Padre trascinato dal letto della figlia morente in terapia intensiva

 

 

Renovatio 21 traduce questo articolo di Bioedge

 

 

 

È emerso un filmato inquietante di un padre trascinato via dal capezzale della figlia morente in un ospedale nel nord dell’Inghilterra dopo una disputa con il personale sul ritiro del supporto vitale.

 

Il video, dalla telecamera del corpo di un ufficiale di polizia del Regno Unito, mostra il momento in cui la polizia è arrivata al reparto di terapia intensiva mentre l’esperto di respirazione Dr Rashid Abbasi – che ha lavorato nel servizio sanitario nazionale del Regno Unito per più di 30 anni – teneva la mano di sua figlia malata.

 

Il personale dell’ospedale aveva appena informato il dottor Abbasi e sua moglie che intendevano togliere la bambina dal ventilatore, rimuovere il tubo e lasciarla morire

Il personale dell’ospedale aveva appena informato il dottor Abbasi e sua moglie che intendevano togliere la bambina dal ventilatore, rimuovere il tubo e lasciarla morire. Il dottor Abbasi è stato strenuamente in disaccordo con la decisione ed è andato direttamente al capezzale della figlia, preoccupato che il personale avesse già iniziato a sospendere le cure.

 

La figlia di sei anni del dottor Abbasi, Zainab, soffriva della malattia di Niemann-Pick, una malattia ereditaria rara che colpisce la capacità del corpo di metabolizzare i grassi (colesterolo e lipidi) all’interno delle cellule, e dei postumi dell’influenza suina, che aveva contratto quando aveva due anni.

 

Il filmato mostra la polizia che ordina al dottor Abbasi di lasciare il reparto. Dopo alcuni minuti di conversazione, gli agenti lo hanno rimosso con la forza, trascinandolo via dal capezzale della figlia.

 

 

Il dottor Abbasi è stato visto resistere alla polizia prima di essere accasciato sul pavimento, gridando che aveva dolore al petto e aveva bisogno delle sue medicine. «Avrò un attacco di cuore», si sente dire nel video.

Il filmato mostra la polizia che ordina al dottor Abbasi di lasciare il reparto. Dopo alcuni minuti di conversazione, gli agenti lo hanno rimosso con la forza, trascinandolo via dal capezzale della figlia.

 

«Ti comporti come un animale; è disgustoso», ha detto al dottor Abbasi un’agente di polizia mentre le sue gambe e caviglie erano legate insieme.

 

In seguito gli è stato detto che aveva avuto un attacco di cuore e che il giorno successivo aveva subito una procedura di angioplastica.

 

L’incidente è avvenuto nell’agosto 2019 , ma il filmato è stato rilasciato ora come parte di un procedimento legale avviato dai genitori contro la polizia della Northumbria. Zainab è morta nel settembre 2019, tre giorni prima di un’udienza in tribunale in cui si chiedeva se all’ospedale dovesse essere consentito di toglierla dal ventilatore.

 

«Ti comporti come un animale; è disgustoso», ha detto al dottor Abbasi un’agente di polizia mentre le sue gambe e caviglie erano legate insieme.

Il caso arriva sulla scia di diverse altre controversie legali di alto profilo tra NHS Trust e genitori sul trattamento dei bambini con malattie progressive.

 

 

Xavier Symons

Vicedirettore di BioEdge