Rahm Emanuel: Biden dovrebbe dire agli operai licenziati di imparare a programmare

 

 

 

 

L’ex capo del personale di Obama Rahm Emanuel ha detto venerdì su ABC che la Casa Bianca di Biden dovrebbe dire alle persone licenziate dai negozi al dettaglio di imparare l’informatica.

 

La Casa Bianca di Biden dovrebbe dire alle persone licenziate dai negozi al dettaglio di imparare l’informatica

«Ci saranno persone come quelle JC Penney [una catena di negozi americani recentemente chiuso, ndr] e altri punti vendita, e quei lavori non torneranno», ha detto Emanuel.

 

«Dai loro gli strumenti, sei mesi, diventeranno programmatori di computer, li pagheremo e avremo milioni di persone che si iscriveranno».

 

«Non torneranno all’economia della vendita al dettaglio e quindi dobbiamo dare loro un’ancora di salvezza per il prossimo capitolo».

 

Emanuel potrebbe far parte di una eventuale squadra di Biden

 


 

 

 

L’idea che un commesso debba voler diventare un programmatore o essere spinto dalla politica del governo a diventarlo è palesemente illiberale, irrispettosa, assurda. Tanto più che la programmazione non si apprende certo in sei mesi.

 

Possiamo immaginare che questo è il tipo di piano economico da folli che una eventuale Casa Bianca di Biden realizzerebbe proseguendo il trend della de-industrializzazione – sempre a favore della Cina Popolare, ovviamente

Emanuel ha servito come capo dello staff di Obama e come sindaco di Chicago, e ora ci sono probabilmente buone probabilità che possa servire in una potenziale amministrazione Biden, per cui possiamo immaginare che questo è il tipo di piano economico da folli che una eventuale Casa Bianca di Biden realizzerebbe proseguendo il trend della de-industrializzazione – sempre a favore della Cina Popolare, ovviamente.

 

Piuttosto che seguire ed espandere le politiche protezionistiche di Trump per riportare posti di lavoro in America e punire le aziende per l’outsourcing, abbracceranno il globalismo senza restrizioni e addestreranno tutti coloro che perdono il lavoro a causa dei loro lockdown anti-coronavirus a lavorare come scimmie scrivendo codice con stipendi risibili, come sta insegnando il caso Amazon.

 

Rahm Emanuel, che ha recentemente completato due termini come controverso sindaco di Chicago, era  stato Capo di Gabinetto del Presidente Obama, con il quale pareva avere intessuto un fortissimo rapporto oggetto di sussurri e speculazioni.

 

l fratello di Rahm, Ezekiel, è stato scelto questa settimana da Biden per la sua Task Force anticoronavirus. ha scritto un saggio intitolato «Perché spero di morire a 75 anni»

Il padre di Rahm, Benjamin Emanuel, un sabra (cioè un ebreo nato in Israele) di Gerusalemme, prima di fare il pediatra in USA ha militato nell’Irgun, un’organizzazione paramilitare ebraica che operava nel mandato britannico in Palestina. L’Irgun è stata vista come un’organizzazione terroristica che ha compiuto atti terroristici.

 

Il fratello di Rahm, Ezekiel, è stato scelto questa settimana da Biden per la sua Task Force anticoronavirus. Ezekiel, oncologo e controverso bioeticista, scrisse nell’ottobre 2014 sulla rivista progressista The Atlantic un articolo intitolato «Perché spero di morire a 75 anni». L’idea, degna della peggior eugentica nazionalsocialista, era quella di sospendere le cure alle persone sopra una certa età. Non ci è dato di sapere se egli l’abbia raccontata anche al quasi ottuagenario Joe Biden. Il quale non è detto, al momento, che riuscirebbe a capirla, e tantomeno a rispondere con una frase che abbia senso compiuto.