Il CHD farà causa all’Università della California per i vaccini antinfluenzali obbligatori

 

 

Renovatio 21 traduce questo editoriale di Robert Kennedy jr per gentile concessione di Children’s Health Defense.

 

 

La dottoressa Janet Napolitano afferma che i vaccini antinfluenzali obbligatori «ridurranno la possibilità di essere infettati da COVID». Tuttavia, la ricerca prevalente suggerisce che i vaccini antinfluenzali aumentano effettivamente il rischio di infezione da coronavirus.

 

La ricerca prevalente suggerisce che i vaccini antinfluenzali aumentano effettivamente il rischio di infezione da coronavirus

Uno studio del Pentagono statunitense del gennaio 2020 (Wolff 2020) ha rilevato che il vaccino antinfluenzale AUMENTA i rischi del coronavirus del 36%.

 

«Ricevere la vaccinazione antinfluenzale può aumentare il rischio di altri virus respiratori, un fenomeno noto come” interferenza del virus … l’interferenza del virus “derivato dal vaccino” era significativamente associata al coronavirus».

 

Molti altri studi suggeriscono l’aumento del rischio di infezioni respiratorie virali, incluso il coronavirus, a seguito della vaccinazione per l’influenza.

Molti altri studi suggeriscono l’aumento del rischio di infezioni respiratorie virali, incluso il coronavirus, a seguito della vaccinazione per l’influenza

 

  • Uno studio CDC del 2018 (Rikin et al 2018) ha rilevato che i vaccini antinfluenzali aumentano il rischio di malattie respiratorie acute non influenzali (ARI), incluso il coronavirus, nei bambini.

 

  • Uno studio australiano del 2011 (Kelly et al 2011) ha rilevato che i vaccini antinfluenzali hanno raddoppiato il rischio di infezioni polmonari virali non influenzali.

 

  • Uno studio di Hong Kong del 2012 (Cowling et al 2012) ha rilevato che i vaccini antinfluenzali aumentano il rischio di infezioni respiratorie non influenzali di 4,4 volte.

Uno studio CDC del 2018 (Rikin et al 2018) ha rilevato che i vaccini antinfluenzali aumentano il rischio di malattie respiratorie acute non influenzali (ARI), incluso il coronavirus, nei bambini

 

  • Uno studio del 2017 (Mawson et al 2017) ha rilevato che i bambini vaccinati avevano una probabilità 5,9 volte maggiore di soffrire di polmonite rispetto ai loro coetanei non vaccinati.

 

Children’s Health Defense è a conoscenza di uno studio contrario pubblicato il mese scorso da Gunther Fink et. al. Quel rapporto sembra concludere che i vaccini antinfluenzali possono essere profilattici contro il coronavirus.

 

Lo studio, sulle popolazioni brasiliane, ha molti esiti dubbi e inspiegabili, incluso un tasso di mortalità del 47% tra i soggetti dello studio, sollevando numerose domande senza risposta sulla metodologia e sulla validità di questa ricerca. I campus dell’Università della California non dovrebbero incoraggiare i vaccini antinfluenzali finché non avremo una scienza inequivocabile a sostegno dell’efficacia contro COVID.

 

Uno studio del 2017 (Mawson et al 2017) ha rilevato che i bambini vaccinati avevano una probabilità 5,9 volte maggiore di soffrire di polmonite rispetto ai loro coetanei non vaccinati.

Se vuoi unirti alla nostra lotta contro l ‘«UC Jab» [l’iniezione dell’Università della California] visita CHD e compila il modulo . Includere dettagli sulla propria opposizione a questo mandato.

 

Vorremmo che i querelanti rappresentassero tutte le scuole e le discipline del sistema UC.

 

 

Robert F. Kennedy Jr.

 

 

 

© 11 agosto 2020, Children’s Health Defense, Inc. Questo articolo è riprodotto e distribuito con il permesso di Children’s Health Defense, Inc. Vuoi saperne di più dalla Difesa della salute dei bambini? Iscriviti per ricevere gratuitamente notizie e aggiornamenti da Robert F. Kennedy, Jr. e la Difesa della salute dei bambini. La tua donazione ci aiuterà a supportare gli sforzi di CHD.