Connettiti con Renovato 21

Bizzarria

Uomo con jetpacco salta come Super Mario

Pubblicato

il

Ulteriori immagini di uomini con jetpacchi affiorano in rete.

 

Presentiamo oggi il caso del del fondatore di Gravity Industries – ditta specializzata in jetpaccheria – Richard Browning, il quale + stato ripreso   all’International Manufacturing Technology Show di CHicago mentre esegue alcune audaci acrobazie.

 

Lo scioccante filmato mostra qualcosa che mai prima era stato veduto: l’uomo jetpaccato non sorvola il mare o le montagne, non corre sopra al Gran Premio, né si presenta ad altissima quota per fare «ciao!» ai piloti di aerei commerciali: no, si inventa un percorso stile Super Mario Bros, dove il nostro zompa da un blocco all’altro, talvolta con una distanza di dieci metri.

 


 

La tuta jetpacca di Gravity si basa su due propulsori montati sul braccio e un sistema montato sul retro, per un totale di sette piccoli motori a reazione, che consentono a chi lo indossa di modificare la propria direzione e altitudine al volo.

 

In un’intervista rilasciata durante l’evento, il Browning ci ha tenuto ad evidenziare l’utilità per i paramedici o le squadre di ricerca e soccorso, che potrebbero utilizzarla per coprire terreni difficili molto più facilmente.

 

Il mondo del jetpaccamento è in continua espansione.

 

Seguite Renovatio 21 per regolari notizie sui progressi della jetpaccherìa.

 

 

 

 

Immagine screenshot da Twitter

 

 

 

Continua a leggere

Bizzarria

Babbo Natale muore di colpo in Uruguay

Pubblicato

il

Da

Babbo Natale è morto per un malore. Il barbuto vecchio sarebbe spirato in pubblico in un centro commerciale uruguagio. Ne dà notizia il sito Montevideo Portal.

 

Babbo Natale stava incontrando i bambini in un centro commerciale a Itu, San Paolo. Poco prima dell’inizio della presentazione, si è accasciato al suolo.

 

Secondo il notiziario G1, l’anziano biancorosso sarebbe stato portato in ospedale dove sarebbe morto.

 

«L’attore C. F., che ha interpretato il nostro Babbo Natale durante l’evento di questo sabato, non si è sentito bene, è stato curato immediatamente e trasferito all’UPA locale, ma è morto in ospedale nel tardo pomeriggio», ha scritto il centro commerciale in una nota, rivelando l’identità del Babbo Natale. «Il Plaza Shopping Itu sta dando il suo pieno sostegno alla famiglia e si rammarica di questa perdita», aggiunge la dichiarazione.

 

In molti si dicono sconvolti per la perdita del 75enne Babbo Natale, che si era presentato al medesimo centro commerciale anche l’anno scorso.

 

«La causa della morte non è stata resa nota» scrive Montevideo Portal.

 

Non sappiamo se sia lecito ipotizzare che si tratti di un episodio di questa epidemia malori che dopo calciatori, ciclisti e corridori, sembra accanirsi contro attori, cantanti e ballerini, e a quanto sembra, a questo punto, anche Babbi Natali.

 

Requiescat.

 

 

 

Continua a leggere

Bizzarria

Arco senza frecce: si può

Pubblicato

il

Da

Tizio online mostra la sua invenzione di un arco che non necessità di frecce per colpire con potenza e precisioni i bersagli.

 

Il canale youtubo Sabatkay Project fa vedere come sia possibile creare un’arma ad arco che invece delle frecce scaglia specie di proiettili fai- da-te.

 

La propulsione di questi avviene tramite teste di fiammiferi. Il tutto pare molto pericoloso.

 

Renovatio 21 sconsiglia fortemente l’emulazione di una cosa del genere, che potrebbe essere oltre che pericolosa anche illegale.

 

Mostriamo il video solo per dovere di cronaca, e per riempire la categoria Bizzarria di questo sito.

 

 

 

 

Immagine screenshot da YouTube

 

 

 

Continua a leggere

Bizzarria

Come parcheggiare in garage usando la videocamera posteriore dell’auto

Pubblicato

il

Da

Tizio a caso inventa geniale modo per parcheggiare correttamente l’auto in garage servendosi della videocamera posteriore dell’auto.

 

Si tratta di lampi di ingegno da prendere sul serio, e forsanche da emulare.

 

Come noto, parcheggiare in retromarcia non è mai cosa da prendersi alla leggera, in ispecie negli spazi angusti della propria autorimessa.

 

Il tizio invece ha risolto tutto in modo piuttosto convincente.

 

Il video è di quelli per cui c’è da essere moderatamente grati dell’esistenza dell’internet.

 

In tutta ‘sta disgrazia, consentiteci un momento di cosiddetta baracca.

 

Continua a leggere

Più popolari