Il direttore dell’OMS accusato di traffico d’armi

 

 

Le forze armate etiopi hanno accusato il direttore generale dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), Tedros Adhanom Ghebreyesus, di patrocinare la guerra nella regione del Tigrè.

 

Ghebreyesus è stato ministro della Sanità (2005-12) e degli Esteri (2012-16) dell’Etiopia. È dirigente del Fronte di Liberazione del Popolo del Tigrè (FLPT), partito che dalla dissoluzione dell’URSS ha smesso di fare riferimento al marxismo-leninismo.

 

Secondo il capo di stato-maggiore etiope, generale Berhanu, Tedros Adhanom Ghebreyesus avrebbe intrapreso azioni presso diversi Stati africani per armare la ribellione, ottenendo l’aiuto dell’Egitto per approvvigionare i combattenti del Fronte di Liberazione del Popolo del Tigrè

Il 4 novembre l’FLPT ha rinfocolato la ribellione. L’esercito etiope si è immediatamente attivato per ripristinare l’ordine. Il conflitto nasce da un’opposizione tribale tra l’etnia oromo (cui appartiene il primo ministro, nonché premio Nobel per la pace, Abiy Ahmed) e il popolo del Tigrè.

 

Secondo il capo di stato-maggiore etiope, generale Berhanu, Tedros Adhanom Ghebreyesus avrebbe intrapreso azioni presso diversi Stati africani per armare la ribellione, ottenendo l’aiuto dell’Egitto per approvvigionare i combattenti del Fronte di Liberazione del Popolo del Tigrè.

 

 

 

 

Articolo ripubblicato su licenza Creative Commons CC BY-NC-ND

 

 

Fonte: «Il direttore dell’OMS accusato di traffico d’armi», Traduzione Rachele Marmetti, Rete Voltaire, 20 novembre 2020

 

 

 

Le opinioni degli articoli pubblicati non coincidono necessariamente con quelle di Renovatio 21