«Glitch» in Michigan: «problema tecnico» del software ha erroneamente dato migliaia di voti a Biden in 47 contee compromesse

 

 

 

 

 

Il software utilizzato per classificare i voti espressi in 47 contee del Michigan ha erroneamente dato 6.000 voti a Joe Biden, secondo Laura Cox, la presidente del Partito Repubblicano dello Stato.

 

«Nella contea di Antrim, le schede elettorali per repubblicani sono state contate per i democratici, causando un’oscillazione  di 6.000 voti contro i nostri candidati. L’impiegato della contea si è fatto avanti e ha detto che” il software di tabulazione ha avuto problemi e ha causato un errore di calcolo del voto”. Da allora, abbiamo scoperto che le 47 contee utilizzavano lo stesso software con la stessa capacità».

«Nella contea di Antrim, le schede elettorali per repubblicani sono state contate per i democratici, causando un’oscillazione  di 6.000 voti contro i nostri candidati»

 

«La contea di Antrim doveva contare a mano tutte le schede elettorali e queste contee che hanno utilizzato il software devono esaminare attentamente i risultati per discrepanze simili» ha aggiunto la Cox.

 

Zerohedge nota che nel 2016 Trump ha vinto la contea di Antrim  con il 62% dei voti contro il 33% di Hillary Clinton.

Nel frattempo, nella contea di Oakland, nel Michigan , è stato scoperto un altro problema tecnico del computer che ha dato la vittoria alla democratica Melanie Hartman. Una volta risolta, la sua vittoria è stata annullata e l’incumbent (candidato già in carica) Adam Kochenderfer è stato dichiarato vincitore.

 

Nel 2016 Trump ha vinto la contea di Antrim  con il 62% dei voti contro il 33% di Hillary Clinton

Secondo il Detroit Free Press , i funzionari stanno indagando sull’errore .

 

«A quanto pare, c’è stato un problema tecnico a Rochester Hills. E così, in realtà, ho vinto con poco più di 1.100 voti» ha detto Kochenderfer.

 

La Portavoce della Casa Bianca Kayleigh McEnany aveva twittato già venerdì sulle  «irregolarità» del Michigan

Secondo la Free Press , «Il margine era di 1.127 voti, per l’esattezza. Questo gli ha dato una quota del 51,67% del totale (con il 48,23% al suo avversario, Hartman)».

 

«Sono molto grato ai funzionari che hanno colto l’errore, ma dobbiamo assicurarci di rilevare questi problemi, o prevenirli del tutto», ha aggiunto Kochenderfer.

 

Il procuratore generale dello Utah Sean Reyes afferma che le elezioni sono state «compromesse»

La Portavoce della Casa Bianca Kayleigh McEnany aveva twittato già venerdì sulle  «irregolarità» del Michigan.

 

Tutti i glitch vanno nella medesima direzione… E chissà perché

Il procuratore generale dello Utah Sean Reyes afferma che le elezioni sono state «compromesse» e sta prendendo un congedo personale per aiutare la campagna di Trump a indagare.

 

Come fa notare qualche osservatore, tutti i glitch vanno nella medesima direzione… E chissà perché.