Connettiti con Renovato 21

Reazioni avverse

Terribile reazione avversa al vaccino, 28enne racconta su Instagram la sua storia

Pubblicato

il

Una ragazza di 28 anni del Regno Unito chiede aiuto su Instagram raccontando di essere stata gravemente danneggiata dalla sua prima dose di vaccino COVID-19.

 

L’utente Katrina Hermez ha pubblicato un video dove è a letto in ospedale con spasmi e convulsioni.

 

Le immagini sono raccapriccianti.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Katrina 🌹 (@katrinahermez)


La Hermez sostiene che hanno più volte cancellato il suo post.

 

Nella didascalia si esprima quindi con gli emoticon: «I am 💉 injured». «Sono danneggiata da  💉»

 

«Ero una normale ragazza di 28 anni, che gestiva la propria attività termale da casa, faceva arte, si manteneva fisicamente in forma e si sentiva bene con me stessa ogni giorno» scrive la ragazza.

 

«Il 27 giugno 2021 ho preso la decisione come milioni di altre persone di fare il 💉 perché credevo, (come non dimenticare…ci è stato detto) questo avrebbe protetto noi e le persone intorno a noi. Ora è una bugia comprovata» Il linguaggio lascia capire .

 

«5 giorni dopo i miei sintomi di infortunio sono iniziati e ora sono: l’uso di una sedia a rotelle; 10 episodi di paralisi temporanea del corpo che dura da ore a giorni e giorni; amnesia transitoria; 3 tipi di crisi non epilettiche; emicrania; cefalea a grappolo; dolori articolari; formicolio; bruciore su tutto il corpo; nevralgia; dolori al petto a giorni alterni; sensibilità al rumore; sensibilità alla luce; sensibilità cutanea; forte confusione; forte capogiro; ronzio nelle orecchie; eloquio confuso / balbuzie,, parole ripetute; palpitazioni; dissociazione; sangue nelle orecchie; piaghe nere sulle pareti della bocca; perdita dell’udito intermittente; vista annebbiata; rigidità muscolare; eruzioni cutanee; estrema stanchezza

 

Un altro post video sul social la mostra mentre cammina con un deambulatore.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Katrina 🌹 (@katrinahermez)


«Devo parlare apertamente… , ho avuto il mio primo j@b [cioè, iniezione, ndr] perché mi è stato fatto credere che fosse la cosa giusta da fare dal nostro governo» scrive la ragazza a corredo del filmato. «Ma una settimana dopo ora ha cambiato la mia vita e l’ha ribaltata… Ora sto avendo – paralisi di tutto il corpo, convulsioni, problemi di linguaggio, amnesia quasi diagnosticata, emicrania quotidiana, sangue nelle orecchie, vertigini, nausea e altro ancora. Voglio che la mia storia venga ascoltata per salvare gli altri da ciò che sta loro accadendo!».

 

«Hanno detto che mi avrebbe protetto, hanno detto che avrebbe protetto gli altri, hanno detto che poteva salvarci, hanno detto che ne serviva almeno uno, poi due, ora tre… quanti altri finché non saremo tutti in lutto??»

 

Non abbiamo modo di verificare questa storia.

 

Un articolo apparso sul sito My London la settimana scorsa descrive il suo calvario 0 tra paralisi, convulsioni, etc. – ma non fa menzione del vaccino.

 

Anche la sua pagina di richiesta fondi per le cure mediche sul sito Gofundme non parla mai del vaccino. Forse lo fa perché teme cancellino anche quella. Non sappiamo. La giovane dice che con i soldi raccolti intende chiedere aiuto negli Stati Uniti al dottor Mark Ghalili, specializzato in cure rigenerative per problemi neurologici.

 

Tuttavia, nel lungo post, che la ragazza dice essere stato cancellato varie volte, scrive, oltre che dei suoi dolori, della sua crociata.

