Scienziato russo progetta di modificare la linea germinale umana

 

 

Un biologo russo ha annunciato il progetto di creazione di embrioni umani geneticamente modificati. Il biologo molecolare Denis Rebrikov ha detto alla prestigiosa rivista scientifica Nature di voler riprendere con alcune modifiche l’esperimento condotto l’anno scorso dallo scienziato cinese caduto in disgrazia He Jiankui .

 

La notizia ha scatenato reazioni orripilate tra noti scienziati che studiano le cellule staminali. Essi temono che alcuni scienziati «cowboy» del loro settore  possano danneggiare gravemente la reputazione di tutta questa area di ricerca. Facendo eco al consenso dei bioeticisti, Alta Charo, dell’Università del Wisconsin-Madison, ha detto a Nature che l’uso di CRISPR per modificare il genoma umano è irresponsabile, dato l’attuale stato dell’arte di questa scienza.

«In qualsiasi sistema di vita, il 90% di una popolazione è molto conservatore. È normale. E forse il 5% è progressista. Dobbiamo solo aspettare un po’ di tempo, forse alcuni anni. E abbiamo bisogno di ottimi casi clinici per mostrare alla gente che questa strumentazione è potente, ma è sicura e ha buoni risultati»

 

Come il cinese, Rebrikov progetta di disabilitare il gene CCR5 per rendere i bambini meno sensibili all’HIV.

 

Ma mentre reclutava i padri con l’HIV, la ricerca di Rebrikov è rivolta alle madri. Nature dice che il suo schema dovrebbe «offrire maggiori benefici, presentare meno rischi ed essere più eticamente giustificabile e accettabile per il pubblico».

 

Rebrikov insiste che rimarrà dalla parte giusta della legge. Ma la legge sull’ingegneria genetica in Russia è oscura. Ha chiesto l’approvazione di tre agenzie governative e si sente fiducioso che la sua proposta riceverà il via libera. «La Russia ora … è un buon paese per fare questo tipo di esperimenti», ha detto a Science . «Non è molto libera in politica, ma è molto libera nella scienza».

 

Che dire delle critiche di altri scienziati? Rebrikov è filosofico : «[in] Qualsiasi sistema di vita, il 90% di una popolazione è molto conservatore. È normale. E forse il 5% è progressista. Dobbiamo solo aspettare un po ‘di tempo, forse alcuni anni. E abbiamo bisogno di ottimi casi clinici per mostrare alla gente che questa strumentazione è potente, ma è sicura e ha buoni risultati».

 

In un editoriale, Nature ha invitato la comunità scientifica a intervenire e persuadere Rebrikov a interrompere il suo esperimento.

 

«L’unica cosa su cui quasi tutti sono d’accordo è che, proprio ora, è irresponsabile perseguire ulteriori modifiche della linea germinale umana per fare figli».

 

 

Fonte: Michael Cook per BioEdge.