Connettiti con Renovato 21

Bizzarria

L’uomo col jetpacco è tornato!

Pubblicato

il

 

L’uomo con il Jetpacco è tornato. È stato visto lo scorso giovedì o da un pilota di una compagnia aerea commerciale nei cieli di Los Angeles.

 

Renovatio 21 vi ha già parlato di lui: un uomo solitario che si libra nel cielo alle altitudine degli aerei di linea per mezzo del suo jetpacco.

 

Nessuno sa chi è, nessuno sa dov’è, nessuno sa perché. Tuttavia, esistono gustose registrazioni degli scambi radio tra i piloti dei voli commerciali e le torre di controllo.

 

Del tipo:

 

Pilota: «Torre, American 1997, abbiamo appena superato un tizio in jetpack».

 

Torre: «American 1997, ok, grazie. Era alla tua destra o sinistra?»

 

Pilota: «Sul lato sinistro, forse 300 iarde circa, circa la nostra altitudine».

 

Si parlava, all’epoca, di un’altitudine di circa 900 metri dal suolo.

 

Ora, a dare conferma del ritorno dell’uomo in jetpacco sarebbe stato un controllore di volo di LAX, l’aeroporto di Los Angeles: «Abbiamo sentito che l’uomo del jetpack è tornato», avrebbe detto un controllore del traffico aereo all’aeroporto internazionale di Los Angeles (LAX) in un audio ottenuto dal canale TV locale FOX 11.

 

 

La FAA, l’agenzia del governo USA che controlla il volo aereo, ha confermato che un «pilota di linea ha riferito di aver visto un oggetto che avrebbe potuto assomigliare a un jetpack 15 miglia a est dell’aeroporto internazionale di Los Angeles».

 

«La FAA ha lavorato a stretto contatto con l’FBI per indagare su ogni avvistamento di jetpack segnalato», ha detto l’agenzia, indicando che «finora nessun avvistamento è stato verificato». Insomma, anche l’FBI, peraltro impegnato ad arrestare ed umiliare le persone intorno a Trump nell’ambito della maxioperazione del Congresso sulla rivolta del 6 gennaio, riguardo la questione jetpacco brancola nel buio.

 

Ma chi è l’uomo jetpacco? Nessuno può dirlo, al momento. C’è pure speculazione complottista complessa per cui egli potrebbe essere solo un pupazzogonfiabile che assomiglia a Jack Skellington dal film di Tim Burton Nightmare Before Christmas.

 

Renovatio 21 non può che incoraggiare chiunque, sul solco di Dedalo e di suo figlio Icaro, decida di librarsi in volo con mezzi propri, sia pur all’interno della legalità.

 

Il nostro affezionato ricordo va al mitologico Larry Walters (1949-1993), l’uomo che effettuò un volo di 45 minuti con una sedia da giardino collegata a 45 palloncini meteorologici pieni di elio.

 

Lo Walters nella sua seggiola di plastica volante salì ad un’altitudine di oltre 15.000 piedi (4.600 metri) e fluttuò dal punto di decollo a San Pedro, in California, violando o lo spazio aereo controllato vicino all’aeroporto internazionale di Los Angeles.

 

Durante l’atterraggio, lo sdraio volante si impigliò sui cavi elettrici, ma lo Walters, decisamente personaggio da Telefilm che MacGiver e Uomo Bionico scansatevi, fu in grado di scendere senza problemi.

 

Quando gli chiesero perché lo avesse fatto, diede una risposta dal significato sia figurato che letterale: «a man can’t just sit around», un’uomo non può starsene solo seduto a far niente.

 

Ecco. Il signore in jetpacco è quindi solo la versione upgradata di Larry Walters? Anche queste, sono solo le nostre mere supposizioni.

 

Ci preme quindi ricordare che costui gode di tutto l’appoggio possibile da parte di Renovatio 21.
Vai uomo col jetpacco. Siam teco!
Continua a leggere

Bizzarria

Esoscheletro robotico fai-da-te per frollare la carne bovina e massaggiare gli esseri umani

Pubblicato

il

Da

 

Handy Geng, artigiano YouTube di Hong Kong, si è autoprodotto un esoscheletro robotico per frollare la carne.

 

Si tratta di un sistema chiamato «Handmade Powered Exoskeleton For Cooking & Massage».

 

L’appassionato di Bricolage ha creato un sistema fatto di braccia robotiche, pompe idrauliche e manganelli di metallo con cui picchiare le bistecche senza alcuna pietà.

 

Il lettori noti come, arrivati al momento della performanza del macchinario transumanista sul taglio bovino, il nostro assuma un’espressione di soddisfazione significativa, con un ghigno implacabile per qualche motivo ci ricorda il Bob di Twin Peaks, ma non sappiamo bene perché.

 

Incredibilmente, la tecnologia, vera dual use, viene utilizzata anche per «massaggiare» esseri umani, che dal video paiono pure viventi.

 

Siamo invidiosi? Sì, un po’.

 

Tuttavia preghiamo che la polizia di Hong Kong, visti gli ultimi episodi, non prenda nota.

 

 

 

 

Immagine screenshot da YouTube

 

 

 

Continua a leggere

Bizzarria

Schettinare sotto le automobili

Pubblicato

il

Da

Una bambina indiana di 7 anni, Deshna Aditya Nahar, ha acquisito l’incredibile capacità di pattinare sotto le automobili.

 

La bimba è infatti piccola e flessibile abbastanza per schettinare sotto non una, ma una serie di macchine.

 

Ecco quindi che lo scorso mese la piccola indiana ha stabilito il nuovo Guiness per il tempo più veloce nel pattinare nel limbo sotto venti auto, eseguendo l’impresa in soli 13,74 secondi, il tutto senza sfiorare la parte inferiore di un singolo veicolo.

 

Non provatelo a casa.

 

Soprattutto non fatelo provare ai vostri figli.

 

Continua a leggere

Bizzarria

Babbo Natale muore di colpo in Uruguay

Pubblicato

il

Da

Babbo Natale è morto per un malore. Il barbuto vecchio sarebbe spirato in pubblico in un centro commerciale uruguagio. Ne dà notizia il sito Montevideo Portal.

 

Babbo Natale stava incontrando i bambini in un centro commerciale a Itu, San Paolo. Poco prima dell’inizio della presentazione, si è accasciato al suolo.

 

Secondo il notiziario G1, l’anziano biancorosso sarebbe stato portato in ospedale dove sarebbe morto.

 

«L’attore C. F., che ha interpretato il nostro Babbo Natale durante l’evento di questo sabato, non si è sentito bene, è stato curato immediatamente e trasferito all’UPA locale, ma è morto in ospedale nel tardo pomeriggio», ha scritto il centro commerciale in una nota, rivelando l’identità del Babbo Natale. «Il Plaza Shopping Itu sta dando il suo pieno sostegno alla famiglia e si rammarica di questa perdita», aggiunge la dichiarazione.

 

In molti si dicono sconvolti per la perdita del 75enne Babbo Natale, che si era presentato al medesimo centro commerciale anche l’anno scorso.

 

«La causa della morte non è stata resa nota» scrive Montevideo Portal.

 

Non sappiamo se sia lecito ipotizzare che si tratti di un episodio di questa epidemia malori che dopo calciatori, ciclisti e corridori, sembra accanirsi contro attori, cantanti e ballerini, e a quanto sembra, a questo punto, anche Babbi Natali.

 

Requiescat.

 

 

 

Continua a leggere

Più popolari