 

«Non sarò messa a tacere, non mi sarà detto che non ho prove, non sarò derisa, non sarò condiscendente e non sarò indebolita da persone che si sentono offese da questo errore» scrive nel post Instagram la ragazza. «Mi preoccupo della mia salute e della salute di altre persone e bambini che sono o potenzialmente saranno danneggiati da questo esperimento».

 

«Non starò zitta. Sono danneggiata da 💉 . E non rinuncerò a condividere la mia verità».

 

Continua a leggere

Reazioni avverse

L’EMA afferma che il vaccino Novavax deve riportare un avviso per l’infiammazione cardiaca

Pubblicato

il

Da

L’Agenzia europea per i medicinali (EMA) mercoledì ha raccomandato di aggiungere un avviso per due tipi di infiammazione cardiaca al vaccino COVID-19 di Novavax, commercializzato con i marchi Nuvaxovid e Covovax, sulla base di un piccolo numero di casi segnalati in coloro che hanno ricevuto il vaccino.

 

Secondo una dichiarazione , il comitato di valutazione dei rischi per la farmacovigilanza dell’EMA, responsabile della valutazione e del monitoraggio della sicurezza dei medicinali per uso umano, ha concluso che «la miocardite e la pericardite possono verificarsi in seguito alla vaccinazione con NuvaxovidÅ.

 

«Il comitato raccomanda quindi di elencare miocardite e pericardite come nuovi effetti collaterali nelle informazioni sul prodotto di Nuvaxovid, insieme a un avvertimento per sensibilizzare gli operatori sanitari e le persone che ricevono questo vaccino», afferma la dichiarazione.

 

Il comitato ha anche chiesto al «titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio di Nuvaxovid di fornire dati aggiuntivi sul rischio che si verifichino effetti collaterali».

 

Secondo Reuters, la FDA ha segnalato il rischio di infiammazione cardiaca di Novavax all’inizio di giugno.

 

Tuttavia, il 13 luglio l’agenzia ha concesso la richiesta di Novavax per l’autorizzazione all’uso di emergenza del vaccino per gli adulti di età pari o superiore a 18 anni negli Stati Uniti

 

 

Megan Redshaw

 

 

 

© 5 agosto 2022, Children’s Health Defense, Inc. Questo articolo è riprodotto e distribuito con il permesso di Children’s Health Defense, Inc. Vuoi saperne di più dalla Difesa della salute dei bambini? Iscriviti per ricevere gratuitamente notizie e aggiornamenti da Robert F. Kennedy, Jr. e la Difesa della salute dei bambini. La tua donazione ci aiuterà a supportare gli sforzi di CHD.

 

 

Renovatio 21 offre questa traduzione per dare una informazione a 360º. Ricordiamo che non tutto ciò che viene pubblicato sul sito di Renovatio 21 corrisponde alle nostre posizioni.

 

 

 

Continua a leggere

Reazioni avverse

Donna si sente «come una morta che cammina» dopo il danno da vaccino COVID

Pubblicato

il

Da

In un’intervista esclusiva con The Defender, Catherine Parker, 48 anni, ha affermato di aver avuto una vita completa e appagante prima di ricevere la sua prima dose di vaccino COVID-19 il 1 aprile 2021.

 

Entro due settimane dalla vaccinazione con J&J, la Parker ha detto che ha iniziato ad avere affaticamento cronico e insonnia, ma i medici hanno detto che i suoi sintomi erano legati alla menopausa.

 

Dopo aver ricevuto un richiamo Pfizer il 9 novembre 2021, i suoi sintomi sono peggiorati.

 

I suoi capelli iniziarono a cadere, ha avuto brain fog [nebbia cerebrale, ndr] e sviluppato tremori, spasmi ed emicranie incontrollabili al punto che non poteva camminare o comunicare.

