Ron Paul: non permettiamo alla politica di dettare la scienza

 

 

In queste ultime due settimane sono stati pubblicati due importanti studi che potrebbero aumentare notevolmente la nostra comprensione della malattia del COVID-19. Aggiungere alla scienza il modo in cui comprendiamo e trattiamo questa malattia è qualcosa che dovrebbe essere accolto con favore, perché correttamente compreso può salvare vite umane.

 

L’unico problema è che, poiché i risultati di questi due studi sfidano ciò che i media hanno stabilito come saggezza convenzionale sulla malattia, i rapporti vengono nel migliore dei casi ignorati e nel peggiore dei casi apertamente distorti dai media mainstream.

 

Poiché i risultati di questi due studi sfidano ciò che i media hanno stabilito come saggezza convenzionale sulla malattia, i rapporti vengono nel migliore dei casi ignorati e nel peggiore dei casi apertamente distorti dai media mainstream

Questa è a mio avviso una pericolosa e sciocca sottomissione della scienza alla politica e potrebbe finire per causare molte più morti inutili.

 

Il primo è lo studio danese sulla mascherina, che è stato completato diversi mesi fa, ma è stato pubblicato solo di recente in una rivista peer-reviewed. Lo studio ha preso due gruppi e ha fornito al primo gruppo mascherine da indossare con istruzioni su come dovrebbero essere utilizzate. L’altro gruppo era il gruppo di controllo senza mascherina.

 

Lo studio ha rilevato che il coronavirus si è diffuso entro il margine di errore statistico in ciascun gruppo. In altre parole, indossare la maschera ha fatto poco o nulla per controllare la diffusione del virus.

 

Lo studio ha rilevato che il coronavirus si è diffuso entro il margine di errore statistico in ciascun gruppo. In altre parole, indossare la maschera ha fatto poco o nulla per controllare la diffusione del virus

Poiché l’uso di maschere è ancora obbligatorio in tutto il paese e nel mondo, questo studio dovrebbe essere segnalato come un importante elemento di contro-prova. Per lo meno ci si potrebbe aspettare che inviti una corsa di studi simili per confutare o confermare i risultati.

 

Tuttavia, sebbene per lo più ignorata dai media, quando è stata trattata, la svolta rappresentata da questo studio è stata così strana che la conclusione presentata era opposta ai risultati. Ad esempio, il Los Angeles Times ha pubblicato un articolo con il titolo: «Il processo alla mascherina facciale non ha fermato la diffusione del coronavirus, ma mostra perché è necessario indossare più mascherine».

 

Allo stesso modo, un nuovo e imponente studio condotto a Wuhan, in Cina, e pubblicato sulla rispettata rivista scientifica Nature, riporta che le persone asintomatiche che sono risultate positive al COVID-19 non trasmettono l’infezione ad altri.

Un nuovo e imponente studio condotto a Wuhan, in Cina, e pubblicato sulla rispettata rivista scientifica Nature, riporta che le persone asintomatiche che sono risultate positive al COVID-19 non trasmettono l’infezione ad altri

 

Considerando che i mandati delle maschere e i lockdown sono tutti basati sulla teoria secondo cui «casi positivi» asintomatici possono ancora trasmettere la malattia, questa è potenzialmente un’informazione importante per aiutare a pianificare una risposta più efficace al virus.

 

Almeno, ancora una volta, dovrebbe stimolare ulteriori studi di vasta portata per confermare o negare lo studio di Wuhan.

 

Sappiamo, sulla base di informazioni provenienti da fonti ampiamente accettate come il CDC e l’Organizzazione mondiale della sanità, che i lockdown possono avere un effetto negativo molto grave sulla società. Il 14 luglio, il direttore del CDC Robert Redfield ha dichiarato a un seminario che i blocchi stanno causando più morti di COVID.

Il 14 luglio, il direttore del CDC Robert Redfield ha dichiarato a un seminario che i blocchi stanno causando più morti di COVID

 

Quindi, se c’è un modo per continuare a combattere COVID e proteggere i più a rischio riducendo drasticamente le morti legate ai lockdown, non vale la pena prenderlo in considerazione? Questo non vale almeno qualche ulteriore ricerca?

 

Beh, non secondo i media mainstream. Hanno stabilito la loro narrativa e non stanno per cambiare. I due studi sono fatalmente viziati, riferiscono. Ovviamente potrebbe essere così, ma non è questo un argomento per tentare di replicare gli studi per dimostrarlo?

 

I media mainstream hanno stabilito la loro narrativa e non stanno per cambiare

Questo sarebbe l’approccio scientifico. Purtroppo, «fidati della scienza» è diventato il significato di «fidati della narrativa che sto appoggiando». Questo è un modo di pensare molto pericoloso e può rivelarsi mortale.

 

 

Ron Paul

 

 

«Fidati della scienza» è diventato il significato di «fidati della narrativa che sto appoggiando»

 

 

Il dottor Ron Paul, medico, è un ex deputato degli Stati Uniti per lo stato del Texas. Ron Paul è padre del senatore del Kentucky Rand Paul.

 

 

Articolo previamente apparso sul sito del Ron Paul Institute for Peace and Prosperity, ripubblicato secondo le indicazioni.