Connettiti con Renovato 21

Armi biologiche

I vaccini come guerra biologica?

Pubblicato

il

Il dipartimento della biologia molecolare dell’ala medica 59esima brigata dell’aviazione degli USA ha rivelato di aver raccolto specificamente campioni di RNA russo, suscitando forti timori in Russia a causa di un possibile programma di armi biologiche diretto dagli Stati Uniti.

 

L’articolo di TeleSUR,«La ‘bomba etnica’ dall’aeronautica statunitense conferma la correlazione di DNA russo» riferisce

 

«La Russia ha sollevato la sua preoccupazione per i tentativi delle forze armate statunitensi di raccogliere campioni di DNA dai cittadini russi, rilevando il potenziale uso di tali campioni biologici allo scopo di creare nuove armi per la guerra genetica. L’aeronautica statunitense ha cercato di calmare le preoccupazioni del Cremlino, osservando che i campioni sarebbero stati utilizzati solo per i cosiddetti scopi di “ricerca”, e non per il bioterrorismo. Rivolgendosi ai rapporti russi, il portavoce del Comando della US Air Education and Training Captain Beau Downey ha detto che il suo centro ha scelto a caso il popolo russo come fonte di materiale genetico, per favorire la sua continua ricerca del sistema muscolo-scheletrico».

“Il rapporto affermerebbe inoltre che l’uso di campioni di tessuti russi nello studio USAF ha alimentato il sospetto che il Pentagono continui a tentare di sviluppare una presunta ‘arma biologica’ rivolta specificamente contro i russi”

 

Il rapporto affermerebbe inoltre che «l’uso di campioni di tessuti russi nello studio USAF ha alimentato il sospetto che il Pentagono continui a tentare di sviluppare una presunta “arma biologica” rivolta specificamente contro i russi».

 

Il presidente russo Vladimir Putin avrebbe dichiarato:

 

«Sapete che il materiale biologico viene raccolto in tutto il paese, in diversi gruppi etnici e persone che vivono in diverse regioni geografiche della Federazione Russa? La domanda è: perché viene eseguita questa raccolta? È stato fatto intenzionalmente e professionalmente».

 

E mentre le forze armate statunitensi tentavano di respingere l’idea che qualsiasi tipo di arma biologica etnico-specifica fosse oggetto di ricerca, la presunzione che tale arma possa presto esistere non è affatto inverosimile.

 

I documenti politici statunitensi le hanno incluse nella pianificazione generale geopolitica e militare dell’America per quasi due decenni, e l’Aeronautica statunitense stessa ha prodotto documenti riguardanti le varie combinazioni in cui queste armi potrebbero essere utilizzate.

 

C’è anche la storia inquietante delle nazioni allineate occidentali che hanno creato armi biologiche specifiche etniche in passato, incluso il regime di apartheid in Sud Africa, che ha cercato di utilizzare il suo programma nazionale di vaccinazione come copertura per sterilizzare segretamente la popolazione nera.

 

“Il regime dell’apartheid in Sud Africa, che ha cercato di utilizzare il suo programma nazionale di vaccinazione come copertura per sterilizzare segretamente la popolazione nera”

Nel rapporto scritto dai neoconservatori Progetto per un nuovo secolo americano (PNAC) del 2000 intitolato Rebuilding Amercan Defenses si afferma:

 

«La proliferazione di missili balistici, da crociera e di velivoli senza pilota a lungo raggio (UAV) renderà molto più facile proiettare l’energia militare in tutto il mondo. Le munizioni stesse diventeranno sempre più accurate, mentre i nuovi metodi di attacco – elettronico, “non letale”,  biologico  – saranno più ampiamente disponibili. ( p.71 del pdf ) 

 

Nello stesso documento è inoltre dichiarato:

 

«Anche se ci vorrà qualche decennio perché il processo di trasformazione si svolga, nel tempo, l’arte della guerra in aria, terra e mare sarà molto diversa da quella attuale,  e il “combattimento” probabilmente avrà luogo in nuove dimensioni: nello spazio, nel “cyber-spazio” e forse  il mondo dei microbi».  ( p.72 del pdf )

 

E infine:

«Forme avanzate di guerra biologica che possono “indirizzare” specifici genotipi possono trasformare la guerra biologica dal regno del terrore in uno strumento politicamente utile». ( p.72 del pdf)

 

Più di recente – precisamente nel 2010 – l’aeronautica statunitense in un   documento di controproliferazione intitolato “Biotecnologie: patogeni geneticamente modificati”  ,elenca  diversi modi in cui tali armi potrebbero essere utilizzate:

 

«Il gruppo JASON, composto da scienziati accademici, è stato consulente tecnico del governo degli Stati Uniti. Il loro studio ha generato sei vaste classi di patogeni geneticamente modificati che potrebbero rappresentare gravi minacce per la società. Questi includono -pur non limitandosi solo a queste- armi biologiche, geni,, terapia genica come arma, virus furtivi, malattie scambiabili e altre malattie progettate su misura». 

 

Il documento discute la possibilità di ideare una «malattia che potrebbe spazzare via un’intera popolazione o un determinato gruppo etnico». 

 

Il Progetto Coast ieri ed oggi 

L’idea che l’Occidente possa utilizzare tali armi ha già un precedente allarmante. Per quanto riguarda il regime dell’apartheid in Sud Africa – il rapporto delle Nazioni Unite intitolato  Project Coast: il programma di guerra chimica e biologica dell’apartheid spiega quanto segue:

 

“L’arte della guerra in aria, terra e mare sarà molto diversa da quella attuale, e il “combattimento” probabilmente avrà luogo in nuove dimensioni: nello spazio, nel “cyber-spazio”

 

«C’era qualche interazione tra Roodeplaat Research Laboratories (RRL) e Delta G [laboratori di armi biologiche e chimiche], con Delta G che ha preso parte ad alcuni dei progetti di biochimica RRL RRL, facendo test su animali di alcuni prodotti targati proprio Delta G. Un esempio di questa interazione ha riguardato il lavoro di anti-fertilità.  Secondo i documenti di RRL [Roodeplaat Research Laboratories], la struttura aveva un certo numero di progetti registrati volti a sviluppare un vaccino anti-fertilità. Questo è stato un progetto personale del primo amministratore delegato di RRL, il dott. Daniel Goosen. Goosen, che aveva fatto ricerche sui trapianti di embrioni, disse alla TRC che lui e Basson avevano discusso la possibilità di sviluppare un vaccino anti-fertilità che possa essere somministrato in modo selettivo, senza la conoscenza del ricevente. L’intenzione, disse, era di somministrarla a donne sudafricane, a loro insaputa».

