Ente di trasporto globale sviluppa «Travel Pass» per collegare la prova di vaccinazione ai passaporti

 

 

 

Il più grande gruppo di lobby del trasporto aereo del mondo sta sviluppando un’app globale «COVID Travel pass» che collegherà lo stato della vaccinazione e i risultati dei test del coronavirus ai documenti di viaggio di una persona.

 

L’International Air Transport Association (IATA), che rappresenta le compagnie aeree di tutto il mondo, ha annunciato che la sua app sarà testata dalla società madre di British Airways  entro la fine dell’anno, con il lancio completo previsto per primi mesi del 2021.

 

L’app globale «COVID Travel pass»  collegherà lo stato della vaccinazione e i risultati dei test del coronavirus ai documenti di viaggio di una persona

Sarà disponibile per tutti i dispositivi mobili Apple e Android e mostrerà una versione elettronica del passaporto di una persona insieme alla «prova di vaccinazione» ufficiale e ai risultati dei test.

 

«La nostra priorità principale è riportare le persone a viaggiare in sicurezza. Ciò significa dare ai governi la certezza che i test sistematici del COVID-19 possono funzionare in sostituzione dei requisiti di quarantena», ha affermato il vicepresidente senior della IATA Nick Careen.

 

Il direttore generale e CEO della IATA, Alexandre de Juniac, ha anche detto all’agenzia di stampa Deutsche Welle che l’organismo propone una procedura di test sistematica per tutti i passeggeri che desiderano volare.

 

Il Travel Pass della IATA è diverso dal CommonPass, un programma sponsorizzato dal World Economic Forum, che sta spingendo per un «Great Reset» post-COVID che vuole resettare e trasformare il mondo.

Il Travel Pass della IATA è diverso dal CommonPass, un programma sponsorizzato dal World Economic Forum, che sta spingendo per un «Great Reset» post-COVID che vuole resettare e trasformare il mondo.

 

Una terza app «passaporto COVID» chiamata AOKpass della società di sicurezza di viaggio International SOS è attualmente in fase di sperimentazione tra Abu Dhabi e il Pakistan, riporta Summit News.

 

Il co-fondatore di International SOS, Arnaud Vaissie, ha detto ai giornalisti che «c’è una massiccia domanda repressa», così come «un’enorme paura di viaggiare e questo è ciò che stiamo cercando di mitigare».

Una terza app «passaporto COVID» chiamata AOKpass della società di sicurezza di viaggio International SOS è attualmente in fase di sperimentazione tra Abu Dhabi e il Pakistan

 

Gli sviluppi arrivano sulla scia del CEO di Qantas Airlines che dichiara che il vaccino COVID-19 sarà obbligatorio per chiunque si imbarchi sui voli e che ciò diventerà la norma per tutti i viaggi internazionali.

 

La Cina in settimana ha fatto sapere di avere in preparazione un codice QR per monitorare i viaggi internazionali.

 

La questione del passaporto vaccinale, come riportato da mesi da Renovatio 21, era allo studio non da mesi, ma da anni. L’idea che voleranno solo i vaccinati, di fatto, non è più solo un’idea.

 

Nel frattempo si moltiplicano ingiustizie e financo violenze sui viaggiatori, anche intere famiglie, accusati di non portare correttamente la mascherina

Nel frattempo si moltiplicano ingiustizie e financo violenze sui viaggiatori, anche intere famiglie, accusati di non portare correttamente la mascherina.

 

La situazione delle compagnie aeree, tra direttive illegali draconiane e autoassoluzioni da parte dei colossi del volo, vira ogni giorno di più verso l’assurdo.