Pandemia, l’OMS assolve la Cina dopo aver visitato il laboratorio di Wuhan per sole 3 ore

 

 

 

Dopo aver trascorso mesi a cercare di negoziare la visita, i funzionari dell’OMS hanno in gran parte assolto la Cina dalla colpa per la pandemia COVID-19 dopo aver visitato un laboratorio di virus a Wuhan per sole 3 ore.

 

Come parte della loro indagine, gli scienziati dell’Organizzazione mondiale della sanità hanno visitato l’Istituto di virologia di Wuhan, con il membro del team Peter Daszak che ha detto ai giornalisti: «Non vediamo l’ora di incontrare tutte le persone chiave qui e porre tutte le domande importanti che devono essere poste».

 

«Il team se ne è andato dopo circa tre ore senza parlare con i giornalisti in attesa»

Nonostante l’obiettivo della missione fosse quello di «raccogliere dati e cercare indizi» sull’origine del virus e su come si è diffuso, secondo l’ Associated Press, «il team se ne è andato dopo circa tre ore senza parlare con i giornalisti in attesa».

 

In quella che deve essere una delle indagini più rapide del mondo, l’esperto di sicurezza alimentare e malattie degli animali dell’OMS Peter Ben Embarek ha poi rivelato la sua conclusione, che praticamente rispecchiava la propaganda del governo cinese e dei media statali, ovvero che la Cina non era da biasimare per il virus.

 

«I nostri risultati iniziali suggeriscono che l’introduzione attraverso una specie ospite intermedia è la via più probabile e quella che richiederà più studi e ricerche più specifiche e mirate», ha detto Embarek, sostenendo le affermazioni cinesi per cui il virus potrebbe essere arrivato tramite imballaggi di alimenti congelati importati. Come riportato da Renovatio 21, anche il gelato in Cina è finito sotto accusa.

L’esperto di sicurezza alimentare e malattie degli animali dell’OMS sostiene le affermazioni cinesi per cui il virus potrebbe essere arrivato tramite imballaggi di alimenti congelati importati

 

La conclusione dell’OMS esclude virtualmente la spiegazione che il virus si sia diffuso partendo dall’Istituto di virologia di Wuhan.

 

L’OMS ora afferma di essere sicura che è «estremamente improbabile» che il virus provenga da un incidente di laboratorio.

 

«Ricordate che questa è la stessa OMS che ha amplificato la propaganda del governo comunista cinese secondo cui non c’era “trasmissione da uomo a uomo” del coronavirus alla fine del 14 gennaio» puntualizza Summit News.

 

L’OMS ora afferma di essere sicura che è «estremamente improbabile» che il virus provenga da un incidente di laboratorio.

Nel frattempo, l’ex segretario di Stato Mike Pompeo ha reagito alla notizia affermando che questo è il motivo per cui l’amministrazione Trump ha tirato fuori gli Stati Uniti dall’OMS «corrotta».

 

«Era stata politicizzata. Stava inginocchiandosi alla Cina» ha detto Pompeo dell’OMS.