Trump avverte Zuckerberg: «la prossima volta che sarà alla Casa Bianca» non sarà tutto amichevole

 

 

 

Un nuovo messaggio diffuso venerdì da Donald Trump ha suggerito un’altra corsa per la presidenza, al contempo lasciando trasparire un messaggio al CEO di Facebook Mark Zuckerberg: « “next time i’m in the white house” it will be all business», cioè la prossima volta che si incontreranno, con Trump tornato presidente, non sarà amichevole come in precedenza.

 

Il messaggio arriva ore dopo che Facebook ha annunciato un divieto di due anni dell’account di Trump.

 

«La prossima volta che sarò alla Casa Bianca non ci saranno più cene, su sua richiesta, con Mark Zuckerberg e sua moglie»

«La prossima volta che sarò alla Casa Bianca non ci saranno più cene, su sua richiesta, con Mark Zuckerberg e sua moglie. Sarà tutto business!» ha dichiarato Trump.

 

Il messaggio arriva pochi giorni dopo che la giornalista del New York Times Maggie Haberman ha affermato che Donald Trump ha detto alle persone a lui vicine che si aspetta di essere reintegrato come presidente entro agosto.

 

La narrativa del NYT vorrebbe far credere ancora una volta che c’è un golpe in arrivo preparato dai sostenitori di Donald Trump (QAnon etc.), che vanno quindi non solo demonizzati, ma fermati con ogni mezzo possibile.

 

 

Anche la CNN, ovviamente, soffia sul fuoco, ringalluzzita dal ritorno sulle scene del generale Flynn, che accusano di suggerire la possibilità di un colpo di stato stile Birmania.

 

Nessuno ha confermato finora le affermazioni di Haberman, ma l’ex avvocato di Trump Jenna Ellis ha risposto scrivendo: «No, il presidente Trump non sarà “reintegrato”».

 

 

 

 

Immagine di Gage Skidmore via Flickr pubblicata su Licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 2.0 Generic (CC BY-SA 2.0)