Mai cosi tanti morti per alcolismo in Inghilterra negli ultimi 20 anni

 

 

Il numero di persone che sono decedute a causa dell’abuso di alcool ha raggiunto il suo massimo da 20 anni a questa parte, proprio durante la  pandemia, come dimostrano i dati ufficiali di Inghilterra e Galles. Lo riporta la BBC.

 

Secondo i nuovi dati rilasciati di recente dall’Office of National Statistics (ONS), 7.423 persone in Inghilterra e Galles sono morte per cause riconducibili all’alcool nel 2020.

Il forte aumento dei decessi correlati all’alcool sembra essere connesso proprio alla pandemia

 

Il numero è stato superiore del 19,6% rispetto al 2019, durante il quale 6.209 persone sono state uccise dalla dipendenza di alcolici. È stato anche il più alto numero di vittime annue degli ultimi 20 anni.

 

Il forte aumento dei decessi correlati all’alcool sembra essere connesso proprio alla pandemia.

 

L’ONS ha affermato che da gennaio a marzo 2020, prima che iniziasse il primo lockdown nazionale causa COVID-19 , il tasso di mortalità per  abuso di alcool  era «statisticamente simile» agli anni precedenti.

Da gennaio a marzo 2020, prima che iniziasse il primo lockdown nazionale causa COVID-19 , il tasso di mortalità per  abuso di alcool  era «statisticamente simile» agli anni precedenti. Dopo l’inizio del lockdown, alla fine di marzo 2020, il tasso di mortalità per alcool è diventato «significativamente più alto» rispetto a qualsiasi altro anno dal 2001

 

Dopo l’inizio del lockdown, alla fine di marzo 2020, il tasso di mortalità per alcool è diventato «significativamente più alto» rispetto a qualsiasi altro anno dal 2001.

 

La differenza di decessi tra il 2019 e il 2020 ha continuato ad aumentare in modo allarmante in ogni trimestre successivo. Il tasso di mortalità, standardizzato per età, per abuso di alcool nel primo trimestre del 2020 è stato dell’8,5% più alto  che nel primo trimestre dell’anno precedente.

 

Il tasso è stato superiore del 17,4% nel secondo trimestre, del 21,9% nel terzo e del 28,3% nel quarto trimestre.

 

La definizione dell’ONS di decessi alcool-specifici include solo quei decessi che sono una conseguenza diretta dell’abuso di alcool. La maggior parte di queste sono condizioni a lungo termine associate a un continuo abuso di bevande alcoliche.

Il tasso di mortalità, standardizzato per età, per abuso di alcool nel primo trimestre del 2020 è stato dell’8,5% più alto  che nel primo trimestre dell’anno precedente

 

L’aumento del consumo di alcool durante la pandemia è stato osservato in diversi altri Paesi, tanto che un sondaggio condotto nel settembre 2020 ha rivelato che due  australiani su cinque hanno consumato più alcolici del solito dall’inizio della pandemia.

 

Negli Stati Uniti, gli ospedali di tutto il paese hanno segnalato  aumenti drammatici  dei ricoveri correlati all’alcool per malattie critiche come l’epatite alcolica e l’insufficienza epatica.

 

L’aumento del consumo di alcool durante la pandemia è stato osservato in diversi altri Paesi

Al Keck Hospital della University of Southern California, i ricoveri per epatopatia alcolica sono aumentati del 30% nel 2020 rispetto al 2019.