 

A quel tempo, la tecnologia sembrava non essere sufficientemente matura per realizzare le ambizioni del regime dell’apartheid.

 

La suddetta carta della US Air Force entrerebbe anche nei dettagli riguardanti ciascuna arma elencata, inclusa una terapia genica: «La terapia genica potrebbe essere solo la pallottola d’argento per il trattamento delle malattie genetiche umane. Questo processo comporta la sostituzione di un gene cattivo con un buon gene per normalizzare la condizione del ricevente. Il trasferimento del gene “sano” richiede che un vettore raggiunga il suo obiettivo. I vettori comunemente utilizzati sono virus geneticamente modificati per trasportare DNA umano normale come retrovirus, adenovirus, virus adeno-associati e virus herpes simplex».

 

La terapia genica è già stata utilizzata durante gli studi clinici per curare in modo permanente tutto, dai tumori del sangue alle malattie genetiche rare . Il New York Times, in un articolo intitolato «La terapia genica crea una pelle sostitutiva per salvare un moribondo», riferirebbe una delle ultime scoperte, affermando:

 

«I medici in Europa hanno usato la terapia genica per far crescere strati di pelle sana che hanno salvato la vita di un ragazzo con una malattia genetica, la quale aveva distrutto la maggior parte della sua pelle, secondo quanto riferito dal team sulla rivista Nature. Questo non è stato il primo utilizzo del trattamento, che aggiunge la terapia genica a una tecnica sviluppata per coltivare innesti cutanei per le vittime di ustioni».

 

Si potrebbe immaginare un’arma malvagia usata al contrario per eliminare i geni che mantengono la pelle sana, causando la formazione di vesciche sulla pelle della vittima e la caduta.

 

Nell’utilizzare la terapia genica come arma, il rapporto della US Air Force noterebbe:

 

«Si prevede che la terapia genica aumenti di popolarità. Continuerà a essere migliorato e potrebbe essere indubbiamente scelto come arma biologica. La rapida crescita della biotecnologia potrebbe innescare maggiori opportunità di trovare nuovi modi per combattere le malattie o crearne di nuove. Le nazioni che sono attrezzate per gestire le biotecnologie probabilmente considereranno la terapia genica una valida arma biologica. Gruppi o individui senza risorse o finanziamenti troveranno difficile produrre questa arma biologica» .

 

Si potrebbe immaginare un’arma malvagia usata al contrario per eliminare i geni che mantengono la pelle sana, causando la formazione di vesciche sulla pelle della vittima e la caduta.

 

Riguardo ai «virus invisibili», una variante della tecnica di terapia genica armata, il rapporto afferma:

 

«Il concetto base di questa potenziale arma biologica è “produrre un’infezione virale criptica, strettamente regolata, che può entrare e diffondersi nelle cellule umane usando vettori” (simile alla terapia genica) e poi rimanere latente per un periodo di tempo, fino a quando non viene innescata da un segnale esterno. Il segnale quindi potrebbe stimolare il virus a causare gravi danni al sistema. I virus stealth potrebbero anche essere adattati per infettare segretamente una popolazione mirata per un lungo periodo, usando la minaccia di attivazione per ricattare il bersaglio da colpire».

 

Con le terapie geniche già approvate per la vendita nell’Unione Europea e negli Stati Uniti, e con altre in arrivo, non è esagerato pensare alla possibilità che anche le terapie geniche nascoste siano già state sviluppate e in attesa, o già dispiegate, come «virus stealth».

 

 

Sviluppo e distribuzione

Gli Stati Uniti mantengono una rete globale di laboratori medico-militari e centri di ricerca.

 

Oltre alla 59a coinvolta nella raccolta del materiale genetico russo, gli Stati Uniti coprono l’intera regione del sud-est asiatico da Bangkok, in Thailandia, con il loro Istituto di ricerca delle scienze mediche (AFIRMS).

 

Il sito Web dell’ambasciata americana in Thailandia afferma che AFIRMS è la più grande rete mondiale di laboratori medici militari, sostenendo che «AFIRMS è la più grande rete mondiale di laboratori di ricerca medica Overseas del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, con laboratori gemelli in Perù, Kenya, Egitto e nelle Repubbliche di Georgia e Singapore. USAMD-AFRIMS ha circa 460 membri dello staff (prevalentemente tailandesi e statunitensi) e un budget di ricerca annuale di circa 30-35 milioni di dollari».

 

Con laboratori in Sud America, Europa, Africa e Asia – e attraverso l’uso di subappaltatori – l’esercito statunitense ha accesso a una varietà di materiali e strutture genetiche per condurre ricerche e sviluppare tutte le armi descritte dai documenti politici.

 

“Il concetto base di questa potenziale arma biologica è “produrre un’infezione virale criptica, strettamente regolata, che può entrare e diffondersi nelle cellule umane usando vettori” (simile alla terapia genica) e poi rimanere latente per un periodo di tempo, fino a quando non viene innescata da un segnale esterno. Il segnale quindi potrebbe stimolare il virus a causare gravi danni al sistema. I virus stealth potrebbero anche essere adattati per infettare segretamente una popolazione mirata per un lungo periodo, usando la minaccia di attivazione per ricattare il bersaglio da colpire”

 

Attraverso i programmi finanziati dal Dipartimento di Stato degli Stati Uniti, gli stessi USA potrebbero facilmente creare campagne per la vaccinazione e «cliniche» per fornire le armi biologiche sopra descritte in una varietà di modi.

 

Il documento dell’US Air Force sottolineava altresì che «gli attacchi di guerra biologica possono assomigliare a un fenomeno di epidemie naturali e sarebbe molto difficile risalire alla fonte, sottovalutando così le azioni e le intenzione del perpetratore».

 

E in effetti, le nazioni senza la capacità di sequenziare, rilevare e reagire in modo indipendente a armi biologiche genetiche etniche specifiche, potrebbero essere già state prese di mira, o potrebbero essere prese di mira in qualsiasi momento senza alcun mezzo di conoscenza, per non parlare degli inesistenti mezzi per reagire.

 

D’altra parte le nazioni che non dispongono di un’industria biotech ben sviluppata, senza laboratori militari focalizzati sia sul rilevamento che sul lancio di una guerra biologica con tali armi, partono con un notevole svantaggio.