 

La Parker ha sviluppato una «lista della lavanderia dei disturbi» ed è risultata positiva al virus di Epstein-Barr, nonostante «non abbia mai avuto la mono in tutta la mia vita», e agli anticorpi antinucleari e alle anomalie renali.

 

I sintomi della Parker – e l’atteggiamento sprezzante di gran parte dell’establishment medico – l’hanno portata ad avviare il gruppo di supporto per lesioni da vaccino/effetti collaterali su Facebook all’inizio di quest’anno.

 

Inoltre, Parker ha presentato la sua storia personale sulle piattaforme di social media, tra cui Facebook , YouTube e TikTok , e ha lanciato una campagna di crowdfunding online per aiutare a sostenere l’aumento delle sue spese mediche.

 

The Defender ha intervistato altre tre persone ferite dai vaccini COVID-19 che sono membri del gruppo di Parker. Leggi le loro storie qui .

 

 

Megan Redshaw

 

 

© 8 agosto 2022, Children’s Health Defense, Inc. Questo articolo è riprodotto e distribuito con il permesso di Children’s Health Defense, Inc. Vuoi saperne di più dalla Difesa della salute dei bambini? Iscriviti per ricevere gratuitamente notizie e aggiornamenti da Robert F. Kennedy, Jr. e la Difesa della salute dei bambini. La tua donazione ci aiuterà a supportare gli sforzi di CHD.

 

 

Renovatio 21 offre questa traduzione per dare una informazione a 360º. Ricordiamo che non tutto ciò che viene pubblicato sul sito di Renovatio 21 corrisponde alle nostre posizioni.

 

 

 

Continua a leggere

Reazioni avverse

27enne morto dopo il vaccino, la famiglia pensa ad un’azione legale

Pubblicato

il

Da

 

La famiglia britannica di un ingegnere di 27 anni morto per emorragie cerebrali catastrofiche dopo aver fatto il vaccino COVID-19 di AstraZeneca sta valutando un’azione legale, in attesa di un’imminente revisione preliminare del caso del figlio.

 

Jack Last, vaccinato il 30 marzo 2021, è morto tre settimane dopo aver ricevuto la puntura di AstraZeneca.

 

Una TAC del 10 aprile 2021 ha rivelato che Last aveva sviluppato una trombosi del seno venoso cerebrale, che si verifica quando si forma un coagulo di sangue nei seni venosi del cervello e impedisce al sangue di defluire dal cervello.

 

È morto l’ultima volta all’Addenbrooke’s Hospital di Cambridge, nel Regno Unito, il 20 aprile 2021, 11 giorni dopo aver cercato cure mediche per forti mal di testa.

 

La sua famiglia ha mantenuto la consulenza legale dopo aver sollevato preoccupazioni sulle circostanze che hanno portato alla morte di Jack, ha riferito l’East Anglian Daily Times. 

 

L’11 agosto si terrà una revisione pre-inquest (pre-inchiesta), dopo di che sarà programmata un’inchiesta completa.

 

Un’inchiesta (inquest) è un’indagine formale condotta da un medico legale per determinare come è morto qualcuno.

 

Lo scopo di un’inchiesta è limitato a stabilire l’identità dell’individuo deceduto, nonché dove, quando e come è morto.

 

 

 

Megan Redshaw

 

 

© 8 agosto 2022, Children’s Health Defense, Inc. Questo articolo è riprodotto e distribuito con il permesso di Children’s Health Defense, Inc. Vuoi saperne di più dalla Difesa della salute dei bambini? Iscriviti per ricevere gratuitamente notizie e aggiornamenti da Robert F. Kennedy, Jr. e la Difesa della salute dei bambini. La tua donazione ci aiuterà a supportare gli sforzi di CHD.

 

 

Renovatio 21 offre questa traduzione per dare una informazione a 360º. Ricordiamo che non tutto ciò che viene pubblicato sul sito di Renovatio 21 corrisponde alle nostre posizioni.

 

 

 

 

 

Continua a leggere

Più popolari