Fulmini uccidono quasi 120 persone in India in un solo giorno

 

 

 

 

 

I fulmini hanno ucciso quasi 120 persone giovedì scorso mentre forti temporali hanno colpito l’India settentrionale durante le piogge monsoniche annuali.

 

Il Bihar, uno degli stati più poveri dell’India, è stato il più colpito, con 95 persone uccise, secondo Avinash Kumar, un alto funzionario della gestione delle catastrofi nello stato.

 

Peste, cavallette, fulmini assassini: diciamo pure che questo 2020 è un anno «speciale».

Tra i morti ci sono diversi bambini e contadini che stavano lavorando i loro campi, secondo i media locali. Molte delle vittime erano andate a nutrire il bestiame o a piantare colture fresche.

 

Le saette ammazzano oltre 2.000 persone all’anno in India, ma il bilancio di un solo giorno, lo scorso giovedì, è stato di certo il più mortale della memoria recente.

Tra i morti ci sono diversi bambini e contadini che stavano lavorando i loro campi

 

L’anno scorso, 1.333 persone sono morte in fulmini durante quattro mesi, secondo un rapporto di un gruppo non governativo che mira a ridurre tali morti. La maggior parte degli uccisi viveva in zone rurali, diceva, e si era riparata sotto gli alberi quando un fulmine ha colpito. In alcune aree, le autorità locali hanno iniziato a utilizzare messaggi di testo o app mobili per avvisare i residenti di potenziali attività di fulmini basate sui dati e le previsioni dei sensori.

 

Un temporale può produrre centinaia di fulmini, alcuni dei quali rimangono tra le nuvole mentre altri colpiscono il suolo.

Le saette ammazzano oltre 2.000 persone all’anno in India, ma il bilancio di un solo giorno, lo scorso giovedì, è stato di certo il più mortale della memoria recente

 

Il governo dell’Uttar Pradesh, lo stato più popoloso dell’India appena ad ovest del Bihar, ha dichiarato giovedì che 24 persone sono state uccise da un fulmine.

 

Peste, cavallette, fulmini assassini: diciamo pure che questo 2020 è un anno «speciale».