I casi di influenza vengono contati come C-19, dice l’epidemiologo

 

 

 

L’epidemiologo Knut Wittkowski afferma che il massiccio calo dei casi di influenza può essere attribuito al fatto che molti vengono erroneamente contati come casi COVID-19.

 

Wittkowski, ex Capo del  Dipartimento di Biostatistica ed Epidemiologia presso la Rockefeller University, ha avvertito che «l’influenza è stata in gran parte ribattezzata COVID-19».

«L’influenza è stata in gran parte ribattezzata COVID-19»

 

Secondo i dati del CDC, il tasso cumulativo di test positivi sull’influenza dalla fine di settembre alla settimana del 19 dicembre è stato solo dello 0,2%, rispetto all’8,7% di un anno prima.

 

Secondo Wittkowski, ciò è dovuto al fatto che molte infezioni influenzali vengono erroneamente etichettate come casi di coronavirus.

 

Il tasso cumulativo di test positivi sull’influenza dalla fine di settembre alla settimana del 19 dicembre è stato solo dello 0,2%, rispetto all’8,7% di un anno prima

«Ci possono essere un certo numero di casi di influenza inclusi nella categoria “presunto COVID-19″di persone che hanno sintomi COVID-19 (che possono essere scambiati per sintomi influenzali), ma non sono testati per l’RNA della SARS», ha detto Wittkowski al sito Justhenews.

 

Quei pazienti potrebbero «anche avere dell’RNA della SARS nel naso mentre sono infettati dall’influenza, nel qual caso l’influenza sarebbe» confermata «come COVID-19», ha spiegato lo scienziato.

 

Wittkowski sfida l’idea che le maschere e l’allontanamento sociale abbiano portato a un calo dei casi di influenza, affermando che l’influenza e i virus COVID-19 sono «più simili di quanto le persone vogliano riconoscere».

 

L’influenza e i virus COVID-19 sono «più simili di quanto le persone vogliano riconoscere»

«La gente sa che tutti indossano mascherine e mantengono il distanziamento, quindi le persone vogliono tirare fuori le cose che vanno bene», ha detto.

 

In luoghi come la California e la Pennsylvania, dove è più comune indossare la mascherina, i casi di COVID-19 hanno continuato a salire alle stelle, scrive Summit News.

 

Come osserva Just the News, «i dati indicano che più di nove americani su 10 nella maggior parte degli Stati indossano regolarmente mascherine in pubblico; questi numeri sono stati superiori all’80% dall’inizio dell’autunno.

In luoghi come la California e la Pennsylvania, dove è più comune indossare la mascherina, i casi di COVID-19 hanno continuato a salire alle stelle

 

Tuttavia, i test COVID-19 medi positivi si sono moltiplicati di quasi sette volte dal picco primaverile».