Vaccino Coronavirus fatto con cellule di aborto

 

 

Renovatio 21 riprende questo comunicato di Children of God for Life (COG), gruppo che da sempre si oppone all’uso di cellule di feto abortito nei vaccini e nella ricerca medica (e pure commerciale). Il direttore esecutivo di COG, Debi Vinnedge, è stata con noi al convegno di Roma  «Fede, Scienza, Coscienza» di marzo 2019 sull’uso di cellule di feto abortito. Qui un resoconto con link ai video, tra cui quello della presentazione della signora Vinnedge.

 

Nota bene: Renovatio 21 non condivide le posizioni entusiastiche sull’uso di cellule animali (insetto, uovo, lombrico, etc.) perché nutriamo dubbi sulla tecnologia vaccinale in toto, e perché gli effetti dell’inoculazione diretta di tali cellule con il materiale genetico potrebbero ad oggi non essere del tutto conosciuti.

 

(Clearwater, Florida) Alla luce della pandemia di Covid-19, le aziende farmaceutiche stanno correndo per fornire un vaccino che prevenga un’ulteriore diffusione della malattia.

 

Moderna, la società che è stata recentemente nominata nei titoli dei giornali per il suo sviluppo del vaccino mRNA-1273 atto a combattere il virus, utilizza cellule fetali abortite

Sfortunatamente, Moderna, la società che è stata recentemente nominata nei titoli dei giornali per il suo sviluppo del vaccino mRNA-1273 atto a combattere il virus, utilizza cellule fetali abortite.

 

Debi Vinnedge, direttore esecutivo di Children of God for Life, un’organizzazione prolife la cui missione è porre fine all’uso di materiale fetale abortito in vaccini e medicinali, ha affermato che i suoi sospetti sono stati sollevati dopo aver verificato i brevetti di Moderna e, in particolare, l’uso di proteine Spike.

 

L’idea alla base dell’utilizzo di questa proteina Spike in un vaccino con RNA messaggero (mRNA) è di insegnare al sistema immunitario del paziente a produrre i propri anticorpi proteici per bloccare e distruggere il virus in modo che la persona non venga infettata.

 

Sfortunatamente, Vinnedge ha detto che il suo cuore si è infranto quando ha scoperto che la proteina Spike era prodotta usando cellule fetali abortite HEK 293.

La proteina Spike utilizzata per il vaccino è stata prodotta usando cellule fetali abortite HEK 293

 

«È stato dettagliato in diverse pubblicazioni scientifiche – ha affermato – e alla luce della paura e del panico del pubblico, non volevo essere portatrice di cattive notizie».

 

Vinnedge ha affermato che il pesante fardello di rivelare che la conoscenza l’ha portata a scavare ulteriormente nella ricerca di altre farmaceutiche. È stato allora che scoperto che un’altra nota azienda farmaceutica aveva una soluzione migliore.

 

Ecco quindi la Sanofi Pasteur, che utilizza la propria piattaforma di DNA ricombinante per produrre un vaccino Covid-19. 

 

Un recente articolo sul Washington Post che cerca di affermare che il divieto del presidente Trump sull’uso del tessuto fetale abortito sta bloccando importanti ricerche e trattamenti per il virus Covid-19. «Quell’accusa è ridicola nella migliore delle ipotesi e nient’altro che una manovra politica»

Secondo i rapporti del Dipartimento delle Autorità di Ricerca e Sviluppo Avanzato Biomedico HHS (BARDA), Sanofi sta usando il DNA della piattaforma di espressione del baculovirus, che viene anche utilizzato nel suo vaccino quadrivalente brevettato Flublok.

 

Come nella maggior parte dei vaccini contro l’influenza stagionale, la necessità di produrre rapidamente grandi quantità di vaccino è stata un problema per molti anni poiché le aziende farmaceutiche hanno utilizzato uova di gallina per coltivare i loro virus. Ci vogliono diversi mesi e milioni di uova necessarie per produrre i vaccini e così molte aziende hanno iniziato a rivolgersi ad altre linee cellulari per una produzione più rapida.

 

Una di queste società era la Protein Sciences, la cui piattaforma del DNA ricombinante si basa su cellule di insetti. La loro linea cellulare Sf9 proviene dal lombrico autunnale ed è altamente efficace come mezzo di rapida crescita. È stato usato per diversi anni nella produzione di vaccini antinfluenzali.

 

Nel 2017, Sanofi Pasteur ha acquistato Protein Sciences e utilizza questa stessa piattaforma per il loro vaccino Covid-19 di recente sviluppo, che consentirà loro la flessibilità necessaria per effettuare rapidamente milioni di dosi di vaccino.

 

«Questa è una grande notizia per milioni di persone in tutto il mondo che si preoccupano dell’uso di materiale fetale abortito in trattamenti o vaccini salvavita – ha dichiarato Vinnedge – Esiste una moltitudine di opzioni morali più sicure e francamente che utilizzano una tecnologia più moderna».

«È deplorevole che qualcuno voglia sfruttare i resti di bambini abortiti a scopo di lucro, in particolare quando così tante persone si rifiuteranno di usare quei prodotti a causa delle loro convinzioni religiose, morali e favorevoli alla vita?»

 

Vinnedge ha affermato di essere particolarmente seccata nel vedere un recente articolo sul Washington Post che cerca di affermare che il divieto del presidente Trump sull’uso del tessuto fetale abortito sta bloccando importanti ricerche e trattamenti per il virus Covid-19.

 

«Quell’accusa è ridicola nella migliore delle ipotesi e nient’altro che una manovra politica», ha dichiarato Vinnedge. «In effetti, abbiamo prodotto trattamenti morali per i pazienti che sono già infetti, in particolare l’idrossiclorochina o il plaquenil. E ci sono trattamenti più promettenti sulla strada per prevenire completamente l’infezione. Il presidente Trump ha fatto un ottimo lavoro nel promuovere la ricerca moralmente responsabile garantendo a tutti gli americani la protezione di cui hanno bisogno».

 

«È deplorevole che qualcuno voglia sfruttare i resti di bambini abortiti a scopo di lucro, in particolare quando così tante persone si rifiuteranno di usare quei prodotti a causa delle loro convinzioni religiose, morali e favorevoli alla vita?» ha aggiunto. «Apprezziamo gli sforzi di aziende come Sanofi Pasteur che offrono opzioni moralmente accettabili».

 

Renovatio 21 offre la traduzione di questo comunicato per dare una informazione a 360º.  Ricordiamo che non tutto ciò che viene pubblicato sul sito di Renovatio 21 corrisponde alle nostre posizioni.