Vaccino Pfizer/Biontech crea reazioni avverse a chi ha allergie 

 

 

La Medicines and Healthcare products Regulatory Agency (MHRA), autorità britannica di controllo sui farmaci, ha raccomandato di non sottoporre al vaccino anti-Covid chi risultasse allergico a vaccini, farmaci in generale o ad alcuni alimenti. 

 

L’indicazione del MHRA è arrivata dopo che due persone a cui è stato somministrato il vaccino Pfizer/Biontech nel Regno Unito, il primo Paese al mondo ad aver avviato la distribuzione al grande pubblico, hanno avuto reazioni allergiche.

 

Le persone colpite da reazioni allergiche risultano essere due quarantenni, operatori sanitari di case di riposo

Le persone colpite da reazioni allergiche risultano essere due quarantenni, operatori sanitari di case di riposo, categoria a cui è stata data priorità assoluta assieme ad un certo numero di degenti ultraottantenni di queste strutture, come ha confermato il Servizio sanitario nazionale dell’Inghilterra (NHS England). 

 

Secondo quanto riportato dal Guardian, i due operatori erano muniti di autoiniettori di adrenalina, dispositivi medici utilizzati proprio da persone che soffrono di gravi reazioni allergiche (anafilassi). 

 

Sul foglietto illustrativo del vaccino Pfizer/BioNTech è scritto che il farmaco non dovrebbe essere somministrato a persone allergiche a qualsiasi sostanza presente nel vaccino, sollevando dubbi sulla saggezza degli incaricati del Servizio sanitario di selezionare i membri del personale da sottoporre a vaccinazione. 

 

Entrambi i soggetti avrebbero presentato sintomi di «reazione anafilattoide» subito dopo aver ricevuto la prima dose.

«I segni di una reazione allergica possono includere eruzione cutanea pruriginosa, mancanza di respiro e gonfiore del viso o della lingua», è scritto sul bugiardino. 

 

Entrambi i soggetti avrebbero presentato sintomi di «reazione anafilattoide» subito dopo aver ricevuto la prima dose.

 

Il professor Stephen Powis, direttore medico dell’NHS in Inghilterra, ha tentato di sminuire il tutto rassicurando che i due sanitari «non versano in gravi condizioni e stanno entrambi riprendendosi bene».

Il vaccino anti-COVID è appena uscito e presenta già dei problemi.

 

La realtà, ben visibile ad occhio nudo, è che il vaccino anti-COVID è appena uscito e presenta già dei problemi.

 

E siamo solo all’inizio.