Genitore e figlio di New York vogliono sposarsi

 

 

Renovatio 21 traduce questo articolo di Bioedge.

 

 

 

Niente batte il New York Post per la copertura degli angoli più eccitanti della Rivoluzione riproduttiva. Questa settimana ha avuto un’esclusiva: una causa alla Corte Federale di Manhattan per consentire l’incesto.

 

Una causa alla Corte Federale di Manhattan per consentire l’incesto

Sembra che un genitore e suo figlio desiderino la ratifica legale del loro attaccamento romantico, anche se riconoscono che «un ampio segmento della società vede [questo] come moralmente, socialmente e biologicamente ripugnante».

 

Secondo i documenti del tribunale depositati nella causa Doe v. McSweeney, n. 1: 21-cv-2806 presso il tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto meridionale di New York, il genitore sostiene che «attraverso il vincolo duraturo del matrimonio, due persone , qualunque sia il rapporto che potrebbero avere tra loro, può trovare un maggiore livello di espressione, intimità e spiritualità».

 

«Attraverso il vincolo duraturo del matrimonio, due persone , qualunque sia il rapporto che potrebbero avere tra loro, può trovare un maggiore livello di espressione, intimità e spiritualità»

Pochissimi dettagli sono forniti nei documenti pubblicamente disponibili, nemmeno il sesso, l’età, la residenza o la natura della loro relazione.

 

«I coniugi proposti sono adulti», dice il documento. «Gli sposi proposti sono genitore e figlio biologici. Gli sposi proposti non sono in grado di procreare insieme».

 

Il genitore vuole sposarsi a New York City e chiede al tribunale di dichiarare le leggi incostituzionali e inapplicabili nel loro caso, che la causa chiama coppia «PAACNP», «Parent and Adult Child Non-Procreationable»  («Genitori e figli adulti non procreativi»).

 

«Gli sposi proposti sono genitore e figlio biologici. Gli sposi proposti non sono in grado di procreare insieme»

«Le coppie genitore e figlio adulto per le quali la procreazione è virtualmente o letteralmente impossibile possono aspirare agli scopi trascendenti del matrimonio e cercare la realizzazione nel suo significato più alto», sostiene il genitore, sostenendo che «diminuirebbe la loro umanità» se lo fossero incapace di sposarsi con il proprio figlio.

 

Lo specialista di diritto di famiglia di Manhattan Eric Wrubel ha detto al Post: «Non vincerà mai. Il più vicino che puoi arrivare è Woody Allen, e quella non era sua figlia, era una bambina adottata che non ha mai adottato e che ancora fa rivoltare lo stomaco delle persone».

 

 

 

Michael Cook

Direttore di Bioedge

 

 

 

 

 

Renovatio 21 offre questa traduzione per dare una informazione a 360º. Ricordiamo che non tutto ciò che viene pubblicato sul sito di Renovatio 21 corrisponde alle nostre posizioni