Connettiti con Renovato 21

Bizzarria

Proibire le conversazioni: l’ultima covidiozia viene dalla sanità australiana

Pubblicato

il

 

 

 

Il capo della sanità dello Stato australiano del Nuovo Galles Meridionale ha tenuto una conferenza stampa in cui ha detto ai cittadini australiani che non dovrebbero «conversare tra loro» al fine di ridurre la trasmissione di COVID – anche qualora si indossasse la mascherina.

 

La dottoressa Kerry Chant ha fatto le osservazioni in risposta alle proteste dei cittadini cui è stato ordinato di rispettare l’ennesimo lockdowninnescato da solo una manciata di nuovi casi, tra cui un uomo a Cootamundra che aveva visitato un supermercato Woolworths, un ristorante Pizza Hut, una stazione di servizio e un  negozio di articoli da ufficio.

 

«Anche se è nella natura umana impegnarsi in una conversazione con gli altri, essere amichevoli, sfortunatamente questo non è il momento per farlo»

«Anche se è nella natura umana impegnarsi in una conversazione con gli altri, essere amichevoli, sfortunatamente questo non è il momento per farlo», ha detto sicura la dottoressa Chant.

 

Si tratta di un’amissione di onestà encomiabile: l’odio per la «natura umana» e la legge naturale è qui esplicitato in modo diretto e sincero. Il progressismo mondiale, il vero virus che sta tenendo viva la pandemia, odia l’uomo e la sua natura, e le regole armoniose che connettono spontaneamente gli esseri umani fra loro e con l’universo.

 

Il progressismo vuole reprimere quell’istinto chiamato «umanità», e oramai non se ne vergogna più.

 

Il progressismo vuole reprimere quell’istinto chiamato «umanità», e oramai non se ne vergogna più.

«Quindi, anche se ti imbatti nel tuo vicino di casa nel centro commerciale… non iniziare una conversazione, ora è il momento di ridurre al minimo le tue interazioni con gli altri, anche se hai una maschera, non pensare che ti permetta protezione, vogliamo essere assolutamente sicuri che durante la nostra vita quotidiana non entriamo in contatto con nessun altro che rappresenterebbe un rischio», ha aggiunto la Chant.

 

La dottoressa Chant è medico di sanità pubblica responsabile  del Nuovo Galles Meridionale dal 2008. Ha guadagnato visibilità durante la pandemia di COVID-19 fornendo regolari consigli sulla salute pubblica,  e per questo è stata nominata Donna dell’Anno a marzo 2021.

 

Oltre ai funzionari che dicono alle persone che non dovrebbero parlare con i loro amici e vicini, coloro che vivono o hanno visitato le aree colpite sono ora soggetti a un ordine di quarantena minimo di 7 giorni, mentre le mascherine torneranno ad essere obbligatorie per gli insegnanti e studenti delle scuole superiori.

 

L’Australia, terra che un tempo attirava per il suo insieme di prosperità, sicurezza, sviluppo, si è rivelata durante la pandemia una nazione da incubo, con donne incinte arrestate in casa davanti alla famiglia per aver creato un evento su Facebook, brutali attacchi della polizia a gente senza mascherina, leggi che permettono alle forze dell’ordine di spaccare i finestrini dell’auto ed estrarre i passeggeri qualora non mostrino la certificazione che li autorizza ad uscire.

L’Australia, terra che un tempo attirava per il suo insieme di prosperità, sicurezza, sviluppo, si è rivelata durante la pandemia una nazione da incubo

 

Un disegno di legge a settembre invece dava la possibilità alle forze di polizia australiane di arrestare i «complottisti del COVID», nonché di entrare in casa di persone ritenute «sospette». Al contempo in sede di autorità si è discussa l’idea di chiedere alla polizia di allontanare i bambini dalla custodia dei loro genitori al fine di garantire il rispetto delle norme sul coronavirus.

 

Le regole australiane per i viaggi sono così dure che a cause di esse almeno quattro neonati sono morti in Australia dopo che gli è stato negato lo spostamento per un intervento chirurgico al cuore

 

Il proibizionismo nei confronti delle conversazioni tra esseri umani è solo una tappa della lunga lotta che le autorità Stati australiani stanno combattendo contro l’umanità dei propri cittadini. Lo Stato del Victoria aveva proibito a Capodanno di scambiarsi baci e abbracci.

 

Oramai il lockdown da contagio minimale può solo indicare il livello di nevrosi a cui sono giunte le autorità

Poco prima, era emersa la strana storia della diviento riguardante i regali di Natale qualora si provenisse dall’estero.

 

Oramai il lockdown da contagio minimale può solo indicare il livello di nevrosi a cui sono giunte le autorità: «Alice Springs, una città in Australia a 800 miglia di distanza dalla città più vicina, è stata completamente bloccata il mese scorso dopo che è stato rilevato un solo nuovo caso di COVID-19» scrive Summit News.

 

È stato scoperto che anche in Australia, come in Italia o in Inghilterra, i lockdown per il COVID-19 sono stati un importante fattore che ha contribuito a raddoppiare i tentativi di suicidio di persone di età compresa tra 5 e 25 anni.

 

 

Continua a leggere

Bizzarria

Donna finlandese in giro con la renna: prezzo della benzina troppo alto

Pubblicato

il

Da

Una donna in Lapponia – la regione più settentrionale della Finlandia, notoriamente piuttosto fredda – ha pubblicato un video della sua slitta trainata da renne, diventato immediatamente virale.

