del suo genere segnalato per essere collegato al vaccino di Moderna

I funzionari della Food and Drug Administration (FDA) e dei Centers for Disease Control (CDC) avevano discusso le reazioni che coinvolgono alcuni dei casi Pfizer, ma non hanno determinato se un ingrediente del vaccino abbia causato le risposte allergiche.

 

Alcuni operatori sanitari in Gran Bretagna avevano anche sperimentato anafilassi dopo aver ricevuto il vaccino Pfizer all’inizio di questo mese.

 

L’incidente di giovedì ha coinvolto il dottor Hossein Sadrzadeh, un oncologo geriatrico del Boston Medical Center, che ha una grave allergia ai crostacei e aveva un appuntamento per farsi iniettare il vaccino  Moderna nel pomeriggio. In un’intervista, il dottor Sadrzadeh ha detto di aver sperimentato una reazione grave quasi immediatamente dopo essere stato inoculato, sentendosi stordito e con il cuore che batteva all’impazzata.

 

Il dottor Sadrzadeh ha detto di aver sperimentato una reazione grave quasi immediatamente dopo essere stato inoculato, sentendosi stordito e con il cuore che batteva all’impazzata

In una dichiarazione, David Kibbe, portavoce del Boston Medical Center, ha confermato che il dottor Sadrzadeh aveva ricevuto giovedì il vaccino di Moderna.

 

La dichiarazione diceva che il dottor Sadrzadeh «sentiva che stava sviluppando una reazione allergica e gli era stato permesso di auto-somministrarsi il suo EpiPen personale. È stato portato al pronto soccorso, valutato, curato, osservato e dimesso. Sta andando bene oggi».

Dopo i casi iniziali che accompagnano gli iniezioni Pfizer, il CDC ha emesso un avviso che i vaccini Pfizer e Moderna potrebbero non essere appropriati per le persone con una storia di allergieagli ingredienti in entrambe le iniezioni. L’anafilassi, che in genere si verifica entro pochi minuti dall’esposizione a una sostanza scatenante, può compromettere la respirazione e causare brusche cadute della pressione sanguigna, w potenzialmente portare alla morte.

 

L’anafilassi, che in genere si verifica entro pochi minuti dall’esposizione a una sostanza scatenante, può compromettere la respirazione e causare brusche cadute della pressione sanguigna, w potenzialmente portare alla morte

L’agenzia ha raccomandato che le persone con altre allergie dovrebbero comunque ricevere l’iniezione e attendere i 15 minuti standard  prima di lasciare il sito di vaccinazione. Chiunque abbia avuto in precedenza una reazione anafilattica a una sostanza, incluso un altro vaccino o un farmaco iniettabile, deve essere monitorato per altri 15 minuti.

 

Nel caso giovedì, il dottor Sadrzadeh ha detto di aver portato il suo EpiPen (un autoiniettore di epinefrina in grado di contrastare alla bisogna lo shock anafilattico) all’appuntamento per il vaccino a causa delle sue gravi allergie.

 

Ha detto che entro pochi minuti dall’iniezione del vaccino alle 15:30, la sua frequenza cardiaca era aumentata a 150 battiti al minuto, circa il doppio della sua cadenza normale; la sua lingua formicolò e divenne insensibile. In poco tempo, si è sentito fradicio di sudore freddo e si è ritrovato stordito e con la sensazione di star per svenire. Anche la sua pressione sanguigna è precipitata, ha detto.

 

Entro pochi minuti dall’iniezione del vaccino alle 15:30, la sua frequenza cardiaca era aumentata a 150 battiti al minuto, circa il doppio della sua cadenza normale; la sua lingua formicolò e divenne insensibile. In poco tempo, si è sentito fradicio di sudore freddo e si è ritrovato stordito e con la sensazione di star per svenire. Anche la sua pressione sanguigna è precipitata

Il suo sistema immunitario, si è reso conto, era in rivolta.

 

«E ‘stata la stessa reazione anafilattica che provo con i crostacei», ha detto il dottor Sadrzadeh.

 

Il dottor Sadrzadeh ha usato il suo EpiPen ed è stato portato su una barella al pronto soccorso, dove gli sono stati somministrati diversi farmaci, inclusi steroidi e Benadryl, per calmare le reazioni immunitarie che avevano sopraffatto il suo corpo.

 

Una registrazione della sua visita dichiara che è stato «visitato al pronto soccorso per mancanza di respiro, vertigini, palpitazioni e intorpidimento dopo aver ricevuto il vaccino COVID-19».

 

Nessuno degli ingredienti dei vaccini mRNA di Moderna e Pfizer-BioNTech è stato identificato come contenente allergeni comuni. Tuttavia diversi esperti hanno cautamente indicato il polietilenglicole, o PEG, che appare in entrambe le ricette, anche se in formulazioni leggermente diverse, come possibile colpevole.

È stato portato su una barella al pronto soccorso, dove gli sono stati somministrati diversi farmaci, inclusi steroidi e Benadryl, per calmare le reazioni immunitarie che avevano sopraffatto il suo corpo: «visitato al pronto soccorso per mancanza di respiro, vertigini, palpitazioni e intorpidimento dopo aver ricevuto il vaccino COVID-19»

 

Il PEG si trova in uno stuolo di prodotti farmaceutici, inclusi gel per ultrasuoni, lassativi e steroidi iniettabili e le allergie ad esso sono estremamente rare.

 

Del pericolo del PEG nei candidati vaccini COVID Renovatio 21 aveva pubblicato un articolo assai completo ancora quattro mesi mesi fa.