Connettiti con Renovato 21

Vaccini

«Rieducazione» per i genitori che rifiutano il vaccino COVID-19: disegno di legge in Colorado

Pubblicato

il

 

 

 

 

Il Colorado ha presentato un disegno di legge che «rieducherebbe» i genitori che rifiutano di vaccinare il loro bambino con il vaccino contro il coronavirus.

 

Il disegno di legge obbliga tutti i medici e il personale medico a praticare vaccinazioni senza esenzioni, anche se si trovano in una situazione in cui credono che non sarebbe nel miglior interesse di quel bambino.

 

Il Colorado ha presentato un disegno di legge che «rieducherebbe» i genitori che rifiutano di vaccinare il loro bambino con il vaccino contro il coronavirus

La versione attuale del disegno di legge, tuttavia, non elenca alcuna sanzione o punizione per il personale medico che rifiuta , secondo Life News.

 

Questo disegno di legge offre «moduli di formazione online» per i genitori che desiderano un programma di vaccinazione diverso da quello richiesto dallo Stato. La presentazione di un «certificato di completamento» da parte delle classi di rieducazione è un modo per ricevere l’esenzione per i vaccini sanzionata dallo Stato.

Il disegno di legge obbliga tutti i medici e il personale medico a praticare vaccinazioni senza esenzioni, anche se si trovano in una situazione in cui credono che non sarebbe nel miglior interesse di quel bambino

 

Attualmente, New York, California, Mississippi, West Virginia e Maine negano tutte le esenzioni dal vaccino basate su credenze religiose. Anche i legislatori dell’Illinois stanno spingendo un disegno di legge per eliminare tutte le esenzioni religiose.

 

«Rendere obbligatori i vaccini è un attacco diretto alla nostra libertà religiosa garantita da Dio e costituzionalmente protetta» scrive Life Site.

 

La spaccatura di opinioni nella popolazione americana è oramai totale, con i vaccinisti sempre più disinibiti nel minacciare di togliere ai no-vax ogni diritto.

Questo disegno di legge offre «moduli di formazione online» per i genitori che desiderano un programma di vaccinazione diverso da quello richiesto dallo Stato

 

Il sito ha raccolto alcuni commenti dei lettori al disegno di legge del Colorado: «la loro scusa è banale, religiosa o meno, dovrebbero essere tenuti fuori dalla scuola, dovrebbe essergli negato il lavoro, negata l’assicurazione o pagare qualsiasi altra sanzione specificata».

 

Un’altra persona ha scritto: «Le loro teste esploderanno quando verrà sviluppato un vero vaccino per COVID e dovranno farlo andare a scuola o al lavoro».

 

«La loro scusa è banale, religiosa o meno, dovrebbero essere tenuti fuori dalla scuola, dovrebbe essergli negato il lavoro, negata l’assicurazione o pagare qualsiasi altra sanzione specificata»

Il disegno di legge intanto è passato a Denver con una netta maggioranza di 20 voti a 14.

 

Come riportato da Renovatio 21, in Europa abbiamo l’esempio avanguardistico della Danimarca.

 

Copenhagen infatti ha già approvato una legge di emergenza che consente al governo di costringere le persone a subire un vaccino per il Coronavirus, anche quando questo vaccino, come sappiamo, non esiste ancora.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Continua a leggere

Reazioni avverse

Donna canadese muore 7 minuti dopo vaccino booster bivalente. Il medico legale: «cause naturali»

Pubblicato

il

Da

Una donna canadese il 14 settembre è morta improvvisamente in una farmacia pochi minuti dopo aver ricevuto il nuovo vaccino bivalente di richiamo COVID-19, secondo sua figlia.

 

Carol Pearce ha mandato un messaggio a sua figlia, Stephanie Foster, alle 12:31 per dirle che ha ricevuto la sua dose di richiamo e stava aspettando i 15 minuti consigliati al drugstore. Alle 12:38 la Pearce era privo di sensi.

 

Un testimone oculare ha detto a SASKTODAY.ca che era nel negozio quando ha sentito urlare e piangere. «Dicevano nel negozio che erano passati circa sette minuti», dopo che Pearce ha fatto il vaccino di richiamo che è crollata a terra, ha detto il testimone.

 

Un portavoce del Saskatchewan Health ha detto a SASKTODAY.ca giovedì che la Pearce è morta per cause naturali.

 

«Il servizio del coroner del Saskatchewan ha indagato su questo caso e ha stabilito che la persona è morta per cause naturali», ha detto in un’e-mail Dale Hunter, un consulente per le comunicazioni del Ministero della Salute del Saskatchewan.

 

«Non credo che ciò sia stato causato da cause naturali», ha detto la Foster. «Mia madre non aveva problemi di salute. Credo che se non avesse ottenuto la vaccinazione contro il COVID, oggi sarebbe qui con noi!».

 

La famiglia ha detto che quando Pearce è andata via per il suo appuntamento, era felice e in salute.

 


Megan Redshaw

 

 

 

© 23 settembre 2022, Children’s Health Defense, Inc. Questo articolo è riprodotto e distribuito con il permesso di Children’s Health Defense, Inc. Vuoi saperne di più dalla Difesa della salute dei bambini? Iscriviti per ricevere gratuitamente notizie e aggiornamenti da Robert F. Kennedy, Jr. e la Difesa della salute dei bambini. La tua donazione ci aiuterà a supportare gli sforzi di CHD.

 

 

Continua a leggere

Reazioni avverse

Donna americana danneggiata dal vaccino: «mai vista una tale meschinità»

Pubblicato

il

Da

Renovatio 21 traduce questo articolo per gentile concessione di Children’s Health Defense. Le opinioni degli articoli pubblicati non coincidono necessariamente con quelle di Renovatio 21.