 

Per rimuovere la benda sugli occhi, i governi e le istituzioni militari di tutto il mondo, così come le comunità e le istituzioni locali, dovrebbero sviluppare e avere accesso a un mezzo rapido ed efficiente per sequenziare il DNA, individuare anomalie e sviluppare possibili terapie geniche correttive per riparare in caso di uso DNA militari dannosi introdotti sulla popolazione.

 

La sorveglianza della guerra biologica dovrebbe essere effettuata non solo attraverso la popolazione di una nazione, ma anche attraverso la sua offerta di cibo e acqua, nonché il suo patrimonio zootecnico, la fauna selvatica e le popolazioni di insetti. Le colture geneticamente modificate sono state progettate per colpire e spegnere i geni negli insetti e potrebbero essere altrettanto facilmente utilizzate per colpire i geni umani.

 

Nell’articolo di Science Daily, «Le colture che uccidono i parassiti uccidendo i loro geni», è affermato:

 

«Le piante fanno parte di quegli eucarioti che possono “spegnere” uno o più dei loro geni usando un processo chiamato interferenza RNA per bloccare la traduzione delle proteine. I ricercatori stanno ora intraprendendo questo processo con colture ingegneristiche per produrre specifici frammenti di RNA che, dopo l’ingestione da parte di insetti, provocano interferenze RNA per arrestare un gene – bersaglio essenziale per la vita o la riproduzione, uccidendo o sterilizzando gli insetti».

 

Gli studi sono ancora in corso per determinare quali danni gli organismi geneticamente modificati (OGM), nel loro stato attuale, stanno facendo per la salute umana. Individuare e reagire a OGM sottili e armati sarà ancora più difficile.

“L’uso di zanzare geneticamente modificate per fornire «vaccini» presenta un altro possibile vettore per le biotecnologie armate.”

 

L’uso di zanzare geneticamente modificate per fornire «vaccini» presenta un altro possibile vettore per le biotecnologie armate. La volontà sempre più globale di molti programmi atti alla vaccinazione di massa è anche un pericolo incombente, soprattutto dal momento che questi programmi sono diretti principalmente da potenze occidentali, molte delle quali hanno protetto, cooperato e persino aiutato e favorito il regime dell’Apartheid sudafricano, anche con i vari programmi di armamento biotech.

 

In un mondo in cui la guerra si estende allo spazio cibernetico e genetico, le nazioni che non dispongono di sistemi sanitari umani indipendenti in grado di produrre i propri vaccini o di gestire la propria biodiversità si trovano indifese come le nazioni senza eserciti, flotte o forze aeree. Per quanto impressionanti siano le capacità militari convenzionali di una nazione, la mancanza di una pianificazione e di difese adeguate per questa nuova minaccia biotech attenua tutti i possibili vantaggi e massimizza questa fatale debolezza.

 

La capacità di«scansionare» il nostro DNA e individuare il gene dannoso, di rimuoverlo o applicarlo e di sviluppare salvaguardie contro di esso, includendo il backup dei singoli genomi biologicamente e digitalmente non impedirà completamente alle armi biologiche di creare danni, ma mitigherà il loro impatto.

 

A differenza delle armi nucleari, la ricerca e lo sviluppo di questi strumenti biotecnologici sono accessibili praticamente a qualsiasi governo nazionale e persino a molte istituzioni private. Integrare la biotecnologia nella pianificazione e nella realizzazione della sicurezza nazionale di una nazione non è più facoltativo. Se gli strumenti per manipolare e indirizzare i geni per sempre esistono già, esistono anche gli strumenti per abusarne.

 

 

 

 

 

 

Continua a leggere

Armi biologiche

Kennedy: Fauci ha una «storia oscura» che deve essere portata alla luce

Pubblicato

il

Da

Renovatio 21 traduce questo articolo per gentile concessione di Children’s Health Defense.

 

 

In un episodio di Conversations That Matter, Robert F. Kennedy, Jr., autore di The Real Anthony Fauci, ha detto al conduttore Alex Newman che Fauci ha una «storia oscura» che deve essere svelata.

 

 

 

In un episodio di Conversations That Matter, Robert F. Kennedy, Jr. ha detto al conduttore Alex Newman che il dottor Anthony Fauci, Bill Gates e i loro alleati stanno usando il COVID per portare l’umanità sotto il dominio totalitario globale.

 

Kennedy, presidente e capo consulente legale per Children’s Health Defense, è autore del bestseller The Real Anthony Fauci: Bill Gates, Big Pharma, and the Global War on Democracy and Public Health.

 

Kennedy ha detto a Newman che Fauci è  il «J. Edgar Hoover della sanità pubblica», e ha una storia oscura che deve essere smascherata.

 

«Fauci ha orchestrato la trasformazione dell’HHS [Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti] da agenzia di sanità pubblica a incubatore di prodotti farmaceutici e promotore dell’agenda di Big Pharma»

«[Fauci] ha orchestrato la trasformazione dell’HHS [Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti] da agenzia di sanità pubblica a incubatore di prodotti farmaceutici e promotore dell’agenda di Big Pharma».

 

«È riuscito a rimanere in carica per 50 anni, dimostro nel mio libro , non ottenendo effettivamente alcun successo misurabile nella salute pubblica – la salute pubblica è diminuita drasticamente sotto il suo regime – ma piuttosto servendo gli interessi delle aziende farmaceutiche – aiutando a rendere questo Paese la nazione più dipendente dai farmaci al mondo».

 

«La spinta a spacciare sempre più vaccini su tutti è pericolosa e deve essere fermata», ha detto Kennedy

Kennedy ha affermato che le vittime sono in particolare i bambini, con i risultati sanitari americani ora in fondo tra le nazioni industrializzate nonostante spendano di più per la «salute» rispetto ad altri.

 

«La spinta a spacciare sempre più vaccini su tutti è pericolosa e deve essere fermata», ha detto Kennedy.

 

 

Trascrizione

 

Newman : Chi è il vero Anthony Fauci , e perché dovremmo preoccuparci? Non è un simpatico esperto di salute pubblica che vediamo in TV?

 

Kennedy : Anthony Fauci è l’architetto della cattura [controllo da parte di enti esterni, ndr] dell’agenzia all’interno delle agenzie di sanità pubblica.

 

Ha orchestrato la trasformazione dell’HHS [Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti] da agenzia di sanità pubblica a incubatore di prodotti farmaceutici e promotore dell’agenda di Big Pharma.

