I poliziotti potranno infrangere la legge «quando necessario»: in arrivo la legge in Gran Bretagna

 

 

 

Le Camere del Parlamento britannico  sembrano pronte a approvare presto un nuovo controverso disegno di legge  che consentirebbe alle autorità pubbliche di approvare e commettere crimini senza alcun chiarimento o limitazione.

 

Il disegno di legge sulle fonti di intelligenza umana segreta (CHIS) è stato presentato al Parlamento dal ministro dell’Interno Priti Patel, con l’ intenzione molto pubblicizzata di consentire agli agenti sotto copertura di infrangere la legge.

Il disegno di legge propone che l’attività criminale sia quindi consentita ai membri di vari organi di Polizia

 

Tuttavia, il disegno di legge è molto più ampio in termini di chi estende tale disposizione, con un’ampia varietà di dipartimenti governativi elencati:

 

«Qualsiasi forza di polizia; The National Crime Agency; The Serious Fraud Office; Uno qualsiasi dei servizi di intelligence; Qualsiasi delle forze di Sua Maestà; Entrate e dogane; Entrate e dogane di Sua Maestà; Il Dipartimento di Salute e Assistenza Sociale; Il Ministero degli Interni; Il Ministero della Giustizia; Autorità per la concorrenza e i mercati; L’Agenzia per l’ambiente; L’autorità di condotta finanziaria; The Food Standards Agency; The Gambling Commission».

 

Il disegno di legge propone che l’attività criminale sia quindi consentita ai membri di tutti questi organi. La sintesi del documento afferma che si tratta di: «prevedere e in connessione con l’autorizzazione di condotta criminale nel corso o in altro modo in connessione con la condotta di fonti di intelligence umane nascoste».

Il disegno di legge è deliberatamente vago su quali crimini devono essere consentiti, affermando che la condotta criminale è necessaria se è «nell’interesse della sicurezza nazionale; allo scopo di prevenire o individuare reati o di prevenire disordini; o nell’interesse del benessere economico del Regno Unito»

 

Il disegno di legge CHIS è deliberatamente vago su quali crimini devono essere consentiti, affermando che la condotta criminale è necessaria se è «nell’interesse della sicurezza nazionale; allo scopo di prevenire o individuare reati o di prevenire disordini; o nell’interesse del benessere economico del Regno Unito»

 

Un agente governativo può concedere il permesso per attività criminale, a condizione che si limiti a «ritenere» che sia necessario in conformità con le prescrizioni menzionate. Nessuna prova sostanziale sembra essere richiesta.

 

Un  briefing  sulla proposta di legge, preparato da cinque organizzazioni per i diritti umani, menziona alcune delle principali preoccupazioni riguardanti la legislazione. Le organizzazioni avvertono che il nuovo disegno di legge non contiene «alcun divieto esplicito di autorizzare crimini che costituirebbero violazioni dei diritti umani, inclusi omicidio, tortura (ad esempio esecuzioni), rapimenti o reati sessuali, o comportamenti che interferirebbero con il corso della giustizia».

 

Nessuna prova sostanziale sembra essere richiesta

Ciò è in contrasto con la legislazione equivalente negli Stati Uniti e in Canada, che proibisce l’omicidio, lo stupro e la tortura.

Anche Amnesty International ha condannato il disegno di legge alla sua introduzione e dopo aver superato la terza lettura: «è estremamente preoccupante che siamo un passo avanti per vedere diventare legge questo disegno di legge profondamente pericoloso. I parlamentari stanno firmando una licenza per le agenzie governative per autorizzare la tortura e l’omicidio».

 

Il nuovo disegno di legge non contiene «alcun divieto esplicito di autorizzare crimini che costituirebbero violazioni dei diritti umani, inclusi omicidio, tortura (ad esempio esecuzioni), rapimenti o reati sessuali, o comportamenti che interferirebbero con il corso della giustizia»

Il disegno di legge è arrivato a seguito di una decisione del 2019, soprannominata il caso della terza direzione, che ha stabilito che agenti e informatori sotto copertura potrebbero infrangere legalmente la legge in determinate occasioni.

 

La decisione è stata presa con una maggioranza di 3-2, spingendo il governo ad accelerare il progetto di legge CHIS attraverso il parlamento prima che qualsiasi azione legale potesse essere presa con successo.

 

Dopo aver superato la fase finale alla Camera dei Comuni, con un voto di 313-98, il nuovo disegno di legge CHIS passerà ora alla Camera dei Lord per un ulteriore dibattito.

 

 

 

 

 

 

Immagine di Alisdare Hickson via Flickr pubblicata su licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 2.0 Generic (CC BY-SA 2.0)