New York, morto mezzora dopo il vaccino

 

 

 

Un settantenne è morto circa 25 minuti dopo l’iniezione del vaccino anti-COVID all’esterno del Jacob Javits Convention Center di Manhattan, un centro congressi tramutatosi dal 13 gennaio in grande vaccinatoio della Grande Mela.

 

L’uomo sarebbe finito al suolo mentre, neanche mezzora dopo la dose, stava andandosene dal centro vaccini sito in Hudson Yards. Nonostante il tempestivo intervento dei socorritori, l’uomo è spirato in ospedale.

L’uomo sarebbe finito al suolo mentre, neanche mezzora dopo la dose, stava andandosene dal centro vaccini

 

Il commissario dello Stato per la salute ha dichiarato che il deceduto «non aveva dimostrato reazioni avverse» nei 15 minuti successivi alla somministrazioni. Però 10 minuti dopo l’uomo era praticamente morto.

 

I medici sono sicuri che non si sia trattata di una reazione allergica al vaccino, riportano varie testate, che scrivono altresì che è stata aperta un’indagine. La logica come sempre, specie per i giornali pandemici, è un accessorio: come sia possibile escludere il vaccino e comunicare l’apertura di una investigazione nella stessa riga davvero ci sfugge. A meno che non stiano dicendo: si indagherà in ogni direzione, tranne che in quella della siringa che lo aveva bucato pochi minuti prima. In effetti messa così la cosa assume pure senso.

«I funzionari sanitari dicono che è importante sottolineare che non risulta esserci alcuna correlazione tra la morte e il vaccino»

 

«I funzionari sanitari dicono che è importante sottolineare che non risulta esserci alcuna correlazione tra la morte e il vaccino» scrive Today.

 

Lo sottolineiamo anche noi, ci mancherebbe: «nessuna correlazione».

 

Il lettore si adegui al pensiero che dovrà cambiare anche tutte quelle barzellette in cui Pierino mangia la marmellata ma nega davanti alla madre inferocita

Il lettore si adegui al pensiero che dovrà cambiare anche tutte quelle barzellette in cui Pierino mangia la marmellata ma nega davanti alla madre inferocita: tra i segni di confettura sulla bocca e sulle dita del discolo e il furto della leccornia non può esserci alcun rapporto di causa ed effetto.