I vaccini obbligatori uccideranno l’industria dei viaggi: parla il capo della lobby del turismo

 

 

 

 

Il capo di uno dei gruppi di lobby del turismo più importanti al mondo ha avvertito che se i governi adottano le politiche «no vaccino, no volo» il settore dei viaggi sarà distrutto. Lo riporta Summit News.

 

Gloria Guevara, capo del World Travel and Tourism Council, ha dichiarato lo scorso giovedì «Non credo che i governi richiederanno la vaccinazione l’anno prossimo», avvertendo che «se lo fanno, uccideranno il loro settore».

Se i governi adottano le politiche «no vaccino, no volo» il settore dei viaggi sarà distrutto

 

Bloomberg ha riferito riguardo ai commenti di Guevara, aggiungendo che le prime persone a ricevere il vaccino «sono le ultime persone che viaggeranno», cioè gli anziani e le persone a rischio.

 

Guevara ha inoltre osservato che il settore del turismo, comprese le compagnie aeree, sta affrontando perdite combinate di 3,8 trilioni di dollari.

 

I commenti di Guevara arrivano dopo che un portavoce dell’Organizzazione mondiale della sanità ha detto che «la prova della vaccinazione per il vaccino COVID-19 sarà essenziale per scopi di salute pubblica»,aggiungendo che «è anche importante fare una distinzione tra un “passaporto dell’immunità” – qualcosa che l’OMS consiglia – e un documento di vaccino per i viaggi».

Il settore del turismo, comprese le compagnie aeree, sta affrontando perdite combinate di 3,8 trilioni di dollari

 

Numerose compagnie aeree hanno indicato  che implementeranno le misure indipendentemente da ciò che decidono i governi.