Israele lancia un satellite da ricognizione nello spazio

 

 

Israele ha annunciato lunedì di aver lanciato con successo un satellite da ricognizione nello spazio nel suo primo esperimento in questo settore. Lo riporta il sito Almasdarnews.

 

L’annuncio è arrivato dal portavoce dell’esercito israeliano, Avichay Adraee su Twitter.

 

«Il Ministero della Difesa ha confermato che l’amministrazione spaziale della Direzione Ricerca e Sviluppo e l’Autorità delle industrie spaziali sono riuscite nel lancio del satellite da ricognizione di Horizon 16 nello spazio, alle quattro del mattino, ora di Gerusalemme».

 

Israele ha annunciato lunedì di aver lanciato con successo un satellite da ricognizione nello spazio nel suo primo esperimento in questo settore

«Sto parlando di un satellite di rilevamento optoelettronico dotato di capacità tecniche avanzate e nel prossimo futuro sarà sottoposto a una serie di test per determinarne l’idoneità e il livello di prestazioni» continua il portavoce di Tsahal. Alcuni dei messaggi del portavoce sono stati scritti in arabo.

 

Questa mossa di Israele arriva pochi mesi dopo che l’Iran ha lanciato con successo il suo primo satellite in orbita.

 

Il primo ministro Benjamin Netanyahu sembra accennare a questo mentre saluta il successo del lancio. Ha detto che il lancio «aumenta molto la nostra capacità di agire contro i nemici di Israele, vicini e lontani allo stesso modo. Espande notevolmente la nostra capacità di agire sulla terra, in mare, nell’aria e anche nello spazio».

«La nostra rete di satelliti ci consente di guardare l’intero Medio Oriente – e anche un po ‘di più»

 

Un funzionario del programma spaziale dell’aeronautica israeliana ha detto a proposito del lancio: «La nostra rete di satelliti ci consente di guardare l’intero Medio Oriente – e anche un po ‘di più».

 

Il lancio iraniano, che è stato condannato dagli Stati Uniti e dai suoi alleati, ha segnato la prima volta che la Repubblica islamica è stata in grado di inviare con successo un satellite in orbita.

 

Lo spazio è il nuovo teatro per la dominazione del mondo. Alcuni Paesi sembra averlo capito: i satelliti possono controllare territori e popolazioni senza la possibilità immediata di essere tirati giù.

 

La sovranità di un popolo non è tale, oggi, se non ha accesso allo spazio

La sovranità di un popolo non è tale, oggi, se non ha accesso allo spazio: perché altrimenti è costretta a subire i satelliti di altri soggetti – e magari non solamente Nazioni riconosciute.

 

 

 

 

Immagine di repertorio