Vaccini, reazione avversa in Francia

 

 

Il ministro della Salute francese Olivier Veran ha fatto sapere oggi che anche in Francia si è registrata una reazione avversa alla vaccinazione con il farmaco americano-tedesco Pfizer-BioNTech.

 

Il ministro sostiene che si tratta di un episodio di poco conto, e che la campagna di immunizzazione artificiale continuerà comunque.

 

Il ministro sostiene che si tratta di un episodio di poco conto

«Nel nostro paese abbiamo un caso di effetto avverso di carattere allergico, che corrisponde agli effetti collaterali rilevati all’estero», ha detto Veran in Commissione per gli affari sociali dell’Assemblée Nationale.

 

La Francia ha già vaccinato 138 mila persone.

 

Il vaccino ha iniziato a circolare nei Paesi UE lo scorso 27 dicembre. Lo scorso 8 gennaio Parigi ha anche già approvato il vaccino concorrente, il Moderna, il quale usa la medesima tecnologia biologica – l’RNA messaggero o mRNA – che, ricordiamo, mai prima era stata approvata per uso umano, nonostante sia in circolazione nei laboratori dagli anni 1990.

 

La Francia ha già vaccinato 138 mila persone; vuole vaccinare un milione di persone entro la fine del mese

La Francia vuole vaccinare un milione di persone entro la fine del mese.

 

Secondo le stime ufficiali, i casi di contagio oltralpe sarebbero 2,7 milioni, il numero di decessi assegnati al coronavirus è di 67 mila unità.