Svezia, le morti calano senza lockdown

 

La Svezia ha visto un calo maggiore dei decessi rispetto alle nazioni in lockdown nonostante l’applicazione di restrizioni relativamente minori.
Il paragone da fare è con la Gran Bretagna, il Paese che sta ricorrendo al lockdown più selvaggio.

«Il rigido lockdown nel Regno Unito è stato così efficace che ha fermato la diffusione del COVID anche in Svezia»

I media stanno lodando il crollo del tasso di infezione in Inghilterra, ma il dato svedese mostra come allo stesso tempo le morti assegnate al COVID diminuiscano senza blocco alcuno.

 

«Il rigido lockdown nel Regno Unito è stato così efficace che ha fermato la diffusione del COVID anche in Svezia», ​​ha scherzato su Twitter il ricercatore informatico Eli David.

I media stanno lodando il crollo del tasso di infezione in Inghilterra, ma il dato svedese mostra come allo stesso tempo le morti assegnate al COVID diminuiscano senza blocco alcuno

In confronto al Regno Unito, che ha imposto un blocco nazionale completo all’inizio di gennaio, la Svezia ha rifiutato di seguire l’esempio, incoraggiando solo misure volontarie di distanziamento sociale.

 

Le autorità sanitarie del paese scandinavo si sono rifiutate di seguire il resto d’Europa imponendo nuove misure di lockdown alla loro popolazione, sostenendo che coloro che sono afflitti dalla solitudine e dalla miseria dell’isolamento hanno sofferto abbastanza.

 

Tuttavia, parrebbe che le autorità sanitarie svedesi stiano ora considerando un lockdown completo per la prima volta a causa di quello che dicono sia un aumento dei casi nell’ultima settimana.

 

«Le proposte consentirebbero al governo di chiudere centri commerciali, palestre e ristoranti, oltre a imporre nuove restrizioni a parchi a tema, zoo e musei. Ci sarà un nuovo sistema per controllare le riunioni sociali e gli eventi pubblici », riferisce Bloomberg .