Ragazza tirata fuori a forza dall’auto. Ennesimo caso brutale dall’Australia

 

Ennesimo caso brutale nel lockdown dello Stato di Victoria, Australia.

 

Ad un check-point a Wallan, a Nord di Melbourne, una donna è stata brutalmente tirata fuori dalla sua auto dalla polizia.

 

Pare che l’auto fosse stata fermata per un porta-cellulare fissato sul finestrino.

 

Mentre il poliziotto con maschera e casco estrae con forza la signora dal veicolo, l’altra persona in auto grida che è «malata per davvero». Impassibile, il poliziotto continua, insensibile alle urla della donna che dal video pare essere tirata anche dai vestiti.

Ad un check-point a Wallan, a Nord di Melbourne, una donna è stata brutalmente tirata fuori dalla sua auto dalla polizia

 

 

La legge anti-COVID nello Stato del Victoria prevede che la polizia possa persino rompere il finestrino per prelevare gli automobilisti se questi non obbediscono agli ordini

Il problema è che la legge anti-COVID nello Stato del Victoria prevede che la polizia possa persino rompere il finestrino per prelevare gli automobilisti se questi non obbediscono agli ordini – come per esempio specificare dove si sta andando.

 

L’uso delle maniere forti sui cittadini in auto è rivendicato dallo stesso capo della Polizia dello Stato del Victoria, che il 3 agosto ha pubblicamente dichiarato:

 

«In almeno tre o quattro occasioni nell’ultima settimana abbiamo dovuto rompere i finestrini di persone in auto e tirarle fuori da lì in modo che potessero fornire i loro dati perché non ci stavano dicendo dove stavano andando, non erano aderendo alle linee guida dell’ufficiale sanitario capo, non stavano fornendo il loro nome e il loro indirizzo».

«In almeno tre o quattro occasioni nell’ultima settimana abbiamo dovuto rompere i finestrini di persone in auto e tirarle fuori da lì in modo che potessero fornire i loro dati perché non ci stavano dicendo dove stavano andando»

 

Un giornalista israelo-australiano è stato buttato a terra e trascinato via dalla polizia australiana pochi giorni fa.

 

Già da due mesi la polizia di Melbourne ha il potere di entrare nelle case delle persone senza un mandato ed eseguire «controlli a campione» per far rispettare le nuove regole dilockdown per il coronavirus

 

C’è stato quindi il caso in cui la polizia  ha sfondato la porta della casa di un uomo e lo ha arrestato per presunta promozione online di eventi anti-lockdown, uno dei tanti casi simili che hanno toccato il vertice quando le forze dell’ordine sono entrate in casa di una donna incinta e la hanno arrestata davanti ai figli per un post su Facebook in cui invitava a partecipare ad un evento di protesta.

Le autorità australiane si sono date il potere di chiedere alla polizia di allontanare i bambini dalla custodia dei loro genitori

 

Le autorità australiane si sono date il potere di chiedere alla polizia di allontanare i bambini dalla custodia dei loro genitori al fine di garantire il rispetto delle norme sul coronavirus, come specificato nell’allegato 2 del COVID-19 Emergency Response Act 2020.