Taiwan, utero in affitto e legalizzazione del matrimonio omosessuale

 

 

Le agenzie americane di madri surrogato hanno invaso Taiwan dopo la legalizzazione dei matrimoni omosessuali nel maggio dello scorso anno. La surrogazione commerciale è ancora illegale, quindi le agenzie organizzano FIVET e maternità surrogata negli Stati Uniti, ancora poco regolamentati.

 

Le agenzie americane di madri surrogato hanno invaso Taiwan dopo la legalizzazione dei matrimoni omosessuali nel maggio dello scorso anno

Secondo un rapporto del Japan Times «centinaia di coppie omosessuali sono disposte a pagare fino a 140.000 dollari per avere una famiglia – oltre 10 volte il salario medio annuo.»

 

Men Having Babies, no-profit newyorchese che aiuta gli omosessuali a diventare padri tramite la maternità surrogata, ha tenuto la prima conferenza per i futuri genitori gay asiatici a Taipei in marzo.

 

«Centinaia di coppie omosessuali sono disposte a pagare fino a 140.000 dollari per avere una famiglia»

I partecipanti sono stati circa 320, costringendo gli organizzatori a spostare l’evento in una sala più grande di quella prenotata inizialmente.

 

«Le persone erano felici. Erano orgogliose di quello che stava accadendo», racconta il fondatore del gruppi Ron Poole-Dayan, uno dei primi omosessuali americani ad avere figli tramite la maternità surrogata.

 

Le coppie gay a Taiwan hanno poche opzioni. Non è più legale per gli stranieri in India e Thailandia. Non è illegale, ma è rischiosa, in Cambogia

American Fertility Center, San Diego Fertility Center e International Surrogacy Agency hanno sponsorizzato l’evento, dove si potevano chiedere preventivi, ascoltare testimonianze di genitori e surrogati e ottenere consulenze dalle cliniche partecipanti.

 

Le coppie gay a Taiwan hanno poche opzioni per la surrogazione commerciale. Non è più legale per gli stranieri in India e Thailandia.

 

Non è illegale, ma è rischiosa, in Cambogia.

 

Michael Cook

Editor di BioEdge

 

Fonte