A Natale la polizia britannica irromperà nelle riunioni di famiglia

 

 

Una forza di polizia nel Regno Unito ha promesso di interrompere le riunioni di famiglia di Natale che violano le restrizioni di «distanziamento sociale» del coronavirus. Lo riporta Summit News.

 

Il Commissario per la polizia e il crimine delle West Midlands David Jamieson ha affermato che la forza non esiterà a intervenire in situazioni in cui le regole vengono violate.

 

«Se pensiamo che ci siano grandi gruppi di persone che si radunano dove non dovrebbero essere, allora la polizia dovrà intervenire»

«Se pensiamo che ci siano grandi gruppi di persone che si radunano dove non dovrebbero essere, allora la polizia dovrà intervenire. Se, ancora una volta, ci fosse una flagrante violazione delle regole, allora la polizia dovrebbe farle rispettare », ha osservato Jamieson.

 

Le West Midlands sono attualmente soggette a un blocco di livello 2, il che significa che è illegale per due famiglie separate mescolarsi all’interno, anche se sembra esserci una diffusa non conformità in tutto il Paese.

 

Dopo che la giornalista della BBC Victoria Derbyshire ha detto che avrebbe infranto le regole per vedere la sua famiglia a Natale, è stata costretta a ritrattare e scusarsi.

 

Alcuni hanno sottolineato che senza un mandato, la polizia non sarebbe legalmente in grado di entrare nelle case per far rispettare le regole.

Alcuni hanno sottolineato che senza un mandato, la polizia non sarebbe legalmente in grado di entrare nelle case per far rispettare le regole.

 

Tutto il mondo è Paese: della validità e della disapplicabilità dei DPCM del governo Conte 2 – che pare volesse mandare la polizia in casa alle persone sulla base della delazione dei vicinisi discute con consistenza.