Il Pentagono: la Russia attacca le truppe USA con armi a «energia diretta»

 

 

 

Il Dipartimento della Difesa USA ha rivelato di ritenere che l’ esercito russo abbia preso di mira le truppe statunitensi in Siria con «attacchi ad energia diretta» al fine di far ammalare i soldati americani al punto da renderli incapaci di condurre le normali operazioni.

 

Il Dipartimento della Difesa USA ha rivelato di ritenere che l’ esercito russo abbia preso di mira le truppe statunitensi in Siria con «attacchi ad energia diretta» al fine di far ammalare i soldati americani

Secondo il Pentagono, alcune truppe statunitensi che occupano il Paese hanno iniziato a segnalare «sintomi simil-influenzali» che hanno indotto il Dipartimento della Difesa a indagare sul possibile collegamento con le microonde o le armi ad energia diretta sul campo di battaglia siriano. Il sito Politico riferisce che «i funzionari hanno identificato la Russia come un probabile colpevole , secondo due persone con una conoscenza diretta della questione».

 

Tra le tante colpe attribuite ai russi – truccano le elezioni, hackerano tutti i computer, premiano i talebani che ammazzano soldati USA in Afghsnistan – quella delle armi invisibili di fatto mancava.

 

I funzionari della difesa americana hanno affermato di aver fornito ai legislatori l’intelligence che secondo loro comproverebbe come la Russia è dietro una serie di questi sospetti attacchi ad alta tecnologia.

 

Ciò segue un’importante indagine condotta dall’anno scorso su simili misteriosi attacchi contro il personale statunitense in tutto il mondo. La polemica è scoppiata dalla fine del 2016 al 2017 con la storia della «sindrome dell’Avana», che ha coinvolto circa 50 funzionari diplomatici che lavoravano presso l’ambasciata degli Stati Uniti a Cuba, affetti da strane malattie e sintomi che molti hanno attribuito a qualche tipo di attacco sonoro ad alta tecnologia.

Tra le tante colpe attribuite ai russi – truccano le elezioni, hackerano tutti i computer, premiano i talebani che ammazzano soldati USA in Afghsnistan – quella delle armi invisibili di fatto mancava

 

Il personale ha riferito di aver sperimentato di tutto, dal vomito alle commozioni cerebrali, al mal di testa cronico e alle lesioni cerebrali minori. Ma gli analisti e gli scienziati sono profondamente divisi sulla questione, con speculazioni sulla causa delle malattie che vanno dai suoni acuti dei grilli o persino l’isteria di massa.

 

Tuttavia, l’articolo di Politico includeva anche una smentita del fatto che le truppe in Siria siano mai state vittime di tali armi da parte del portavoce della stampa del Pentagono, suggerendo fortemente che si tratta di una continuazione dell’attuale clima di continua russofobia politicizzata a Washington.