L’OMS modifica la definizione di immunità di gregge: si ottiene solo col vaccino

 

 

 

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha cambiato la definizione di immunità di gregge, eliminando il consenso pre-COVID per cui essa potrebbe essere raggiunta consentendo a un virus di diffondersi attraverso una popolazione.

 

Nella nuova definizione, l’OMS insiste sul fatto che l’immunità di gregge proviene esclusivamente dai vaccini.

Nella nuova definizione, l’OMS insiste sul fatto che l’immunità di gregge proviene esclusivamente dai vaccini.

 

Il cambiamento è avvenuto in una sezione del sito web dell’OMS intitolata «Malattia da coronavirus (COVID-19): sierologia, anticorpi e immunità».

 

La definizione originale dell’OMS afferma che l’immunità di gregge «si verifica quando una popolazione è immune attraverso la vaccinazione o l’immunità sviluppata attraverso una precedente infezione. Ciò significa che anche le persone che non sono state infettate o per le quali un’infezione non ha innescato una risposta immunitaria, sono protette perché le persone intorno a loro che sono immuni possono agire come cuscinetto tra loro e una persona infetta».

 

La definizione originale pare assai diversa dal consenso pre-COVID sulla materia, per il quale la fantomatica «immunità di gregge» – sulla quale è legittimo nutrire dubbi scientifici – si ottiene quando una popolazione viene protetta contro un virus perché un numero sufficiente di persone ne è stato infettato rendendo, secondo la teoria, immune la comunità.

La versione aggiornata dell’OMS insiste sul fatto che l’immunità di gregge può essere raggiunta solo con programmi di vaccinazione di massa.

 

La versione aggiornata dell’OMS è invece  perfino più estrema, insistendo sul fatto che l’immunità di gregge può essere raggiunta solo con programmi di vaccinazione di massa.

 

«”Immunità di gregge”, nota anche come “immunità di popolazione”, è un concetto utilizzato per la vaccinazione, in cui una popolazione può essere protetta da un certo virus se viene raggiunta una soglia di vaccinazione», afferma il sito web dell’OMS, che aggiunge: «l’immunità di gregge si ottiene proteggendo le persone da un virus, non esponendole ad esso».

 

Il sito web dell’OMS : «l’immunità di gregge si ottiene proteggendo le persone da un virus, non esponendole ad esso»

«L’immunità di gregge esiste quando viene vaccinata un’alta percentuale della popolazione», afferma il sito web, omettendo completamente il significato originale di «immunità di gregge», ovvero quando una popolazione diventa immune a un virus essendo esposta ad esso.

 

Come nota Summit News, modificando la definizione di immunità di gregge, l’OMS sta letteralmente riscrivendo decine di anni di letteratura scientifica (i cui esiti Renovatio 21 già non giudicava scevri, come ogni materia vaccinale, di conflitti di interesse economici e politici).

 

Siamo di fronte all’ennesimo episodio di orwellismo spinto regalatoci da quest’epoca di manipolazione e menzogna. Con pochi click, il potere cambia il passato  per modellare a suo piacimento il presente e il futuro.

 

«L’immunità di gregge esiste quando viene vaccinata un’alta percentuale della popolazione»

Il problema è che il passato che va a cambiare era a sua volta un effetto di dinamiche di potere e di manipolazione che, come un software, ora vanno upgradate, aggiornate.

 

Le menzogne di ieri non vanno più bene. Dimenticatevele, non sono mai esistite: ve lo dice l’OMS, l’ente che Google e Facebook vi dicono di seguire per farvi un’opinione sul COVID-19.

 

Credono davvero di avere a che fare con gregge: ci portano al pascolo, ci spaventano con i loro cani da pastore, ci tosano, infine ci squarteranno e divoreranno.

Credono davvero di avere a che fare con gregge: ci portano al pascolo, ci spaventano con i loro cani da pastore, ci tosano, infine ci squarteranno e divoreranno

 

Fino a quando accetteremo di essere le pecore della Necrocultura al potere?