Fauci: gli scettici sul vaccino sono una grave minaccia per la salute pubblica

 

 

Il dottor Anthony Fauci, consulente della Casa Bianca per coronavirus, ha dichiarato durante un’intervista questa settimana con il New York Times che convincere gli scettici a prendere un vaccino COVID è una questione di fondamentale importanza per salvaguardare la salute pubblica.

 

Molte di queste persone «in realtà non pensano che questo sia un problema», ha detto il dottor Fauci durante una conversazione con l’Hastings Center, uno dei più antichi centro studi di Bioetica.

 

Fauci ha sottolineato che molte persone semplicemente non accettano il fatto che un vaccino sia stato sviluppato così rapidamente, soprattutto perché gli esperti durante i primi giorni dell’epidemia hanno avvertito che un vaccino potrebbe richiedere anni

Fauci ha inoltre sottolineato che molte persone semplicemente non accettano il fatto che un vaccino sia stato sviluppato così rapidamente, soprattutto perché gli esperti durante i primi giorni dell’epidemia hanno avvertito che un vaccino potrebbe richiedere anni. Forse ci sbagliamo noi: ma non è sempre stato così? Da quando i vaccini si producono in poche settimane e non in anni, così da determinare (in teoria, chiaro) anche gli effetti a lungo termine? (O quantomeno: a fingere di farlo).

 

Dopo essersi lamentato di tutte le «fake news» che circondano il virus e il vaccino, il dottor Fauci si è detto «stordito» dalla riluttanza delle persone a credere nel virus.

 

Dopo che il NIH (l’Istituto Nazionale per la Sanità USA) ha stimato che il 75% della popolazione degli Stati Uniti avrebbe bisogno di ricevere il vaccino per stabilire l’immunità di gregge, il dottor Fauci ha insistito sul fatto che vorrebbe che «la stragrande maggioranza» delle persone ricevesse i vaccini in modo da poter «essenzialmente schiacciare davvero questo focolaio».

 

Parlando all’inizio di questa settimana alla conferenza virtuale Dealbook del New York Times, il dottor Fauci ha affermato che «se abbiamo un vaccino efficace e il 50% della popolazione rifiuta di prenderlo, hai ancora una notevole sfida per la salute pubblica».

 

Il dottor Fauci ha insistito sul fatto che vorrebbe che «la stragrande maggioranza» delle persone ricevesse i vaccini in modo da poter «essenzialmente schiacciare davvero questo focolaio»

Molti americani hanno indicato la velocità con cui è stato sviluppato il vaccino per metterli a disagio nel prenderlo. Ma il dottor Fauci ha cercato di spiegare che la velocità è in gran parte un fattore dei progressi scientifici che hanno contribuito a sbloccare l’approccio dell’mRNA utilizzato da Pfizer e Moderna. Come no: non si tratta di scorciatoie etiche che hanno reso il codice di Norimberga carta straccia – al punto che si sperimenta ora direttamente sui bambini –, si tratta di una mirabolante nuova tecnologia che, bizzarramente, prima della Pandemia mai era stata portata a termine, né autorizzata sull’uomo.

 

Ma tranquilli, il dottor Fauci ci assicura che i dati di revisione – Pfizer sta presentando il suo vaccino per un EUA venerdì, ha detto la società – vengono esaminati da comitati interni ed esterni e ricercatori. Capito? Comitati interni ed esterni, siamo nella proverbiale botte di ferro. Perché dunque temere la siringa con dentro una sostanza mai prima approvata sull’uomo? Ci stanno i comitati, siete salvi. Fatevi ‘sto vaccino e state zittissimi.

 

«Nel momento in cui la FDA ritiene che questo sia un vaccino sicuro ed efficace, ha deciso un processo indipendente e trasparente», ha detto Fauci, forse per insidiare il primato mondiale in fatto di barzellette da personaggio pubblico attualmente tenuto da Silvio Berlusconi. Viste le controversie dell’FDA,  e la sua indipendenza e sla sua trasparenza, diciamo che ci può essere stata qualche cosa da ridire. La FDA di recente è stato persino attaccata da Bill Gates (!) che la ritiene «inattendibile» riguardo al vaccino COVID.

 

Solo gli ingenui possono credere che il dottor Fauci sia sincero nelle sue speranze di convincere gli scettici a farsi il vaccino. Alla fine, solo una cosa costringerà le persone a ricevere i vaccini, ed è la pressione “morbida” dell’esclusione–  o un approccio più pesante, come gli ordini di vaccinazione obbligatoria

«Dobbiamo continuare a martellare qui per il gruppo di persone che sono preoccupati per il processo; il processo è corretto».

 

«A questo punto – scrive Zerohedge – solo gli ingenui possono credere che il dottor Fauci sia sincero nelle sue speranze di convincere gli scettici a farsi il vaccino. Alla fine, solo una cosa costringerà le persone a ricevere i vaccini, ed è la pressione “morbida” dell’esclusione–  o un approccio più pesante, come gli ordini di vaccinazione obbligatoria».