Vaccino, parlamentare britannico suggerisce che le persone non dovrebbero essere autorizzate a lavorare senza

 

 

 

Un parlamentare britannico ha affrontato una reazione lunedì dopo aver suggerito che ai lavoratori dipendenti nel Regno Unito non dovrebbe essere permesso di andare a lavorare a meno che non possano dimostrare di essere stati vaccinati controil  COVID-19, quando il vaccino sarà disponibile.

 

 

«Se la vaccinazione funziona e se siamo sicuri che sia sicura, e tutte le indicazioni finora sono buone, allora posso sicuramente vedere il giorno in cui le aziende dicono: Guarda, devi tornare in ufficio e se non sei vaccinato non entri», ha detto il Member of Parliament (MP) Tom Tugendhat .

 

«Posso sicuramente vedere il giorno in cui le aziende dicono: Guarda, devi tornare in ufficio e se non sei vaccinato non entri»

«E posso certamente vedere luoghi sociali che chiedono certificati di vaccinazione», ha aggiunto Tugendhat.

 

Lungi dall’essere un politico di estrema sinistra, Tugendhat è un parlamentare conservatore , presiede la commissione per gli affari esteri sotto il governo del primo ministro Boris Johnson, ricorda Summit News.

 

Tugendhat ha anche suggerito che ci sono precedenti per la richiesta di vaccinazioni per i viaggi all’estero.

 

«E posso certamente vedere luoghi sociali che chiedono certificati di vaccinazione»

«Ricordo quando viaggiavo un po’ più di adesso – quando vai in alcuni paesi dovevi mostrare un certificato per la febbre gialla e se non avevi un certificato per la febbre gialla non ti era permesso nel paese e quello era quello», ha detto Tugendhat.

 

«Non ci sono stati dibattiti, né appelli, né ulteriori richieste. E posso vedere una situazione in cui sì, ovviamente sei libero di non fare il vaccino, ma ci sono delle conseguenze», ha aggiunto.

 

Tugendhat ha anche suggerito che lo stato del vaccino potrebbe anche essere richiesto per utilizzare i trasporti pubblici, dicendo: «Dipenderà da quali sono i servizi pubblici, e chi e quando, quindi non vorrei iniziare a fare previsioni».

 «Ovviamente sei libero di non fare il vaccino, ma ci sono delle conseguenze»

 

«Ma penso che se le cose si dimostrano sicure, rifiutarle quando avranno un effetto più ampio sull’intera società avrà conseguenze», ha aggiunto il parlamentare.

 

Il suggerimento di Tugendhat è solo l’ultimo di una serie di indicazioni che chiunque scelga di non essere vaccinato sarà effettivamente escluso dalla società.

 

Il suggerimento di Tugendhat è solo l’ultimo di una serie di indicazioni che chiunque scelga di non essere vaccinato sarà effettivamente escluso dalla società.

È probabile che le compagnie aeree richiedano ai passeggeri di registrarsi per un «pass sanitario» che include un certificato digitale di vaccinazione contro il COVID-19 prima di consentire loro di volare, come riportato da Renovatio 21. Stesso discorso per i concerti, con la proposta di dare accesso alla musica dal vivo solo a vaccinati.