 

È il J. Edgar Hoover della sanità pubblica. È riuscito a rimanere in carica per 50 anni, dimostro nel mio libro, non ottenendo effettivamente alcun successo misurabile nella salute pubblica – la salute pubblica è diminuita drasticamente sotto il suo regime – ma piuttosto servendo gli interessi delle aziende farmaceutiche – aiutando a rendere questo paese la nazione più dipendente dai farmaci al mondo.

 

Prendiamo tre volte più farmaci rispetto alla media delle altre nazioni occidentali.

 

Paghiamo i prezzi più alti per quei farmaci e abbiamo di gran lunga i peggiori esiti sanitari nell’intero mondo sviluppato. Siamo 79esimi al mondo in termini di risultati di salute totale.

 

Questa generazione di bambini che è diventata maggiorenne durante il regime di Tony Fauci – dal 1984 – è la generazione più malata della storia

Questa generazione di bambini che è diventata maggiorenne durante il regime di Tony Fauci – dal 1984 – è la generazione più malata della storia.

 

Quando è arrivato al NIH [National Institutes of Health], i tassi di malattie croniche [nei nostri figli] nel nostro Paese erano intorno al 6%. Oggi sono il 54%.

 

Per malattie croniche intendo non solo obesità, ma malattie del neurosviluppo come ADD, ADHD, ritardo del linguaggio, ritardo del linguaggio, tic, narcolessia, sindrome di Tourette, autismo.

 

L’autismo è passato da una persona su 10.000 nella mia generazione, che è ancora oggi, a un bambino su 34 nella generazione dei miei figli.

 

L’autismo è passato da una persona su 10.000 nella mia generazione, che è ancora oggi, a un bambino su 34 nella generazione dei miei figli

Durante l’amministrazione di Tony Fauci, le allergie alimentari sono comparse nel 1989. Allergie alle arachidi, celiachia, allergie al grano, tutte queste altre allergie alimentari, poi malattie autoimmuni: artrite reumatoide, diabete giovanile, lupus divennero epidemiche.

 

Queste erano tutte malattie fondamentalmente sconosciute negli anni ’60 e la scienza le fa risalire a innovazioni controllate da Tony Fauci.

 

Non puoi incolpare completamente Tony Fauci – una persona – di questa cascata, di questo tsunami di malattie croniche.

 

Il lavoro di Tony Fauci al NIAID [Istituto Nazionale di Allergie e Malattie Infettive] è quello di ricercare le fonti di queste malattie croniche, malattie immunitarie e malattie allergiche e quindi aiutarci a eliminarle, identificandone le cause.

 

Sappiamo che è una tossina ambientale, deve esserlo. I geni non causano epidemie.

Durante l’amministrazione di Tony Fauci, le allergie alimentari sono comparse nel 1989

 

Quello che mostro nel libro è che invece di fare quella ricerca, spende praticamente tutto il suo budget di 7,7 miliardi di dollari sviluppando nuovi farmaci per le aziende farmaceutiche e facendo ricerche sulle armi biologiche per il Pentagono e per il complesso militare-industriale.

 

1,6 miliardi di dollari all’anno del suo budget vanno essenzialmente allo sviluppo di armi: la ricerca sulle armi biologiche.

 

È l’individuo più pagato del governo federale. Riceve 434.000 dollari all’anno, ovvero 34.000 dollari in più rispetto al presidente degli Stati Uniti. Ha molte, molte altre fonti di reddito insieme a quel lavoro.

 

Il 68% di quel budget proviene dalla sua gestione della ricerca sulle armi biologiche, ed è per questo che è stato costretto a fare gli studi sul guadagno di funzione a Wuhan e a gestirli a Wuhan, perché il Pentagono lo paga per farlo tipo di ricerca e se [non lo fa] perderebbe la maggior parte del suo stipendio.

Invece di fare quella ricerca, spende praticamente tutto il suo budget di 7,7 miliardi di dollari sviluppando nuovi farmaci per le aziende farmaceutiche e facendo ricerche sulle armi biologiche per il Pentagono e per il complesso militare-industriale

 

Newman : Allora, dove si colloca Bill Gates in questa immagine? È il ragazzo amichevole con il maglione, e sta solo regalando miliardi per migliorare la salute pubblica, eppure il tuo libro suggerisce che c’è anche un lato oscuro in tutto questo.

 

Kennedy : Gates ha convocato Anthony Fauci nella sua villa da 87 milioni di dollari sulle rive del lago Washington a Seattle nel 2000 e ha proposto una partnership tra i due che alla fine avrebbe imposto una raffica di vaccinazioni diverse entro il 2020 a ogni uomo, donna e bambino sul terra.

 

Hanno ribattezzato il loro sforzo nel 2009, il «Decennio dei vaccini». Hanno promesso che entro il 2020 i bambini – tutti i bambini  sulla terra sarebbero stati vaccinati – non solo con un vaccino, ma con tutta una serie di vaccini.

 

Gates ha convocato Anthony Fauci nella sua villa da 87 milioni di dollari sulle rive del lago Washington a Seattle nel 2000. Hanno ribattezzato il loro sforzo nel 2009, il «Decennio dei vaccini». Hanno promesso che entro il 2020 i bambini – tutti i bambini  sulla terra sarebbero stati vaccinati – non solo con un vaccino, ma con tutta una serie di vaccini

Gates ha investito pesantemente praticamente in tutte le aziende che producono tutti questi vaccini.

 

Usa la sua filantropia – la chiama filantrocapitalismo perché non è veramente filantropia.

 

Prende 33 miliardi di dollari e li protegge dalle tasse, quindi stiamo effettivamente pagando le sue politiche.

 

Poi ha usato quei soldi per prendere il controllo della politica sanitaria pubblica globale. Fondamentalmente possiede l’OMS [Organizzazione Mondiale della Sanità].

 

Gates ha investito pesantemente praticamente in tutte le aziende che producono tutti questi vaccini (…) ha usato quei soldi per prendere il controllo della politica sanitaria pubblica globale. Fondamentalmente possiede l’OMS

Ha creato una serie di organizzazioni semi-governative che dettano la politica sanitaria globale GAVI , CIFI e altre in cui ha investito pesantemente e che controlla come la Brighton Collaboration.

 

Usa il suo controllo su quelle agenzie per richiedere alle nazioni in via di sviluppo – Africa, Asia, America Latina – di imporre vaccini alle loro popolazioni.

 

Quei Paesi, ad esempio i Paesi africani, dipendono fortemente dall’OMS per i soldi che sostengono i loro ministeri della Salute e che supportano i loro programmi per l’HIV.

 

Quello che fanno Gates e l’OMS è dire a quei Paesi che devi avere una certa quantità di somministrazioni per i vaccini antipolio di Gates, per i suoi vaccini DTP.

