Focolaio in una RSA di Como: 21 decessi e 140 positivi. Erano tutti vaccinati

 

 

Nella Casa Residenza Anziani di Rebbio, provincia di Como, 21 ospiti residenti sono morti e i positivi al COVID-19 sono 85 su 93.

 

A questi numeri si aggiungono quelli degli operatori sanitari che prestano servizio presso la struttura: 54 positivi.

 

«Inspiegabile: abbiamo evitato le stanze degli abbracci, nessuno a parte i dipendenti è potuto entrare nella struttura, e inoltre abbiamo seguito gli stessi protocolli delle altre nostre strutture, e lì non è successo nulla»

La struttura, che fa parte di una Fondazione insieme ad altre due residenze, aveva aderito pienamente alla campagna vaccinale. 

 

Quanto è accaduto e sta accadendo nella casa di riposo di Rebbio per il presidente della Fondazione resta comunque «inspiegabile: abbiamo evitato le stanze degli abbracci, nessuno a parte i dipendenti è potuto entrare nella struttura, e inoltre abbiamo seguito gli stessi protocolli delle altre nostre strutture, e lì non è successo nulla», ha spiegato a Fanpage.

 

La magistratura potrebbe aprire un’inchiesta visto l’alto numero di decessi e tenuto conto della percentuale dei contagiati — oltre il 91% — a pochi giorni dalla prima inoculazione del vaccino COVID.

 

 

 

 

 

 

Immagine d’archivio