Come il Texas ha vinto sul COVID

 

 

 

 

Nel marzo scorso, il governatore Greg Abbott ha annunciato che il Texas avrebbe riaperto al 100% senza più restrizioni legate dall’emergenza COVID. Gli «esperti» pro-lockdown sono rimasti esterrefatti da questa scelta di tornare alla libertà e alla vita di prima.

 

Se uno stato grande come il Texas si unisse alla Florida e  insieme riuscissero a sbeffeggiare  ribaltare i dogmi della cosiddetta «scienza» – quella che per la prima volta nella storia ha costretto le persone sane a rimanere confinate in casa e a portare perennemente mascherine in volto – allora la narrativa dei cosiddetti «chiusuristi» inizierebbe a sgretolarsi.

Se uno stato grande come il Texas si unisse alla Florida e  insieme riuscissero a sbeffeggiare  ribaltare i dogmi della cosiddetta «scienza» – quella che per la prima volta nella storia ha costretto le persone sane a rimanere confinate in casa e a portare perennemente mascherine in volto – allora la narrativa dei cosiddetti «chiusuristi» inizierebbe a sgretolarsi.

 

Il presidente Biden ha apertamente criticato la decisione texana etichettandola come «pensiero di Neanderthal». Il presidente del Partito Democratico del Texas, Gilberto Hinojosa, ha avvertito che, con questa decisione Abbott avrebbe «ucciso i texani». 

 

Quando molte settimane dopo, al noto e potentissimo dottor Fauci è stato chiesto perché i casi e le morti causa COVID-19 sono in evidente calo in Texas, ha sinteticamente chiosato con un «Non sono sicuro». 

 
Ora un nuovo studio apparso documentato del National Bureau of Economic Research,  apparso su Reason Magazine, non ha trovato «nessuna prova che la riapertura abbia influito sul tasso di nuovi casi di COVID-19 nel periodo di cinque settimane successivo alla riapertura. I tassi di mortalità COVID-19 a livello statale non sono stati influenzati dalla riapertura del 10 marzo».



Non solo il disastro e l’ecatombe più volte urlata e paventata dai fanatici del blocco non si è concretizzata, ma la costante tendenza stagionale al ribasso del virus verso l’estinzione è continuata indipendentemente dall’azione del governo. Come abbiamo ripetuto per un anno sul Liberty Report, il virus stava per diventare virus indipendentemente da qualsiasi misure di restrizione fosse stata presa. E il Texas lo ha dimostrato.

 

Quando molte settimane dopo, al noto e potentissimo dottor Fauci è stato chiesto perché i casi e le morti causa COVID-19 sono in evidente calo in Texas, ha sinteticamente chiosato con un «Non sono sicuro». 

Tuttavia, rimangono alcune domande molto importanti a cui rispondere poiché il panico da COVID negli Stati Uniti sta finalmente iniziando a recedere.



Ciò detto, qualcuno sarà ritenuto responsabile per le migliaia di persone morte a causa del divieto di cure sicure come l’idrossiclorochina e l’ivermectina che si sono dimostrati molto efficaci contro il COVID-19? 

 

Non appena l’ex presidente Donald Trump affermò che l’idrossiclorochina poteva essere efficace contro il virus, gli «esperti» si sono stracciati le vesti. Ne è stato vietato l’uso, per poi in seguito annullarlo.



La politicizzazione della medicina è antiscientifica, antiumana e antiamericana. Coloro che sono morti inutilmente a causa di questa politicizzazione avranno finalmente la loro giustizia?

Qualcuno sarà ritenuto responsabile per le migliaia di persone morte a causa del divieto di cure sicure come l’idrossiclorochina e l’ivermectina che si sono dimostrati molto efficaci contro il COVID-19? 



Da notare però che sebbene Abbott abbia il merito di aver compiuto questo passo coraggioso di «riaprire», non dovrebbe essere ritenuto responsabile per aver chiuso lo stato a inizio pandemia? Dopotutto, quando qualcuno ti prende a pugni in faccia e poi si ferma, lo ringrazi per aver mollato o chiedi perché ha iniziato a picchiarti? 

 

Tutti gli ordinamenti tirannici scritti per decreto negli Stati Uniti verranno cancellati dai libri? O saranno semplicemente autorizzati a farlo di nuovo per qualsiasi altro motivo ritengano opportuno?



Infine, grazie al senatore Rand Paul, ora siamo tutti consapevoli del ruolo del dottor Fauci nel finanziare la ricerca sui virus in Cina.

 

Sebbene Greg Abbott meriti molte critiche per aver chiuso il Texas, il suo decreto di riapertura ha finalmente posto fine alla tirannia COVID in tutto il Paese. Siamo grati per questo. Ora dobbiamo vigilare e non permettere  che tutto ciò accada di nuovo.

 

 

Ron Paul

 

 

 

Il dottor Ron Paul, medico, è un ex deputato degli Stati Uniti per lo stato del Texas. Ron Paul è padre del senatore del Kentucky Rand Paul.

 

 

Articolo previamente apparso sul sito del Ron Paul Institute for Peace and Prosperity, ripubblicato secondo le indicazioni.

 

 

 

Traduzione di Francesco Rondolini