I bioetici cattolici formano una coalizione contro i lockdown

 

 

Renovatio 21 traduce questo articolo di Bioedge.

 

 

 

I gruppi cattolici e pro-vita hanno formato una coalizione per fare pressioni per il diritto dei pazienti di avere un accesso «ragionevole» alla famiglia e al clero durante la pandemia di COVID-19.

 

L’ Health Care Civil Rights Task Force basa le sue critiche del lockdown sui diritti costituzionali.

Il diritto alla libertà religiosa e il diritto alla visita si intersecano nell’assistenza sanitaria quando il clero visita i pazienti per fornire assistenza spirituale

 

Il diritto alla libertà religiosa e il diritto alla visita si intersecano nell’assistenza sanitaria quando il clero visita i pazienti per fornire assistenza spirituale. La negazione della visita da parte del clero è una violazione sia del diritto alla libertà religiosa che del diritto di visita. Proibire a un malato di ricevere la guarigione spirituale dal clero e di ricevere i sacramenti della vita eterna durante i suoi ultimi momenti su questa terra è una crudeltà del tutto ingiustificata dalla pandemia ed è sintomatico della secolarizzazione radicale della società moderna.

 

Nel suo manifesto, la Task Force cita il Primo Emendamento della Costituzione americana, che garantisce la libertà di esercizio religioso.

 

Il procuratore generale dell’amministrazione Trump, William Barr, ha dichiarato ad aprile che:«“anche in tempi di emergenza, quando vengono poste restrizioni ragionevoli e temporanee ai diritti, il Primo Emendamento e la legge statutaria federale proibiscono la discriminazione contro le istituzioni religiose e i credenti religiosi».

« Il desiderio di ridurre quasi a zero il rischio di trasmissione della malattia ha portato alla violazione dei diritti fondamentali»

 

Il discorso cattolico sull’etica medica ha una lunga storia. Sulla base di questa esperienza, la Task Force afferma: «Moralmente siamo chiamati a usare mezzi ordinari e precauzioni ragionevoli per preservare le nostre vite senza smettere di adempiere alle nostre responsabilità quotidiane. È di vitale importanza ribadire questo punto quasi ovvio perché il desiderio di ridurre quasi a zero il rischio di trasmissione della malattia ha portato alla violazione dei diritti fondamentali».

 

I membri della Task Force includono il presidente del National Catholic Bioethics Center Joseph Meaney, Bobby Schindler (il fratello di Terri Schiavo) e funzionari della Christ Medicus Foundation e Healthcare Advocacy Leadership Organization.

 

 

Michael Cook

Direttore di BioEdge