Gates usa il suo controllo su quelle agenzie per richiedere alle nazioni in via di sviluppo – Africa, Asia, America Latina – di imporre vaccini alle loro popolazioni.

 

Se, ad esempio, il 70 o l’80% della tua popolazione non riceve quei vaccini, non riceverai i soldi del ministero della Salute.

 

I vaccini che stanno acquistando sono vaccini prodotti da società in cui ha investito personalmente e la Fondazione Gates ha pure investito personalmente.

 

Quando organizzazioni indipendenti, come il governo danese, hanno effettivamente esaminato se quei vaccini salvano vite umane o meno, come sostiene Gates, hanno scoperto che è vero esattamente il contrario.

 

Ad esempio, il vaccino più diffuso al mondo, il vaccino DTP (difterite, tetano e pertosse), che Gates aveva promosso in Africa e in Asia per molti, molti anni come salvavita di decine di milioni di bambini.

 

Quando il governo danese ha finanziato uno studio nel 2017 – il governo danese più lo Statens Serum Institut in Danimarca e un’altra azienda di vaccini – hanno finanziato uno studio, hanno esaminato trent’anni di documenti in Africa, per vedere come stavano i bambini – che avevano ottenuto il vaccino rispetto ai bambini che non l’hanno fatto.

 

Quello che hanno scoperto è che le bambine che hanno ricevuto quel vaccino, mentre erano protette contro la difterite, il tetano e la pertosse, morivano a un tasso dieci volte superiore rispetto alle ragazze non vaccinate.

 

Il vaccino li proteggeva da certi ceppi di alcune malattie infettive, ma aveva cancellato il loro sistema immunitario e li aveva resi estremamente suscettibili alle infezioni minori e in particolare alle infezioni respiratorie.

Quello che fanno Gates e l’OMS è dire a quei Paesi che devi avere una certa quantità di somministrazioni per i vaccini antipolio di Gates, per i suoi vaccini DTP

 

Malnutrizione, anemia, malaria – le altre cose che uccidono molti bambini africani, si scopre che i bambini africani erano molto meno in grado di respingere le malattie rispetto ai bambini il cui sistema immunitario non era stato manomesso.

 

Newman : È assolutamente terrificante.

 

Kennedy : Permettetemi di aggiungere un’altra cosa. Gates ha sostanzialmente trasformato l’OMS dall’agenzia per lo sviluppo, l’igiene, i servizi igienico-sanitari e lo sviluppo economico che era una volta, in un’agenzia che fondamentalmente si occupa di vaccinazioni.

 

Il 50% del budget dell’OMS va al progetto vanità di Gates, che è il vaccino contro la poliomielite, che la maggior parte degli esperti di vaccini nel mondo – molto pro-vaccino– gli ha detto fin dall’inizio  che non funzionerà.

 

Il 50% del budget dell’OMS va al progetto vanità di Gates, che è il vaccino contro la poliomielite, che la maggior parte degli esperti di vaccini nel mondo – molto pro-vaccino– gli ha detto fin dall’inizio  che non funzionerà.

Non eliminerai la poliomielite.

 

E oggi l’OMS ammette che il 70% dei casi di poliomielite nel mondo di oggi sono causati dal vaccino di Gates.

 

Invece di cancellare la malattia, in realtà aggrava il problema. Sta causando epidemie nei Paesi in cui la polio è stata debellata, come il Congo e l’Afghanistan e molti, molti altri paesi.

 

Newman : Questo è stato anche riportato dall’Associated Press sulla base dei dati dell’OMS. L’ho visto anche io a novembre del 2019.

 

Quindi tutto questo pone la domanda, queste persone lo fanno deliberatamente?

 

Sono maniaci malvagi? O è solo una politica stupida e ben intenzionata, e quale pensi che sia il loro programma finale? Solo per fare soldi? Qual è il loro piano?

Oggi l’OMS ammette che il 70% dei casi di poliomielite nel mondo di oggi sono causati dal vaccino di Gates

 

Kennedy : Non è un mistero per me. Gli stessi motivi hanno incentivato le persone dall’inizio del tempo… l’accumulazione di potere.

 

Il potere sulla salute pubblica e la promozione della biosicurezza hanno ormai sostanzialmente soppiantato tutti gli altri obiettivi di politica estera.

 

È stato deliberato. È stato intenzionale. È stato promosso da questi due uomini – da Gates e Fauci – ma avevano molti, molti alleati.

 

Come mostro nel mio libro, le agenzie di Intelligence sono profondamente alleate con il dottor Fauci e con Bill Gates.

 

La CIA ha effettivamente promosso una serie di simulazioni a partire dal 2000 che hanno coinvolto centinaia di migliaia di persone, e Gates e Fauci hanno preso parte a queste.

Il potere sulla salute pubblica e la promozione della biosicurezza hanno ormai sostanzialmente soppiantato tutti gli altri obiettivi di politica estera

 

Sono sempre state promosse dalle agenzie di intelligence e anche dai militari e dalle grandi aziende farmaceutiche.

 

Questo è un allineamento molto, molto sinistro che documento nel libro .

 

A proposito, ci sono 2.200 note a piè di pagina nel libro . Ogni frase che ho, ogni affermazione fattuale, è accuratamente, accuratamente documentata.

 

Chiunque può cercare.

 

Hanno promosso queste simulazioni di pandemia che hanno formato lavoratori in prima linea, medici ospedalieri formati, funzionari medici, funzionari dell’intelligence, funzionari delle forze dell’ordine, lavoratori in prima linea in Europa, Stati Uniti, Australia e Canada.

 

Praticamente ogni anno mettevano su queste simulazioni.

 

Le agenzie di Intelligence sono profondamente alleate con il dottor Fauci e con Bill Gates

Le simulazioni erano simulazioni di pandemia. Cosa fare se arriva una pandemia di coronavirus? Non avevano nulla a che fare con le risposte mediche. Ho pubblicato le trascrizioni nel mio libro .

 

Non si è discusso di come rafforzare il sistema immunitario delle persone, come distribuire vitamina D o zinco o quercetina o come riutilizzare i farmaci, fare cure precoci, come mettere in quarantena i malati e proteggerli dalla malattia e ridurre i ricoveri ospedalieri, e come proteggere la Carta dei diritti.

 

Nulla di tutto ciò è stato mai discusso.

 

L’unica discussione era come si usa una pandemia come pretesto per reprimere, imporre controlli totalitari e per la demolizione controllata della democrazia liberale a livello globale.

