Utero in affitto con stupro

 

 

Una donna di 40 anni e suo marito di 37 anni sono stati condannati in Iowa dopo il contrabbando di una ragazza guatemalteca attraverso il confine messicano per essere una madre surrogata

 

L’anno scorso Cristobal Francisco-Nicolas e Amy Francisco avevano organizzato l’immigrazione una ragazza di 17 anni e suo padre si recassero a Sioux City.

 

Il marito ha «inseminato naturalmente», cioè violentato, la ragazza più volte prima di fuggire e fu trovata dalla polizia.

 

La maternità surrogata ha tracimato: non più pratica borghese fatta di cliniche indiane, ucraine, etc., ma anche rapimenti, compravendita di esseri umani, stupri, al fine di produrre la prole anche senza biotecnologia

«Nel corso di cinque giorni – scrive il Washington Times, la ragazza – è stata rinchiusa in una stanza della casa dei Francisco e violentata cinque volte. Durante uno degli assalti, la moglie osservava dalla porta della camera da letto, ha detto la ragazza agli investigatori».

 

«Il marito e la moglie hanno ammesso in tribunale di aver contrabbandato la ragazza per renderla una madre surrogata, ma hanno insistito sul fatto che avesse accettato».

 

Pare quindi evidente che la maternità surrogata abbia tracimato: non più pratica borghese fatta di cliniche indiane, ucraine, etc., ma anche rapimenti, compravendita di esseri umani, stupri, al fine di produrre la prole anche senza biotecnologia.

 «Il marito e la moglie hanno ammesso in tribunale di aver contrabbandato la ragazza per renderla una madre surrogata, ma hanno insistito sul fatto che avesse accettato»

 

Andrebbe anzi ricordato che, per quanto ripugnante e criminale, un’inseminazione naturale evita quantomeno la morte massiva degli embrioni prodotti in vitro. Per il sentire cristiano quegli embrioni sono esseri umani completi scartati e sacrificati al niente. Sono, a tutti gli effetti una strage.

 

Non c’è da sperare, purtroppo, che nemmeno gli autori di questo crimine orrendo abbiano una qualche comprensione della catastrofe della vita creata in provetta: la coppia infatti «ha anche detto che un contratto di maternità surrogata che menzionava l’inseminazione naturale era solo preliminare e alla fine hanno deciso di andare con l’inseminazione artificiale».

Stupro e provetta, violenza carnale e strage: quanto orrore può contenere un essere umano, consciamente e inconsciamente?

 

Stupro e provetta, violenza carnale e strage: quanto orrore può contenere un essere umano, consciamente e inconsciamente?