 

Janita Kenttälä ha detto su Tik Tok che stava andando al supermercato alla vecchia maniera, perché è più ecologico e perché i prezzi della benzina sono diventati particolarmente costosi.

 

«Quando il prezzo della benzina è di €2/litro e tu vivi in Lapponia con lunghe distanze ovunque», è il sottotitolo del video, che ha più di 600.000 Mi piace e 4.700 commenti.

 

Nel filmato si vede la Kenttälä che indossa un tradizionale Luuhka, un tipico mantello per il freddo indossato dagli indigeni Sami della Finlandia. È visibile la sua renna di 3 anni chiamata Solina che traina la slitta lungo un bellissimo paesaggio innevato.

 

@janita_inlaplandJust on my way to supermarket ❤️ #ecofriendly #reindeer #fourwheeler #fastandfurious

♬ I just came to say AY YO by Boxout – Boxout


 

«Quante carote per miglio fa quel modello?» ha scherzato un commentatore.

 

La benzina finlandese all’inizio di gennaio 2022 è arrivata a €1,76 al litro. Se, come dice Kenttälä, molti residenti devono percorrere lunghe distanze anche per raggiungere un negozio di alimentari, è facile capire perché un mezzo alternativo ed ecologico come una slitta trainata da renne sia più economico. 

 

Kenttälä, presidente e COO della compagnia turistica lappone Eanan, afferma sul suo sito che è sempre alla ricerca di modi per rendere la sua attività più efficiente ed ecologica perché per lei «la natura è tutto». Il suo team utilizza renne e cani da slitta husky per i loro tour.

 

Il popolo Sami è sopravvissuto agli inverni rigidi e ostili più a lungo di quanto sia esistita qualsiasi azienda automobilistica, quindi riteniamo che siano esperti di trasporti efficaci ed ecologici.

 

Come riportato da Renovatio 21, bisogna essere grati alle popolazioni indigene della Scandinavia come i Sami: hanno contribuito a fermare il progetto di Bill Gates di oscurare il sole con particelle chimiche sparate dagli aerei. Il folle progetto, portato avanti da scienziati di prestigiose università americane, è stato presentato come soluzione per il cambiamento climatico.

 

Tuttavia, il progetto va avanti, anche grazie all’interessamento dell’ONU, sempre più mostruosamente lanciata nella religione – neopagana e sacrificale – del cambiamento climatico.

 

Continua a leggere

Bizzarria

Ragazza argentina in gelateria si spoglia per usare il vestito come mascherina

Pubblicato

il

Da

 

 

Una donna in Argentina avrebbe tentato di usare il suo vestito come mascherina, secondo quanto riportato in un video apparso in rete.

 

L’incidente è avvenuto sabato sera a Godoy Cruz, una cittadina nella provincia di Mendoza.

 


 

«La donna è arrivata sabato alle 22:40 con l’intenzione di comprare il gelato, insieme ad altre 11 persone, in un gruppo di amici», riferisce il sito argentino Cronica

 

«Dato che né lei né nessuno degli altri indossava la mascherina, la donna ha deciso di indossare il proprio vestito come se fosse un articolo sanitario contro le infezioni da coronavirus».

 

Un cliente maschio e le sue figlie hanno osservato l’episodio mentre i dipendenti hanno ordinato alla donna di andarsene.

 

«¿No me pedís tapabocas? Me lo estoy colocando». «Non mi stai chiedendo una maschera? Me la sto mettendo», avrebbe detto la donna ai lavoratori della gelateria.

 

La donna quindi è uscita.

 

Alla fine, secondo il quotidiano locale, il gruppo di amici è riuscito ad acquistare gli 11 coni da tre ciotole ciascuno.

 

 

 

 

Continua a leggere

Bizzarria

Le guardie reali britanniche calpestano un bambino

Pubblicato

il

Da

Un video virale diffuso in tutto il mondo mostra unun bambino travolta e calpestato da una coppia di guardie reali britanniche in marcia .

 

«Fate largo!» grida una guardia prima della collisione con il piccolo.

 

Il percorso non viene alterato di un millimetro, e il bambino viene quindi calpestato dalle guardie armate di fucile automatico.

 


Il fatto sarebbe avvenuto nei pressi della Torre di Londra.

 

Il quotidiano Daily Mail ha citato una dichiarazione del ministero della Difesa.

 

«Siamo a conoscenza di un incidente alla Torre di Londra all’inizio di oggi durante una pattuglia di routine».

 

«Le guardie in servizio hanno avvertito i membri del pubblico che si stava avvicinando una pattuglia, ma sfortunatamente il bambino è corso inaspettatamente davanti al soldato».

 

«Il soldato ha cercato di scavalcare il bambino e ha continuato il suo dovere».

 

«In seguito all’incidente, il soldato ha controllato il bambino ed è stato rassicurato che tutto andava bene».

 

Non risultano video che comprovino queste ultime dichiarazioni.

 

Tuttavia stanno emergendo altri video che hanno ripreso l’accaduto da altri punti di vista.

 

 

Ora, il lettore non faccia commenti facili ricordando che si tratta del Paese dove altri bambini come Alfie Evans e Charlie Gard hanno avuto degli «incontri» con inflessibili autorità dello Stato.

Continua a leggere

Più popolari