L’unica discussione era come si usa una pandemia come pretesto per reprimere, imporre controlli totalitari e per la demolizione controllata della democrazia liberale a livello globale

 

La serie di simulazioni di pandemia che hanno messo su è stata chiamata Operazione Lockstep perché era un modo apparentemente di coordinare le attività di tutte le democrazie liberali in tutto il mondo per far improvvisamente virare i difensori costituzionali verso la censura, i controlli totalitari e l’obliterazione dei diritti costituzionali e civili a livello globale.

 

Molte persone dicono alla gente che questa sembra una pazza teoria della cospirazione, ma chiunque può andare su YouTube e cercare l’Evento 201 , che è uno di quelli famosi.

 

Sono riuscito a trovarne molti, molti di più. Questo accadeva anno dopo anno, anno dopo anno.

 

L’evento 201 si svolge nell’ottobre del 2019 e in quel momento il coronavirus stava già circolando a Wuhan.

 

La migliore stima è che abbia iniziato a circolare il 12 settembre 2019.

 

I cinesi lo sapevano già, e uno dei partecipanti all’Evento 201 – che è al Pierre Hotel di Manhattan è George Gao – era a capo del CDC cinese.

 

Le altre persone sono militari, le società di social media, le grandi società di media come Bloomberg e Washington Post, le più grandi aziende farmaceutiche come Johnson e Johnson.

La serie di simulazioni di pandemia che hanno messo su è stata chiamata Operazione Lockstep perché era un modo apparentemente di coordinare le attività di tutte le democrazie liberali in tutto il mondo per far improvvisamente virare i difensori costituzionali verso la censura, i controlli totalitari e l’obliterazione dei diritti costituzionali e civili a livello globale

 

Chi sono i padroni di casa?

 

I padroni di casa sono Bill Gates e Avril Haines, il vicedirettore della CIA, ex vicedirettore. Ora è a capo della National Security Agency di Joe Biden. Lei è il capo della risposta al coronavirus.

 

Cosa sta facendo la CIA nella sanità pubblica?

 

La CIA non si occupa di salute pubblica. Fanno colpi di stato.

 

Non è uno scherzo. È documentato che la CIA abbia partecipato a 73 colpi di stato contro la maggior parte delle democrazie o un terzo dei governi del mondo tra il 1947 e il 2000.

 

Se guardi indietro, ogni anno facevano queste simulazioni di pandemia e nessuna riguardava la salute pubblica.

 

Erano tutti su come usare la pandemia come pretesto per reprimere i controlli totalitari e per eseguire un colpo di stato contro tutte queste democrazie globali.

 

In ognuno di loro c’è una presenza della CIA molto, molto pesante. A volte ci sono tre, quattro, cinque persone importanti di In-Q-Tel e della CIA. Stanno insegnando alle persone, addestrando le persone.

 

C’era sempre anche un pezzo grosso. C’era Madeline Albright sarebbe uno. Il senatore Gary Hart sarebbe un altro. Il senatore Sam Nunn, capo della commissione per la difesa, o un membro del Congresso o Bill Gates. C’era sempre una specie di prestanome.

 

I cinesi lo sapevano già, e uno dei partecipanti all’Evento 201 – che è al Pierre Hotel di Manhattan è George Gao – era a capo del CDC cinese

Ciò conferisce all’intero esercizio l’imprimatur di legittimità e autorità. Stavano insegnando ai lavoratori in prima linea, ecco come si risponde a una pandemia. Voi chiudete le società, costringete le persone a indossare maschere, vi sbarazzate di processi democratici come il giusto processo, c’è la censura della stampa.

 

Chiunque voglia può andare a cercare l’Evento 201, e il quarto seminario quel giorno, il quarto esercizio e il più lungo, è un esercizio – questo è simulato, questo è bizzarro a detta di tutti – sta simulando due mesi prima dell’annuncio di COVID- 19, una pandemia globale di coronavirus.

 

Di cosa si preoccupano?

 

Si preoccupano di come convincere i social media a censurare le voci secondo cui si tratta di una fuga di laboratorio.

 

Questo è ciò di cui parlano tutti nell’ottobre del 2019.

 

La cosa migliore per gli oligarchi e per questo cartello tra le società di social media che si stanno arricchendo ingozzandosi dei cadaveri della classe media cancellata, le società dei media, le agenzie di intelligence e i tecnocrati medici, il loro intento strategico è mantenere i repubblicani in lotta contro i democratici e i neri contro i bianchi, seminare divisione, orchestrare la paura

Se torni a tutte queste simulazioni come faccio io e leggi il mio libro – il capitolo «Germ Games» – descrive in dettaglio la straordinaria prescienza, il tipo di intuizione che si è verificata dove hanno previsto esattamente, fino ai vaccini mRNA che parlavano di un decennio fa – che questo è il fine.

 

È molto, molto allarmante quando lo leggi.

 

Newman : Per favore, dicci solo un paio di parole su cosa pensi che dovremmo fare a riguardo. Qual è la soluzione a questo? È una questione di parte? Dovremmo avere paura?

 

Kennedy : Penso che la cosa migliore per gli oligarchi e per questo cartello tra le società di social media che si stanno arricchendo ingozzandosi dei cadaveri della classe media cancellata, le società dei media, le agenzie di intelligence e i tecnocrati medici, il loro intento strategico è mantenere i repubblicani in lotta contro i democratici e i neri contro i bianchi, seminare divisione, orchestrare la paura.

 

Vinceremo una persona alla volta, parlando con i tuoi vicini, convincendo le persone.

 

Stiamo assistendo a questo enorme, crescente tasso di conversione ora. Quando raggiungeremo una massa critica, saremo in grado di riprendere la nostra democrazia, ma dobbiamo letteralmente farlo una persona alla volta, cioè parlandone costantemente, diffondendo il messaggio

Il tasso di conversione è sempre dalla nostra parte. Una volta che le persone capiscono la verità, non torneranno mai dall’altra parte.

 

Stiamo assistendo a questo enorme, crescente tasso di conversione ora. Quando raggiungeremo una massa critica, saremo in grado di riprendere la nostra democrazia, ma dobbiamo letteralmente farlo una persona alla volta, cioè parlandone costantemente, diffondendo il messaggio.

 

Direi che uno dei modi per farlo è acquistare il mio libro, regalarlo ai tuoi amici per Natale.

 

A proposito, non guadagno soldi con il libro . Tutti i miei profitti vanno a Children’s Health Defense, alle nostre cause e a tutte le altre cose: la difesa che facciamo.

