«Lustrascarpe della Cina»: la lista delle aziende piegate a Pechino gira su Reddit

 

Un utente di Reddit ha fatto circolare un elenco di aziende da lui definite«China Bootlickers» («Lustrascarpe della Cina») dopo che la società di chat video Zoom ha disattivato gli account di importanti attivisti cinesi a favore della democrazia che abitano negli Stati Uniti.

 

Un utente di Reddit ha fatto circolare un elenco di aziende da lui definite«China Bootlickers» («Lustrascarpe della Cina») dopo che la società di chat video Zoom ha disattivato gli account di importanti attivisti cinesi a favore della democrazia che abitano negli Stati Uniti.

 

L’elenco, ripubblicato di seguito, comprende le aziende che hanno fatto conoscenza con il Partito Comunista Cinese (PCC) intraprendendo azioni per censurare o limitare i contenuti a favore della democrazia o per promuovere in altro le prospettive del PCC.

L’elenco comprende le aziende che hanno fatto conoscenza con il Partito Comunista Cinese (PCC) intraprendendo azioni per censurare o limitare i contenuti a favore della democrazia o per promuovere in altro le prospettive del PCC

 

Come osserva Bloomberg, «diverse aziende tecnologiche sono state incluse nell’elenco, tra cui Activision Blizzard, che ha temporaneamente bannato un giocatore che ha espresso il supporto per i manifestanti democratici di Hong Kong e Apple, che ha rimosso un’app di mappatura a Hong Kong tra le proteste e tirato via il Emoji bandiera di Taiwan da alcuni iPhone».

 

Giovedì, secondo Reuters, tre legislatori statunitensi hanno chiesto a Zoom di chiarire le sue pratiche di raccolta dei dati, nonché le sue relazioni con il governo cinese.

 

La lista è piuttosto lunga:

 

«Diverse aziende tecnologiche sono state incluse nell’elenco, tra cui Activision Blizzard, che ha temporaneamente bannato un giocatore che ha espresso il supporto per i manifestanti democratici di Hong Kong e Apple, che ha rimosso un’app di mappatura a Hong Kong tra le proteste e tirato via il Emoji bandiera di Taiwan da alcuni iPhone»

 

 

 

Tre legislatori statunitensi hanno chiesto a Zoom di chiarire le sue pratiche di raccolta dei dati, nonché le sue relazioni con il governo cinese

 

 

 

 

 

