Vaccino per il Coronavirus, prime gravi reazioni avverse

 

 

 

 

Un volontario in uno studio chiave sul vaccino per il coronavirus ha rivelato che l’inoculazione lo ha ha fatto ammalare come mai prima nella sua vita.

 

L’esperimento è stato condotto da Moderna, una delle prime industrie biofarmaceutiche a lanciarsi alla carca del vaccino. Come riportato da Renovatio 21, Moderna ha già iniziato la sperimentazione del vaccino COVID-19 sull’uomo, senza passare dai test animali come prevederebbe il Codice di Norimberga.

Un volontario in uno studio chiave sul vaccino per  il coronavirus ha rivelato che l’inoculazione lo ha ha fatto ammalare come mai prima nella sua vita

 

Ian Haydon, 29 anni, uno dei quattro volontari agli esperimenti vaccinali condotti da Moderna a Seattle, ha avuto potenti reazioni avverse al vaccino sperimentale. Vi sarebbero altre quattro cavie umane che avrebbero avuto reazioni avverse al vaccino.

 

Il responsabile della comunicazione dell’azienda ha dichiarato alla testata di scienza medica STAT News che la cavia ha iniziato a sentire i brividi a poche dopo essere tornato a casa dalla sua seconda dose, svegliandosi quindi nella notte con una febbre a 39,5°C.

 

La cavia ha iniziato a sentire i brividi a poche dopo essere tornato a casa dalla sua seconda dose, svegliandosi quindi nella notte con una febbre a 39,5°C

Aveva già la nausea e aveva dolori muscolari, così la sua ragazza ha chiamato una hotline aperta 24 ore su 24 da parte di coloro che conducevano lo studio, seguendo i loro consigli per andare in cure urgenti, arrivando lì alle 5 del mattino, ha detto a STAT.

 

Haydon ha detto di aver rifiutato un’offerta per essere portato in un ospedale locale e invece è tornato a casa a riposare prendendo del paracetamolo.

 

Dopo aver dormito alcune ore, aveva ancora una temperatura di 38,6°C.  Sentendosi così nauseato, ha vomitato in bagno.

Dopo aver dormito alcune ore, aveva ancora una temperatura di 38,6°C.  Sentendosi così nauseato, ha vomitato in bagno.

 

Poi è svenuto tornando in camera da letto. La sua ragazza fortunatamente era lì accanto ed è riuscita ad impedire che sbattesse la testacontro il pavimento.

 

Poi è svenuto tornando in camera da letto. La sua ragazza fortunatamente era lì accanto ed è riuscita ad impedire che sbattesse la testacontro il pavimento

Chiamati i medici dello studio sperimentale per una seconda volta, alla fine ha deciso ancora di rimanere a casa, mentre la febbre cominciava a calare.

 

Haydon inizialmente ha nascosto l’intero dramma della sua reazione avversa. Intervistato da Anderson Cooper della CNN (famoso anchor man vaccinista) aveva solo accennato alla cosa, dicendo che si era trattato di «un duro lavoro lungo 24 ore».

 

Il paziente-cavia del vaccino COVID-19 ha ammesso di aver preferito non rivelare l’orrore che aveva sofferto perché non «innescare gli anti-vax»

Il paziente-cavia del vaccino COVID-19 ha preferito non rivelare l’orrore che aveva sofferto perché ha temuto di «innescare gli anti-vax», ha ammesso in una serie di tweet.

 

Lo studio, condotto con l’Istituto Nazionale per le Allergie e le Malattie Infettive USA, ha testato 45 pazienti di età compresa tra 18 e 55 anni.  Il CEO di Moderna Stephane Bancel ha dichiarato a Bloomberg che i risultati «non avrebbero potuto essere migliori».

 

Il prezzo delle azioni di Moderna è salito alle stelle fino al 30%. Mentre gli investitori ordinari si ammassavano, alcuni dirigenti di Moderna hanno venduto opzioni e azioni combinate per circa 30 milioni di dollari

Pochi giorni fa Moderna aveva infatti descritto in termini positivi i primi risultati della sperimentazione, con beneficio delle azioni dell’azienda.

 

Il prezzo delle azioni di Moderna era salito alle stelle fino al 30% dopo che la società biotecnologica ha annunciato risultati promettenti per il suo vaccino contro il coronavirus. Mentre gli investitori ordinari si ammassavano, due addetti ai lavori interni si stavano dirigendo silenziosamente verso l’uscita.

 

Il Chief Financial Officer e Chief Medical Officer di Moderna hanno venduto opzioni e azioni combinate per circa 30 milioni di dollari.

 

Il vaccino in questione sfutta una biotecnologia nuovissima. Si tratta infatti di un «vaccino a RNA messaggero».

 

I vaccini a RNA non sono mai stati approvati per l’uso umano

Nello studio di Moderna, il mRNA è sintetico, programmato per far produrre al nostro corpo proteine simili al Coronavirus – le stesse proteine che il patogeno usa per accedere alle nostre cellule. Una volta che questo finte particelle del virus sono entrate, il nostro corpo dovrebbe imparare a riconoscerle e a colpire il virus reale.

 

La proteina Spike che fa parte di un vaccino sviluppato da Moderna, è stata prodotta utilizzando cellule fetali abortite

I vaccini a RNA non sono mai stati approvati per l’uso umano.

 

Come riportato da Renovatio 21, la proteina Spike che fa parte di un vaccino sviluppato da Moderna, è stata prodotta utilizzando cellule fetali abortite HEK 293.