Il digiuno, l’ultimo trucco per aumentare la produttività in Silicon Valley

 

 

Il digiuno è un modo semplice per diventare più lucidi, non solo più magri.

A causa dell’obesità, il diabete, il cancro ed altre malattie croniche sono in aumento, una sottocultura dove mangiare meno è apprezzata può sembrare inverosimile e contraria al grano. La Silicon Valley è la casa di idee inverosimili, e i dirigenti delle aziende stanno trovando maggiore chiarezza mentale, concentrazione e resistenza alle malattie attraverso una pratica antichissima: il digiuno.

 

Ci sono benefici per la perdita di peso, ma quasi tutti i dirigenti della Silicon Valley e gli imprenditori altamente performanti digiunano per la facilità, la semplicità e l’opportunità di ottimizzare le loro prestazioni mentali.

Il digiuno è un modo semplice per diventare più lucidi, non solo più magri.

 

Perché gli imprenditori stanno mettendo giù le loro forchette

Ci sono molte forme di digiuno, anche se il più popolare è chiamato «digiuno intermittente» («Intermitting Fasting»). Una persona mangia normalmente per otto ore durante il giorno e poi non mangia durante un periodo di 16 ore.

Sebbene la letteratura scientifica sugli adulti sani non sia robusta, le prove su animali e anziani mostrano grandi benefici con questa semplice tecnica di digiuno.

 

È noto che il digiuno riduce il tasso di malattie neurodegenerative come il morbo di Alzheimer, il Parkinson e l’Huntington. Altri studi suggeriscono una migliore conservazione della memoria negli individui a digiuno attraverso una sostanza chimica cerebrale chiamata fattore neurotrofico cerebrale (BDNF).

 

Limitare il tempo che mangiamo ogni giorno permette al nostro corpo e al cervello di auto-ripararsi e «eliminare la spazzatura». Questo è uno dei motivi per cui le nostre prestazioni mentali sono migliorate dal digiuno.

 

Limitare il tempo che mangiamo ogni giorno permette al nostro corpo e al cervello di auto-ripararsi e «eliminare la spazzatura». Questo è uno dei motivi per cui le nostre prestazioni mentali sono migliorate dal digiuno.

Ma il digiuno può anche migliorare la nostra salute a lungo termine. Numerosi studi hanno ridotto il rischio cardiovascolare, migliorato la resilienza contro il cancro e ridotto i segni dell’invecchiamento come benefici del digiuno.

 

Naturalmente, molti dei benefici del digiuno derivano dall’agio e dalla semplicità. Mangiare uno o due pasti in meno al giorno significa passare meno tempo a fare i piatti, meno tempo a visitare ristoranti e spendere meno. Questo spesso si traduce in una maggiore libertà quando non si è legati alla palla e alla catena di cibo e ristoranti.

 

Alcuni potrebbero suggerire che uno stile di vita che ruota attorno ai pasti saltati sia a breve termine e miope, ma come dimostrano le prove, non è solo più conveniente, ma anche più sano e più efficace.

 

Quale opzione di digiuno è la migliore?

Esistono molte opzioni di digiuno, a seconda delle esigenze e dei desideri di un individuo. Il digiuno intermittente è una delle più popolari, ma ce ne sono molti altri. Alcune persone seguono questi:

 

  • Un pasto al giorno – essenzialmente a digiuno da 22 a 23 ore e mangiando 1-2 ore
  • Digiunare un giorno intero – svegliarsi una mattina ma non mangiare fino al mattino successivo
  • Mangiare meno calorie – mangiare sotto le 500-600 calorie per alcuni giorni di seguito
  • Digiuni prolungati – tre, cinque e anche sette giorni di digiuno

Mangiare uno o due pasti in meno al giorno significa passare meno tempo a fare i piatti, meno tempo a visitare ristoranti e spendere meno. Questo spesso si traduce in una maggiore libertà quando non si è legati alla palla e alla catena di cibo e ristoranti.

 

Tutti questi hanno le loro sensazioni e benefici unici. Anche mangiare una dieta ipocalorica pochi giorni alla settimana (piuttosto che niente cibo) può avere benefici anti-cancro e questo stile di vita sostiene l’anti-invecchiamento secondo i ricercatori Valter Longo e Satchidananda Panda.

 

Per le persone con problemi cardiaci o altre malattie, è una buona idea consultare un medico e avere un qualche tipo di supervisione prima di fare qualcosa di troppo drastico, specialmente i digiuni prolungati. Il digiuno è una forma di stress e non dovrebbe essere fatto incautamente.

 

Per i principianti desiderosi, un buon punto di partenza è saltare la colazione e non mangiare cibo fino a mezzogiorno.

 

I CEO delle società tecnologiche della Silicon Valley stanno persino prendendo in considerazione varie app che aiutano a digiunare. Secondo Cam Secore, proprietario del sito di revisione tecnologica All Power Moves , «per quanto strano possa sembrare, numerosi appassionati di tecnologia utilizzano l’app di Kevin Rose chiamata Zero per tracciare il loro digiuno: è gratis, funziona, ma è molto utile perché crea responsabilità».

 

 

 

Fonte: The Entrepreneur