 

 

© 29 novembre 2021, Children’s Health Defense, Inc. Questo articolo è riprodotto e distribuito con il permesso di Children’s Health Defense, Inc. Vuoi saperne di più dalla Difesa della salute dei bambini? Iscriviti per ricevere gratuitamente notizie e aggiornamenti da Robert F. Kennedy, Jr. e la Difesa della salute dei bambini. La tua donazione ci aiuterà a supportare gli sforzi di CHD.

 

Immagine di Gage Skidmore via Wikimedia pubblicata su licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 2.0 Generic (CC BY-SA 2.0); immagine modificata.

Continua a leggere

Armi biologiche

Vaiolo, il mistero delle fiale ritrovate. Cosa sta succedendo?

Pubblicato

il

Da

 

Il mondo delle epidemie e dei laboratori è appena stato scosso da un altro incredibile mistero.

 

Fiale di ciò che è stato etichettato come «vaiolo» sono state trovate in un congelatore di laboratorio a Filadelfia la settimana scorsa, scatenando una risposta immediata da parte dell’FBI e del CDC. Non si tratta di una cosa di poco conto: il vaiolo, considerato estirpato dal pianeta, ha ucciso negli anni milioni di esseri umani.

 

Il 17 novembre Yahoo News riporta che 15 «fiale discutibili» sono state trovate nel congelatore da laboratorio della Merck in Pennsylvania. 10 di esse sono etichettate come «Vaccinia» e le restanti cinque etichettate come Smallpox, «vaiolo».

 

Il misterioso ritrovamento delle fialette di vaiolo avviene praticamente negli stessi giorni in cui Bill Gates si mette a parlare di «Germ Games» e specificamente di… vaiolo

Tale è la gravità dell’accaduto che, secondo quanto riportato, la struttura sarebbe stata immediatamente chiusa.

«Non ci sono indicazioni che qualcuno sia stato esposto al piccolo numero di fiale congelate. Le fiale congelate etichettate come “vaiolo” sono state scoperte casualmente da un lavoratore di laboratorio mentre puliva un congelatore in una struttura che conduce ricerche sui vaccini in Pennsylvania “, ha detto a Yahoo News un portavoce del CDC».

«Il CDC, i suoi partner amministrativi e le forze dell’ordine stanno indagando sulla questione e il contenuto delle fiale sembra intatto. L’operatore di laboratorio che ha scoperto le fiale indossava guanti e una mascherina facciale. Forniremo ulteriori dettagli non appena disponibili», ha affermato il portavoce.

 

Non si tratta della prima volta. Nel 2014 un altro set di fiale fu scoperto nel Maryland. All’epoca scoprirono 6 fiale. Il CDC promise di testare e distruggerle. Erano riemerse per caso durante le pulizie in un magazzino del campus del National Institutes of Health (NIH) di Bethesda. Dissero che erano state «dimenticate».

 

Il Gates in un messaggio di pochi giorni prima mise insieme le parole «vaiolo» e «bioterrorismo»

Il vaiolo è considerato «eradicato» dal 1980 a seguito di una martellante campagna di vaccinazione globale. È ammesso che alcuni campioni vivi siano conservati in due soli luoghi, negli USA ad Atlanta (nella struttura del CDC chiamata VECTOR) e in Russia, nella città siberiana di Novosibirsk.

 

Il misterioso ritrovamento delle fialette di vaiolo avviene praticamente negli stessi giorni in cui Bill Gates si mette a parlare di «Germ Games» e specificamente di… vaiolo.

 

Il Gates in un messaggio di pochi giorni prima mise insieme le parole «vaiolo» e «bioterrorismo».

 

«Uno dice, OK, e se un bioterrorista portasse il vaiolo in 10 aeroporti? Sai, come reagirebbe il mondo a questo?» si è chiesto retoricamente il magnate di Seattle.

 

Bill Gates: «Ci sono epidemie causate naturalmente ed epidemie causate da bioterrorismo che potrebbero anche essere molto peggiori di quelle che abbiamo vissuto oggi e tuttavia, i progressi della scienza medica dovrebbero darci strumenti»

«Ci sono epidemie causate naturalmente ed epidemie causate da bioterrorismo che potrebbero anche essere molto peggiori di quelle che abbiamo vissuto oggi e tuttavia, i progressi della scienza medica dovrebbero darci strumenti».

 

Come riportato da Renovatio 21, Richard Hatchett, il CEO dell’ente vaccinale transnazionale fondato da Gates CEPI, ha svelato i progetti in via di realizzazione del vaccino universale in una recente intervista al Corriere della Sera, citando proprio il vaiolo.

 

«Abbiamo la prova che è possibile ottenere un vaccino universale per una famiglia virale, per esempio quello che usiamo contro il vaiolo protegge contro tutti i virus della famiglia degli Orthopoxvirus» aveva dichiarato Hatchett un po’ oscuramente. Stava insomma parlando di vaiolo in relazione al «supervaccino», che era il tema dell’intervista.

 

Ribadiamo che i lettori non possono non essere colpiti dal fatto che, parlando di bioterrorismo, Gates sia finito a parlare proprio il vaiolo.

 

Il 20 luglio 2018 Renovatio 21 pubblicava un articolo intitolato «Farmaco per il vaiolo approvato dalla FDA, solo una mossa contro il bioterrorismo?».

 

Oramai più di tre anni fa, 16 mesi prima della pandemia, Renovatio 21 scrivevamo che «negli ultimi mesi è impossibile non vedere come vi siano strani movimenti attorno al vaiolo».

Oramai più di tre anni fa, 16 mesi prima della pandemia, Renovatio 21 scrivevamo che «negli ultimi mesi è impossibile non vedere come vi siano strani movimenti attorno al vaiolo».

 

C’era già in ballo da un lustro la programmatica resurrezione in laboratorio del patogeno che di fatto rappresenta l’inizio della storia dei vaccini.

 

A fine 2017, alcuni ricercatori della Università di Alberta (Canada) hanno ricreato sinteticamente un virus simil-vaiolo, riportando in vita un ceppo pericolosissimo morto decenni fa. La notizia aveva destato molte polemiche. Alcuni critici hanno sottolineato come tale ricerca fosse inutile o addirittura dannosa: una forma sintetica del virus potrebbe finire nelle mani di terroristi, dissero.

