Lutto cittadino per la diciottenne morta pochi giorni dopo l’iniezione mRNA

 

 

È stato proclamato il lutto cittadino per Marano Equo dopo la morte di una diciottenne E.T. avvenuta nella serata del 12 luglio dopo il ricovero al Pronto Soccorso dell’ospedale di Subiaco.

 

La ragazza è stata colta da un malore improvviso pare riconducibile ad una malattia incurabile riscontratale in seguito al ricovero.

 

La diciottenne, riporta Tiburno.tv, si era vaccinata contro il COVID appena pochi giorni prima.

La diciottenne si era vaccinata contro il COVID appena pochi giorni prima

 

Un’intera comunità sotto shock si è stretta intorno ai familiari della ragazza che hanno ricevuto anche le condoglianze dei sindaci dei comuni limitrofi.

 

A riportare la notizia della tragica morte il 13 luglio è stata l’ASD Marano Equo:

 

«Possiamo solo cercare di stringerci alla sua famiglia, alla mamma Stefania, al papà Ernesto, alla sorella Benedetta anche se sappiamo che nessuno e nulla potrà alleviare il loro immenso dolore».

 

Il lutto della comunità è talmente sentito che l’evento «BirriAmo Marano», che doveva tenersi in questi giorni, è stato annullato proprio per lo shock arrecato al piccolo borgo.