Misterioso uomo con jetpacco vola nel cielo sopra l’aeroporto di Los Angeles

 

 

 

 

 

L’estate 2020 è stata teatro di due misteriosi avvistamenti di un uomo che vola nel cielo con un cosiddetto jetpack (jetpacco) vicino all’aeroporto internazionale di Los Angeles (LAX).

 

Plurimi piloti di aereo hanno affermato di aver individuato qualcuno che indossava un jetpacco e volava a circa 900 metri di altitudine nei dipressi di LAX, l’aeroporto della città di Los Angeles.

Plurimi piloti di aereo hanno affermato di aver individuato qualcuno che indossava un jetpacco e volava a circa 900 metri di altitudine nei dipressi di LAX

 

Nessuno  ha ancora idea di chi ci sia dietro l’incredibile avvistamente. Tantomeno,  riflettono taluni, nemmeno sappiamo se il jetpacco sia pilotato da un essere umano: potrebbe trattarsi di un drone robot, di un alieno, di un vaccinato mutatosi in caimano jacaré o di un delfino tursiope definitavamente stufo della vita negli oceani, ora tappati di 1,56 miliardi di mascherine antivirus.

 

Riguardo a questo episodio, l’umanità brancola nel buio e tutto quello che avevamo sino a poco fa erano alcune esilaranti trascrizioni  delle conversazioni tra i piloti e il controllo del traffico aereo.

 

Nessuno  ha ancora idea di chi ci sia dietro e nemmeno sappiamo se il jetpacco sia pilotato da un essere umano, un drone robot, un alieno o un delfino tursiope

Pilota: «Torre, American 1997, abbiamo appena superato un tizio in jetpack».

 

Torre: «American 1997, ok, grazie. Era alla tua destra o sinistra?»

 

Pilota: «Sul lato sinistro, forse 300 iarde circa, circa la nostra altitudine».

 

Insomma, niente da vedere, circolare, anzi, volare via.

Esilaranti trascrizioni  delle conversazioni tra i piloti e il controllo del traffico aereo: «Torre, American 1997, abbiamo appena superato un tizio in jetpack»

 

Queste scene di surrealismo marconista non davano prova dell’effettiva esistenza del misterioso losangeleno col jetpacco.

 

Le cose sono cambiate: ora, un video caricato su YouTube mostra quella che sembra essere una persona che vola su un jetpack all’incirca alla stessa altitudine, a circa 10 miglia a sud di LAX.

 

 

Il video è stato ripreso da un istruttore della Sling Pilot Academy, una scuola di pilotaggio di linee aeree, durante un volo didattico. I piloti che hanno ripreso il video hanno prontamente segnalato l’incidente alla Federal Aviation Administration, rapporti di Interesting Engineering .

 

«Il video sembra mostrare un jetpack, ma potrebbe anche essere un drone o qualche altro oggetto – si legge nella descrizione del video – Se si tratta di un “tizio col jetpack”, resta da vedere se si tratta di un volo di prova legale (i jetpack esistono – c’è un produttore vicino a Los Angeles) o se è correlato agli avvistamenti di jet pack vicino a LAX di recente che ha causato interruzioni al traffico aereo».

 

Sebbene i jetpack siano in circolazione almeno dagli anni ’60, come sottolinea il sito tecnologico Gizmodo , richiedono immense quantità di energia e possono volare solo per periodi di tempo molto brevi.

 

Non possiamo non ricordare il leggendario caso di Larry Walters (1949-1993), l’uomo che effettuò un volo di 45 minuti con una sedia sdraio collegata a 45 palloncini meteorologici pieni di elio

Visto l’episodio e il luogo in cui è avvenuto, non possiamo non ricordare il leggendario caso di Larry Walters (1949-1993), l’uomo che effettuò un volo di 45 minuti con una sedia da giardino collegata a 45 palloncini meteorologici pieni di elio. Walters nella sua seggiola di plastica volante salì ad un’altitudine di oltre 15.000 piedi (4.600 metri) e fluttuò dal punto di decollo a San Pedro, in California,violando o lo spazio aereo controllato vicino all’aeroporto internazionale di Los Angeles.

 

Durante l’atterraggio, la sedia volante rimase impigliata nelle linee elettriche, ma Walters, decisamente uomo dalle tante risorse, fu in grado di scendere in sicurezza.

 

Quanndo gli chiesero perché avesse messo in pratica un tale pazzesco progetto, Walters rispose: «A man can’t just sit around». Un uomo non può starsene seduto a fare nulla.