 

Scriveva Renovatio 21:

 

«Le aree semantiche del terrorismo biologico e dei vaccini paiono interrelate in ogni articolo dei giornali internazionali; ma il motivo è presto detto: vi è una stretta relazione anche tra il business dell’informazione e quello della sanità che fornisce agli Stati le fialette a suon di miliardate. I casi vari dell’influenza aviaria dovrebbero bastare a rendere l’idea».

 

Il business dell’informazione e quello del controllo biologico hanno in comune una figura inevitabile: Bill Gates.

 

Bill Gates: «la prossima epidemia potrebbe avere origine sullo schermo del computer di un terrorista intenzionato a utilizzare l’ingegneria genetica per creare una versione sintetica del virus del vaiolo»

Il quale anni addietro aveva predetto che «la prossima epidemia potrebbe avere origine sullo schermo del computer di un terrorista intenzionato a utilizzare l’ingegneria genetica per creare una versione sintetica del virus del vaiolo».

 

Questa frase è stampata nella pagina «Chi siamo» del sito di una farmaceutica dell’Oregon, Siga Technologies di Corvallis, Oregon, una società privata che ha sviluppato un nuovo farmaco antivaiolo sotto un contratto federale di difesa biomedica.

 

Altre volte in questi tempi sono emerse storie di vaiolo. Quattro mesi fa la Cina avrebbe riportato la prima morte umana  per «Monkey B» – un virus chiamato anche vaiolo delle scimmie.

 

Chiediamo umilmente: cosa sta succedendo?

Ora la storia delle fialette misteriose. Abbandonate, dimenticate in un magazzino… Trovate contemporaneamente alle dichiarazioni di un miliardario onnipotente ossessionato dai vaccini.

 

Insomma: vaiolo, «bioterrorismo», Bill Gates che canta e ricanta.

 

Chiediamo umilmente: cosa sta succedendo?

 

 

 

 

Continua a leggere

Armi biologiche

La Turchia ha usato armi chimiche in «almeno 300 attacchi» nel Kurdistan, dice il PKK

Pubblicato

il

Da

 

Renovatio 21 pubblica questo articolo su gentile concessione di Asianews

 

 

La denuncia dei combattenti curdi, considerati terroristi dai turchi (e da parte dell’Occidente). I vertici del movimento chiedono, invano, una inchiesta internazionale. Fonte di AsiaNews: «Parte di verità», i luoghi montagnosi nel versante iracheno in cui si rifugiano «non possono essere attaccati con armi convenzionali». 

 

 

 

Nei suoi ripetuti attacchi contro i ribelli curdi rifugiati oltre-confine in territorio iracheno, la Turchia avrebbe utilizzato «in almeno 300 occasioni» (anche) armi chimiche nel colpevole silenzio della comunità internazionale, che non ha mai approfondito appelli e denunce. È quanto affermano i miliziani del Partito curdo dei lavoratori (PKK), obiettivo dei raid aerei di Ankara, che chiedono agli organismi internazionali di aprire un’inchiesta; i vertici dell’organizzazione invitano delegazioni indipendenti e istituzioni a visitare la regione del Kurdistan iracheno e ispezionare i tunnel scavati fra le montagne in cerca di prove.

 

Certo la denuncia, rilanciata da Opendemocracy, non si può definire «indipendente» ma altre voci confermerebbero un uso ambiguo delle armi da parte dell’esercito turco.

 

«Vi è una parte di verità» sottolinea ad AsiaNews una fonte autorevole nella regione curda, che chiede l’anonimato per motivi di sicurezza. «Per mesi – prosegue – si sono verificati pesanti scontri fra l’esercito di Ankara e il PKK nelle aree attorno a Erbil e nei pressi del confine con l’Iran, a Sulaymaniyya. I combattenti curdi usano le grotte nelle montagne, dalle parti di Qandil ci sarebbe una sorta di città, che non possono essere attaccate con armi convenzionali. Per questo avrebbero utilizzato i gas per stanare i miliziani e ne sarebbero morti tanti, compresi i loro familiari».

 

Nella denuncia i combattenti curdi chiedono alla comunità internazionale di visitare i tunnel e di verificare tracce di armi chimiche che ancora persistono sui sedimenti della roccia o di esaminare i cadaveri dei guerriglieri deceduti nelle offensive.

 

A conferma delle affermazioni, il PKK avrebbe pubblicato video e immagini scarti degli attacchi, parti dei corpi degli uccisi e testimonianze dei sopravvissuti, oltre a racconti della popolazione locale, anch’essa vittima delle violenze.

 

L’11 ottobre scorso la Mezopotamya News Agency, filo-curda, ha rilanciato la notizia di almeno 548 ricorse a cure mediche dopo un attacco nei pressi del loro villaggio da parte dell’aviazione turca. Le persone hanno riportato «eccessiva lacrimazione, visione alterata, mal di testa improvvisi, sangue dal naso e difficoltà respiratorie».

 

I vertici del Partito democratico del Kurdistan (KDP), che controllano la regione, avrebbero collaborato con funzionari turchi per far tacere le voci. Il 4 settembre un giornale vicino al KDP ha riferito di una famiglia vittima di un «sospetto attacco chimico» con il governo locale impegnato a soffocare l’inchiesta. In passato armi chimiche sarebbero state utilizzate in territorio siriano, negli anni più bui del conflitto.

 

Per i curdi è «scioccante» che queste denunce non siano sfociate nell’apertura di una inchiesta, o quantomeno una verifica a livello internazionale, soprattutto alla luce dei precedenti all’epoca dei raìs Saddam Hussein che ha utilizzato a più riprese armi chimiche.

 

In diverse occasioni, come è avvenuto il mese scorso in seguito alla richiesta formale di un parlamentare svedese, i vertici dell’Unione europea hanno respinto la richiesta di indagini sottolineando che il PKK è una «organizzazione coinvolta in attacchi terroristi» e oggetto di misure «punitive» di Bruxelles. Ecco perché oggi è necessaria una «indagine indipendente», sebbene sia difficile ottenere prove perché «Ankara blocca le indagini e sfrutta le poche pressioni delle organizzazioni internazionali».

 

 

Invitiamo i lettori di Renovatio 21 a sostenere con una donazione Asianews e le sue campagne.

 

 

Renovatio 21 ripubblica questo articolo per dare una informazione a 360º. Ricordiamo che non tutto ciò che viene pubblicato sul sito di Renovatio 21 corrisponde alle nostre posizioni.

 

 

 

 

Immagine di Kurdishstruggle via Wikimedia pubblicata su licenza Creative Commons Attribution 2.0 Generic (CC BY 2.0).

Continua a leggere

Più popolari