Il vaccino di Moderna ha utilizzato linee cellulari di feto abortito nella ricerca e nei test

 

 

 

Renovatio 21 traduce questo importante articolo dell’associazione americana Children of God for Life, con cui Renovatio 21 aveva collaborato per la conferenza sulle linee cellulari da feto abortito «Fede, Scienza e Coscienza» svoltasi a Roma nel marzo 2019.

 

Questo scritto e fa luce sulle zone d’ombra inerenti la presunta liceità morale del vaccino «anti-Covid» progettato dalla casa farmaceutica Moderna, considerata tra le «finaliste» per i candidati vaccini anti-coronavirus, e beneficiaria dei danari pubblici miliardari dell’Operazione Warp Speed lanciata da Washington.

 

Possiamo dire che è sconvolgente come, anche nel mondo «cattolico», non vi sia sensibilità per questo argomento sconvolgete. Purtroppo, in molti si scordano della filiera di morte che sta dietro ai vaccini; costoro evidentemente pensano che conti solo il prodotto finale, quasi che il processo per raggiungerlo, anzi, il processo e le sue vittime, non contino nulla.

La linea cellulare fetale HEK-293 è stata effettivamente ed ampiamente utilizzata da Moderna in numerosi brevetti nella progettazione fondamentale della tecnologia mRNA, nella proteina Spike e nella ricerca, nello sviluppo, nella produzione e nei vari test

 

 

 

Molti di voi hanno chiesto informazioni sul vaccino COVID-19 di Moderna: se utilizza o meno linee cellulari di feto abortito. Le informazioni che riporteremo anche attraverso una serie di link utili, contengono tutte le prove fruibili per chiunque abbia bisogno di dimostrare che la linea cellulare fetale HEK-293 è stata effettivamente ed ampiamente utilizzata da Moderna in numerosi brevetti nella progettazione fondamentale della tecnologia mRNA, nella proteina Spike e nella ricerca, nello sviluppo, nella produzione e nei vari test.

 

A differenza dei tradizionali vaccini per colture cellulari in cui i virus vengono coltivati su una linea cellulare, i vaccini a mRNA non utilizzano affatto le cellule per quello scopo e quindi non ci sono vere e proprie cellule o frammenti cellulari nei vaccini. Alcuni sostengono che poiché non ci sono vere e proprie linee cellulari di feti abortiti nei vaccini, il problema morale non sussiste. Niente potrebbe essere più lontano dalla verità perché le linee cellulari di feto abortito erano sicuramente parte integrante del vaccino di Moderna.

 

Ora, altri sostengono che alcuni dei brevetti che stiamo citando non sono per il vaccino vero e proprio, tuttavia ciò è del tutto irrilevante perché la tecnologia è stata stabilita utilizzando cellule fetali di bambini abortiti. E non importa che le cellule non vengano utilizzate più e più volte nemmeno dal punto di vista morale. Questo vale anche per la proteina Spike prodotta utilizzando anche le linea cellulare HEK-293. Una volta che la proteina è stata costruita, le cellule non vengono più utilizzate. Ma la proteina è usata e l’mRNA è usato ed entrambi sono stati costruiti su una tecnologia che ha ampiamente utilizzato cellule di feto abortito, rendendo il vaccino assolutamente immorale dall’inizio alla fine.

Alcuni sostengono che poiché non ci sono vere e proprie linee cellulari di feti abortiti nei vaccini, il problema morale non sussiste. Niente potrebbe essere più lontano dalla verità perché le linee cellulari di feto abortito erano sicuramente parte integrante del vaccino di Moderna

 

Quindi diamo un’occhiata ai fatti. Moderna e il National Institutes of Health (NIH) hanno lavorato congiuntamente sul vaccino COVID-19 come annunciato in diverse pubblicazioni all’inizio del 2020. A partire da qui

 

Citiamo:

 

«L’Istituto nazionale per le allergie e le malattie infettive ha collaborato con Moderna su questo vaccino. Gli scienziati del NIAID hanno realizzato il costrutto o prototipo del vaccino e l’agenzia sta conducendo la sperimentazione di fase 1»

 

E ancora si può leggere in questo articolo:

 

Nel vaccino la proteina spike è usata e l’mRNA è usato ed entrambi sono stati costruiti su una tecnologia che ha ampiamente utilizzato cellule di feto abortito, rendendo il vaccino assolutamente immorale dall’inizio alla fine

«NIAID sta collaborando con Moderna su un vaccino a mRNA contro nCov-19. Il virologo Fauci ha dichiarato: “Stiamo prendendo il gene per la proteina spike S e inserendolo in una piattaforma di mRNA per creare un vaccino”».

 

La proteina Spike faceva parte della joint venture NIAID, e il NHI ha di fatto creato la proteina Spike:

 

Citiamo ancora dall’articolo appena iperlinkato: 

 

«MRNA-1273 è un vaccino a mRNA contro il nuovo coronavirus che codifica per una forma stabilizzata in prefusione della proteina Spike (S), che è stata selezionata da Moderna in collaborazione con i ricercatori del NIAID Vaccine Research Center (VRC)».

L’uso di HEK da parte di Moderna non è nuovo: anche i precedenti brevetti del 2015 ne dimostrano l’utilizzo.

 

L’articolo inerente a questo lavoro del NAID si può trovare qui.

 

«È importante sottolineare — si legge — che i nuovi dati supportano l’approccio del NIAID a un vaccino basato su geni per COVID-19 e saranno utili anche in altri approcci vaccinali, inclusi i vaccini a base di proteine e altri approcci di somministrazione basati su acidi nucleici o vettori. Gli scienziati del NIAID hanno progettato l’antigene spike stabilizzato sulla base delle conoscenze precedenti ottenute dallo studio di altre strutture spike del coronavirus. NIAID e la società di biotecnologie Moderna, con sede a Cambridge, Massachusetts, stanno sviluppando un vaccino a RNA messaggero (mRNA), che dirige le cellule del corpo ad esprimere il picco nella sua conformazione di prefusione per suscitare una risposta immunitaria».

Se qualcuno avesse ancora bisogno di convincersi che Moderna utilizza le linea cellulare HEK-293, può infine trovarne conferma direttamente dal sito di Moderna e dalla loro pagina delle pubblicazioni

 

E se ciò non bastasse, l’uso di HEK da parte di Moderna non è nuovo: anche i precedenti brevetti del 2015 ne dimostrano l’utilizzo.

 

Se qualcuno avesse ancora bisogno di convincersi che Moderna utilizza le linea cellulare HEK-293, può infine trovarne conferma direttamente dal sito di Moderna e dalla loro pagina delle pubblicazioni.