Studio: i virus di morbillo, parotite e varicella hanno proprietà anticancro

 

 

«Il virus della varicella-zoster mostra un intrinseco potenziale oncolitico [cioè di distruzione di tumori, ndr] nelle culture cellulari di glioma maligno è può divenire un nuovo candidato per la viroterapia nel gliobastoma multiforme».

 

Lo sostengono, in un saggio dell’aprile 2012 della rivista Anticancer Res, i ricercatori H. Leske e R. Haase insieme ad altri collaboratori.

Il saggio è titolato «Varicella zoster virus infection of malignant glioma cell cultures: a new candidate for oncolytic virotherapy?»

 

La viroterapia è un trattamento biotecnologico basato sull’idea di convertire i virus in agenti terapeutici che curano la malattia.

Il gliobastoma multiforme è una forma estremamente comune, quanto aggressiva, di tumore cerebrale.

«Il virus della varicella-zoster mostra un intrinseco potenziale di distruzione di tumori»

 

 

Lo studio ha dimostrato che nelle culture cellulari in vitro il virus varicella-zoster ha condotto rapidamente alla distruzione delle cellule del glioma maligno.

 

Le proprietà anticancro di questi virus è stata altresì indagata in un ulteriore studio, «Oncolytic activities of approved mumos and measles vaccines for therapy of ovarian cancer». Gli autori sono R. Myers e S. Greiner (et allii); la rivista scientifica a pubblicare è Cancer Gene Ther (luglio 2005).

Questi studi supportano, dati alla mano, i benefici anticancro delle malattie infantili un tempo assolutamente comuni, e anzi, quasi invocate dalla saggezza popolare come un passaggio obbligato quanto naturale della crescita.

 

«Topi con tumore curati con migliaia di dosi del vaccino di ciascuno dei tre virus hanno risposto favorevolmente alla terapia con significativi prolugamenti nella sopravvivenza».

 

I topi curati con alte dosi di virus, in pratica, sono sopravvissuti più a lungo rispetto a quelli non sottoposti al trattamento virale.

 

Questi studi supportano, dati alla mano, i benefici anticancro delle malattie infantili un tempo assolutamente comuni e, anzi, quasi invocate dalla saggezza popolare come un passaggio obbligato quanto naturale della crescita.

 

Una volta di più, la scienza dà ragione al cuore delle mamme.

 

Purtroppo, la saggezza di queste ultime, inquinate dal terrorismo dell’apparato industrial-farmaceutico e dai suoi camerieri di governo che hanno soffiato sul il bioterrorismo di stato, è  stata offuscata, inquinata.

 

Non in tutte le mamme, però: a giudicare dalla quantità di pubblico, e di aiuto organizzativo, che vediamo alle conferenze di Renovatio 21, ci sentiamo di dire che c’è ancora speranza: tanta.