Vaccino, Fauci ha mostrato risultati del Pfizer a Biden prima che al presidenteTrump

 

 

 

 

Secondo alcune resoconti, il team di Biden sarebbe stato informato riguardo al supposto successo del vaccino Pfizer domenica, un giorno prima del suo rilascio; mentre molti alla Casa Bianca hanno appreso per la prima volta i dati del vaccino dalla stampa.

 

Durante il suo primo briefing con la stampa dalle elezioni, il presidente Trump ha pronunciato un amaro «ve l’avevo detto» e ha criticato Fauci e Pfizer per aver condiviso i dati con Joe Biden e il suo team davanti alla Casa Bianca.

«Io, come Segretario della Salute e dei Servizi Umani, l’ho saputo lunedì mattina dai resoconti dei media» ha detto il capo del Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti d’America  Alex Azar

 

I commenti di Trump hanno fatto seguito alla conferma del capo del Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti d’America (DHHS) Alex Azar, che ha detto al conduttore radiofonico Vince Coglianese di aver appreso dei risultati del processo dalla stampa. Da notare anche che i processi in teoria erano supervisionati dalle agenzie all’interno del DHHS.

 

«Io, come Segretario della Salute e dei Servizi Umani, l’ho saputo lunedì mattina dai resoconti dei media», ha detto Azar mercoledì durante un’intervista alla stazione radio di Washington DC WMAL.

 

Se ciò risultasse vero, ciò significherebbe che il dottor Fauci & Co. hanno condiviso i risultati con Joe Biden, prima ancora che la sua vittoria fosse ufficialmente certificata, il che suona come un gesto piuttosto sfacciato di mancanza di rispetto nei confronti del presidente e della sua amministrazione.

 

Il dottor Fauci & Co. hanno condiviso i risultati con Joe Biden, prima ancora che la sua vittoria fosse ufficialmente certificata

Secondo i resoconti dei media , il personale della Casa Bianca si è infuriato quando ha scoperto che Biden aveva avuto un’anteprima dei dati prima di Trump.

 

Come ha sottolineato la testata The Federalist in un articolo sulla rivelazione di Azar, il fatto che Biden sia stato informato prima di Trump è solo un altro segno che il lancio è stato uno sforzo coordinato tra Pfizer, il dottor Fauci e il NIH per ritardare i risultati fino a dopo le elezioni per provare e aumentare le possibilità dell’ex vice presidente.

 

In poche settimane i democratici sono passati da una posizione di scetticismo sul vaccino – con punte quasi no-vax – all’entusiastico abbraccio al farmaco dell’azienda del Viagra.

 

Il fatto che Biden sia stato informato prima di Trump è solo un altro segno che il lancio è stato uno sforzo coordinato tra Pfizer, il dottor Fauci e il NIH per ritardare i risultati fino a dopo le elezioni per provare e aumentare le possibilità dell’ex vice presidente

Pfizer ora sta cercando addirittura di distanziarsi dall’amministrazione Trump dicendo di non aver fatto parte dell’Operazione Warp Speed, il progetto di ricerca per il vaccino scaturito dai miliardi a pioggia sulle farmaceutiche da parte della Casa Bianca.

 

«Non abbiamo mai fatto parte della Warp Speed ​… Non abbiamo mai preso soldi dal governo degli Stati Uniti, o da nessuno», ha detto il vicepresidente senior dell’azienda Kathrin Jansen in un’intervista riportata dal New York Times. Pfizer in seguito ha dovuto rivedere la sua dichiarazione, in quanto hanno effettivamente beneficiato di un contratto da 2 miliardi di dollari per 100 milioni di dosi con il Dipartimento della Salute.

 

Take Me Home, Country Roads