 

 

Sheila Bath, una chef di 60 anni e life coach del Connecticut, ha sospettato per la prima volta di essere stata ferita dal vaccino COVID-19 monodose J&J l’11 aprile 2021, esattamente 14 giorni dopo aver ricevuto il vaccino .

 

In un’intervista esclusiva con The Defender, la Bath ha detto che i suoi sintomi iniziali includevano una sensazione di bruciore che correva dalle gambe alla colonna vertebrale e intorpidimento ai piedi. I sintomi sono durati due mesi.

 

«Mi bruciavano le gambe dalla caviglia fino alla parte inferiore della colonna vertebrale su entrambi i lati. Bruciavano, bruciavano, bruciavano», ha detto Bath. «I miei piedi erano insensibili. Stava bruciando i nervi delle mie gambe e della mia spina dorsale».

 

La signora ha detto di aver anche subito «terribili lividi» sulle estremità, secchezza delle fauci, peggioramento della vista, incapacità di camminare, cisti ai reni, calcoli biliari nella vescica, crampi al polpaccio, spasmi muscolari, depressione, nebbia cerebrale e 9 chili di aumento del peso da acqua acqua.

 

Questi sono «i classici sintomi della sindrome di Guillain-Barré», ha detto Bath.

 

Bath sospettava che il vaccino scatenasse i sintomi, ma inizialmente i medici erano riluttanti a trarre la stessa conclusione.

 

Ha detto a The Defender:

 

«Non sapevo cosa fosse Guillain-Barré, ma è risaputo che devi andare direttamente in ospedale. E [il mio neurologo] avrebbe potuto mandarmi direttamente in ospedale. Il neurologo ha trascurato di seguire il protocollo per portarmi in ospedale quando avrebbero potuto curarla».

 

«Tre volte sono tornata da lui e lui mi ha mandato a casa», ha detto, dicendole: «Non c’è niente che non va in te. Hai la neuropatia perché sei più vecchia».

 

 

Megan Redshaw

 

 

 

© 16 settembre 2022, Children’s Health Defense, Inc. Questo articolo è riprodotto e distribuito con il permesso di Children’s Health Defense, Inc. Vuoi saperne di più dalla Difesa della salute dei bambini? Iscriviti per ricevere gratuitamente notizie e aggiornamenti da Robert F. Kennedy, Jr. e la Difesa della salute dei bambini. La tua donazione ci aiuterà a supportare gli sforzi di CHD.

 

 

Renovatio 21 offre questa traduzione per dare una informazione a 360º. Ricordiamo che non tutto ciò che viene pubblicato sul sito di Renovatio 21 corrisponde alle nostre posizioni.

 

 

 

 

Continua a leggere

Sanità

Vaccino COVID, il direttore del CDC ammette che l’agenzia ha fornito informazioni false sul monitoraggio della sicurezza

Pubblicato

il

Da

 

Il direttore del CDC, la dottoressa Rochelle Walensky, ha riconosciuto pubblicamente per la prima volta che l’agenzia ha fornito informazioni false sul monitoraggio della sicurezza del vaccino COVID-19.

 

In una lettera resa pubblica il 12 settembre, Walensky ha affermato che il CDC non ha affatto analizzato alcuni tipi di segnalazioni di eventi avversi nel 2021, nonostante l’agenzia avesse precedentemente affermato di aver iniziato ad analizzare tali segnalazioni nel febbraio 2021.

 

«CDC ha eseguito l’analisi PRR [Proportional Reporting Ratio] tra il 25 marzo 2022 e il 31 luglio 2022», ha affermato la Walensky.

 

«Il CDC ha anche recentemente indirizzato una precedente dichiarazione rilasciata a Epoch Times per chiarire che i PRR non sono stati eseguiti tra il 26 febbraio 2021 e il 30 settembre 2021».

 

Il CDC aveva promesso in diversi documenti, a partire dall’inizio del 2021, di effettuare un tipo di analisi chiamato Proportional Reporting Ratio (PRR) sulle segnalazioni presentate al VAERS.

 

Ma l’agenzia ha dichiarato a giugno di non aver eseguito i PRR e che eseguirli era «al di fuori delle competenze dell’agenzia».

 

Di fronte alla contraddizione, il dottor John Su , un funzionario del CDC, ha dichiarato a The Epoch Times a luglio che l’agenzia ha iniziato a eseguire PRR nel febbraio 2021 e «continua a farlo fino ad oggi».

 

Ma poche settimane dopo, il CDC ha detto che Su si sbagliava.

 

«CDC ha eseguito PRR dal 25 marzo 2022 al 31 luglio 2022», ha detto una portavoce a The Epoch Times ad agosto.

 

La recente lettera della Walensky, datata 2 settembre, mostra che la stessa Walensky sarebbe consapevole che la sua agenzia ha fornito informazioni false.

 

 

Megan Redshaw

 

 

 

© 16 settembre 2022, Children’s Health Defense, Inc. Questo articolo è riprodotto e distribuito con il permesso di Children’s Health Defense, Inc. Vuoi saperne di più dalla Difesa della salute dei bambini? Iscriviti per ricevere gratuitamente notizie e aggiornamenti da Robert F. Kennedy, Jr. e la Difesa della salute dei bambini. La tua donazione ci aiuterà a supportare gli sforzi di CHD.

 

Renovatio 21 offre questa traduzione per dare una informazione a 360º. Ricordiamo che non tutto ciò che viene pubblicato sul sito di Renovatio 21 corrisponde alle nostre posizioni.

 

 

 

Continua a leggere

Più popolari