La lista è piuttosto lunga

  • Activision / Blizzard: giocatore bannato per aver sostenuto la protesta di Hong King. Confiscate tutte le sue vincite. L’azienda ha chiesto scusa alla Cina, condannato l’incidente, quindi ha giurato di difendere la dignità nazionale della Cina
  • Activision / Blizzard: parole censurate relative alla protesta di Hong Kong nel gioco online World of Warcraft
  • Activision / Blizzard: taglia il livestream quando gli americani del U-team ha mostrato un segno pro-Hong Kong
  • Activision / Blizzard: censura «Free Hong Kong» nelle chat di PlayHearthstone
  • Activision / Blizzard: vieta agli utenti nella sua chat Twitch di Hearthstone per dichiarazioni pro-Hong Kong
  • American Express: ha cambiato «Taiwan» in «Taiwan, Cina» sul suo sito web
  • Electronic Arts e DICE: censurano «Tiananmen» nelle chat del gioco Battlefield V
  • ESL: avvisa il personale di non discutere delle proteste di Hong Kong
  • TikTok: censura i video che menzionano Piazza Tiananmen, l’indipendenza tibetana, Falun Gong
  • TikTok si rifiuta di testimoniare al Congresso degli Stati Uniti sulle sue attività in Cina
  • ZLONGAME: rimosse le gilde con qualsiasi riferimento a Hong Kong in Second Galaxy M
  • Apple: censura l’emoji della bandiera di Taiwan su iOS a Hong Kong
  • Apple: vietata la mappa delle proteste di Hong Kong nell’App Store. App approvata dopo proteste. App bannata ancora una volta dopo la reazione del governo cinese
  • Apple: vietata l’app di notizie sull’App Store cinese che raccontava la protesta di Hong Kong
  • Apple: ha minimizzato la gravità degli exploit iOS che hanno permesso alla Cina di rintracciare gli uiguri, quando oltre 1 milione di loro sono stati rastrellati dalla Cina nei campi di concentramento
  • Apple: consegna dei dati iCloud e chiavi di crittografia in Cina
  • Apple: ha detto ai creatori della TV Apple+ di evitare di ritrarre la Cina «in cattive condizioni»
  • Apple: il browser Safari invia alcuni indirizzi IP utente a Tencent per impostazione predefinita
  • Apple rifiuta di testimoniare al Congresso degli Stati Uniti sulla sua attività in Cina
  • Vans: censura il design democratico pro-Hong Kong nel suo concorso di design di scarpe
  • NBA: rimproverato il manager dei Rockets per il suo tweet pro-Hong Kong, dicendo che l’NBA era «estremamente deluso dal commento inappropriato di Morey».
  • Brooklyn Nets: il proprietario ha denunciato il tweet sulla libertà pro-Hong Kong del general manager dei Rockets
  • Houston Rockets: giornalista censurato per aver posto domande sulla libertà di parola dopo la debacle in Cina
  • James Harden: si è scusato con la Cina per conto del suo tweet pro-libertà del suo general manager
  • Lebron James: ha attaccato Morey per sostegno alla democrazia di Hong Kong. Voleva che Morey fosse punito per questo.
  • Philly Sixers: espulsi i fan per il supporto di Hong Kong
  • Washington Wizards: segno «Free Hong Kong» confiscato
  • Christian Dior: si scusa per aver utilizzato una mappa della Cina «errata»
  • Disney / ESPN: vietare la menzione della politica cinese quando si discute del tweet HK del manager Rockets
  • Disney / ESPN: mostra la mappa della Cina su SportsCenter che riconosce le affermazioni del PCC su quasi tutto il Mar Cinese Meridionale
  • Disney / Marvel: monaco tibetano censurato dal kolossal Doctor Strange e trasformato in donna bianca, l’attrice inglese Tilda Swinton. Lo sceneggiatore ha detto «se riconosci che il Tibet è un posto e che è tibetano, rischi di alienare un miliardo di persone che pensano che sia una cazzata».
  • Disney: rimossi personaggi non bianchi dal poster cinese di Star Wars: The Force Awakens
  • Disney / ESPN: ha detto ad un giornalista giornalista di rinunciare a coprire la storia della NBA-Cina come voleva
  • Comcast / DreamWorks: il film Abominable mostra 9 linee tratteggiate nella mappa della Cina
  • Viacom / Paramount: censura la bandiera di Taiwan dalla giacca indossata da Tom Cruise nel nuovo film Top Gun
  • ASICS, Calvin Klein, Coach, Fresh, Givenchy, Pocari Sweat, Valentino, Versace, Swarovski: dettagli qui
  • Marriott: si è scusata e ha cambiato «Taiwan» in «Taiwan, Cina» dopo che la Cina ha sollevato il problema
  • Marriott: licenziato dipendente a cui piaceva il tweet di un gruppo tibetano
  • Nike: rimossi i rodotti Houston Rockets dal webstore cinese
  • Cathay Pacific: licenziati dipendenti per post su Facebook a sostegno delle proteste di Hong Kong
  • Google: censurato gioco pro-Hong Kong,  The Revolution of Our Times sulla piattaforma Google Play perché si trattava di un «evento sensibile».
  • Gap: si è scusata per la vendita di magliette in Canada che non includevano Taiwan come parte della Cina
  • Tiffany: rimosso il tweet che mostra una modella che si copre un occhio dopo che la Cina lo ha accusato di sostenere Hong Kong
  • Mercedes: si è scusata per aver citato il Dalai Lama su Instagram
  • American, Delta, United: cancellata la menzione di Taiwan come Paese dai siti Web
  • Audi: si è scusata per l’utilizzo della mappa «errata» della Cina che ha lasciato Taiwan
  • Muji: distrutti i cataloghi dei negozi che contengono una mappa «errata» della Cina
  • Zara: si è scusata per aver elencato Taiwan come paese
  • Medtronic: si scusa per la pubblicazione di «contenuti illegali» che elencavano «Repubblica di Cina (Taiwan)» come Paese
  • Ray-Ban: cambiato «Taiwan» e «Hong Kong» in «Taiwan Cina» e «Hong Kong Cina»
  • Qantas, Air France, Air Canada, British Airways, Malaysia Airlines, Japan Airlines, ANA: modificano «Taiwan» in «Taiwan Cina»
  • Sheraton: vietato l’evento della Giornata Nazionale di Taiwan a causa della pressione cinese
  • Shutterstock: i censori cercano qualsiasi argomento che la Cina non approvi: «bandiera di Taiwan», «dittatore», «ombrello giallo»
  • Università statunitensi: non parlare delle 3 T: Tibet, Tiananmen, Taiwan
  • Università statunitensi: accolgono favorevolmente le infiltrazioni cinesi a braccia aperte
  • Leica: lancia una pubblicità sulla protesta di Tiananmen. Si scusa e prende le distanze dall’annuncio
  • Reddit: 150 milioni di dollari da Tencent. Rimosse discussioni rimossa in come questa
  • Rockhampton, Queensland: bandiera di Taiwan censurata nel progetto studentesco
  • Cisco: ha contribuito a costruire il Grande Firewall cinese
  • MGM: cambiati i cattivi del reboot del film Alba rossa  sostituendo la Cina con la Corea del Nord per placare la Cina
  • Global Blue: licenziato il personale per aver chiamato Taiwan «un Paese»
  • L’Oréal / Lancôme: annullato il concerto di un artista a Hong Kong a causa del suo attivismo democratico
  • Università statunitensi: si autocensurano nel timore di offendere la Cina
  • Disney: blocca il sito Web di Winnie the Pooh (personaggio proibito in Cina, perché associato alla satira del presidente Xi Jinping) a Hong Kong

Se gli USA e gli altri Paesi hanno aziende che agiscono in simpatia con Pechino, qui da noi c’è chi dice che il Dragone domini su interi partiti politici e su membri dello Stato profondo

 

 

L’Italia tuttavia ha poco da ridere. Se gli USA e gli altri Paesi hanno aziende che agiscono in simpatia con Pechino, qui da noi c’è chi dice che il Dragone domini su interi partiti politici e su membri dello Stato profondo.

 

 

PER APPROFONDIRE

Abbiamo parlato di